Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Quali sono le conseguenze della spondilite anchilosante e perchè bisogna curarla subito


Spondilite anchilosante: le 5 cose che un paziente deve sapere


SaichelaSA: una campagna web per far conoscere la spondiloartrite anchilosante e come sconfiggerla


Dolore dell'artrosi: efficacia analgesica dei FANS a confronto


Quanto calcio serve per contrastare la osteosarcopenia?


Osteosarcopenia: tutto quello che hai sempre voluto sapere


Osso e muscolo sono interdipendenti e comunicano tra loro


Interazione endocrino-metabolica tra osso e muscolo scheletrico


Maternità e malattie reumatiche: le 5 cose da sapere


Gravidanza non più un tabù per le donne con malattie reumatiche. Al via #anchiomamma


Magna via Francigena, una camminata lunga 180 chilometri per i malati di fibromialgia


I progressi per i malati di fibromialgia per il riconoscimento della malattia


Nella cura della fibromialgia la Cannabis terapeutica funziona?


Una legge in arrivo per il riconoscimento della fibromialgia


Ci sono delle agevolazioni per i pazienti con fibromialgia?


Le ricerche scientifiche dell’AISF: camera iperbarica, registro sulla Cannabis e nordic walking


Ci sono dei fattori psicologici che predispongono alla fibromiagia?


Fibromialgia: i campanelli di allarme di natura fisica


Per curare la fibromialgia: si possono utilizzare le tecniche di neurostimolazione? PRO e CONTRO


Dobbiamo aspettare la diagnosi di fibrolmialgia secondo i criteri standard o possiamo intervenire prima? PRO e CONTRO


Algodistrofia: le 5 cose da sapere per una cura efficace


Conosciamo meglio l'algodistrofia, quali sono i sintomi, come si diagnostica e come si cura


ARTICOLI

Artriti post-malattia di Lyme, come e quando trattare con DMARDs

Mentre molti pazienti con artrite di Lyme rispondono bene all'antibiotico-terapia, altri possono sviluppare artriti post-infettive refrattarie agli antibiotici. Di qui la necessità di ricorrere, per questi ultimi a trattamenti alternativi. I disordin[...]

Artrite reumatoide, nuove conferme in Fase II da inibitore sperimentale JAK chinasi

Peficitinib, nuovo inibitore delle JAK chinasi, presenta un'efficacia dose-dipendente in pazienti con artrite reumatoide di grado moderato-severo, refrattaria ad altri trattamenti. La conferma giunge da uno studio di Fase II di recente pubblicazione[...]

Malattie reumatiche: quelle rare hanno molto da insegnare sulle patologie più comuni

Le malattie rare, in area reumatologica, rappresentano un osservatorio privilegiato sulle caratteristiche e sui meccanismi che sono alla base delle patologie più diffuse e impattanti, dal lupus eritematoso all’artrite reumatoide. Se ne parlerà negli [...]

Artrite idiopatica giovanile, promossa terapia di combinazione etanercept-metotressato

La terapia di combinazione a base di etanercept e metotressato (MTX) si associa ad un più marcato miglioramento clinico dei pazienti affetti da artrite idiopatica giovanile rispetto alla monoterapia con sulfasalazina o con MTX (previa terapia ponte i[...]

Gotta, sottovalutato il rischio CV con gli strumenti di predizione attuali

La maggioranza dei pazienti affetti da gotta potrebbe essere a rischio CV molto elevato, stando ad uno studio spagnolo di recente pubblicazione su Annals of the Rheumatic Diseases, che avrebbe anche documentato come il ricorso agli strumenti di predi[...]

Teriparatide promossa a metà nelle fratture atipiche di femore

Il trattamento con teriparatide migliora la salute ossea nei pazienti con fratture atipiche di femore, sottoposti a trattamento pregresso con bisfosfonati (BSF) - prevenendo, in tal modo, le fratture "tipiche" da osteoporosi; i medici, tuttavia, non [...]

Artroplastica, somministrazione peri-operatoria infliximab e rischio infezioni, qual è il timing ottimale?

Nell'imminenza di un intervento di artroplastica d'anca o di ginocchio, la somministrazione perioperatoria di un farmaco anti-TNF (infliximab) entro un mese dall'intervento non è associata ad un maggior rischio di infezioni serie di breve-lungo termi[...]

Calprotectina nuovo marker di risposta al trattamento con i farmaci biologici nell'artrite reumatoide

Livelli ridotti di calprotectina (S100A8/A9) ad un mese dall'inizio del trattamento con DMARDb sono predittivi della risposta EULAR al trattamento dopo un anno. Questi i risultati principali di uno studio pubblicato su Arthritis Research & Therapy, c[...]

Artrite reumatoide, ok in fase 3 a certolizumab, in aggiunta a MTX, sin dalle prime fasi di malattia

I pazienti affetti da artrite reumatoide allo stadio iniziale e con cattivi fattori prognostici, trattati inizialmente con una combinazione a base di certolizumab pegol in associazione con MTX a dose ottimizzata, sperimentano benefici radiografici e [...]

Gotta, in coppia con febuxostat , aralofenato è più efficace

Aralofenato, un farmaco sperimentale uricosurico in grado di prevenire anche il rilascio locale delle citochine infiammatorie coinvolte negli attacchi gottosi, sarebbe più efficace in combinazione con febuxostat, anziché da solo, nel ridurre l'iperur[...]

Spondilite anchilosante, tofacitinib ok in fase 2

Tofacitinib, un inibitore delle Janus chinasi (JAK), potrebbe rappresentare una nuova opzione terapeutica nel trattamento dei pazienti affetti da spondilite anchilosante (AS). Lo dimostrerebbero i risultati di uno studio di Fase 2, pubblicato sulla r[...]

Metotressato nell'artrite reumatoide: meglio la somministrazione sottocute o quella orale?

E' ancora attuale il trattamento dell'artrite reumatoide (AR) con il metotressato (MTX)? Quanto contano alcuni aspetti quali la posologia, il timing e la modalità di somministrazione? Ci sono ricadute da questi aspetti in termini di efficacia e di sa[...]

Lupus e farmaci, pazienti “non fedeli” al trattamento

Sono preoccupanti i risultati di una review sistematica della letteratura “made in Canada”, di recente pubblicazione su Arthitis Care & Research: dai dati disponibili, infatti, sembra emergere l'esistenza di un rapporto problematico dei pazienti lup[...]

Menopausa e artrite reumatoide, esiste un legame?

Nelle donne in post-menopausa, il rischio di sviluppare artrite reumatoide (AR) sieronegativa è il doppio di quanto osservato nelle donne in pre-menopausa. In particolare, tale rischio raggiunge i massimi livelli nelle donne che vanno precocemente in[...]

Spondiloartriti assiali, aggiornamento congiunto ASAS-EULAR delle Linee Guida 2010

E' stato recentemente pubblicato, sulla rivista Annals of the Rheumatic Diseases, un corposo aggiornamento delle linee guida congiunte ASAS-EULAR, relativo alla gestione e al trattamento delle spondiloartriti assiali (axSpA). Il nuovo documento, che [...]

Artrite reumatoide, parere europeo positivo per tofacitinib

Il comitato di esperti (Chmp) dell'Agenzia europea dei medicinali ha dato parere positivo all'approvazione di tofacitinib nel trattamento dei pazienti con artrite reumatoide (AR). Più precisamente, una volta approvato in via definitiva dall'Ema, il f[...]

Artrite reumatoide all'esordio, associazione ridotta tra rischio CV e stato autoanticorpale

Contrariamente alle attese, la presenza di autoanticorpi in pazienti con artrite reumatoide iniziale non si associa ad una maggior rischio di eventi CV. E' quanto sembra dimostrare uno studio prospettico canadese recentemente pubblicato sulla rivista[...]

Spondiloartrite assiale non radiografica, farmaci anti-TNF migliorano la disabilità lavorativa

I pazienti con spondiloartrite assiale non-radiografica (nr-axSpA) che iniziano un trattamento a base di farmaci anti-TNF sperimentano un miglioramento significativo e sostenuto dell'abilità lavorativa fino a 2 anni. Ciò nonostante, la proporzione di[...]

Spondilite anchilosante, secukinumab conferme di efficacia a 2 anni in Fase III

Il trattamento con secukinumab è in grado di migliorare i segni e i sintomi di spondilite anchilosante (SA) fino a 2 anni di terapia, senza emersione di nuovi segnali di safety. Questo il responso dello studio di fase III MEASURE I, di fase III, pubb[...]

Artrite reumatoide, scelta trattamento di seconda linea dipende da età, rischio infezioni e comorbilità

L'età del paziente, il rischio di infezioni, il numero e la tipologia delle comorbilità associate, nonché la preferenza verso il trattamento monoterapico, indirizzano i clinici a prescrivere abatacept o tocilizumab in luogo dei farmaci anti-TNF nei p[...]