Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Maternità e malattie reumatiche: le 5 cose da sapere


Gravidanza non più un tabù per le donne con malattie reumatiche. Al via #anchiomamma


Magna via Francigena, una camminata lunga 180 chilometri per i malati di fibromialgia


I progressi per i malati di fibromialgia per il riconoscimento della malattia


Nella cura della fibromialgia la Cannabis terapeutica funziona?


Una legge in arrivo per il riconoscimento della fibromialgia


Ci sono delle agevolazioni per i pazienti con fibromialgia?


Le ricerche scientifiche dell’AISF: camera iperbarica, registro sulla Cannabis e nordic walking


Ci sono dei fattori psicologici che predispongono alla fibromiagia?


Fibromialgia: i campanelli di allarme di natura fisica


Per curare la fibromialgia: si possono utilizzare le tecniche di neurostimolazione? PRO e CONTRO


Dobbiamo aspettare la diagnosi di fibrolmialgia secondo i criteri standard o possiamo intervenire prima? PRO e CONTRO


Algodistrofia: le 5 cose da sapere per una cura efficace


Conosciamo meglio l'algodistrofia, quali sono i sintomi, come si diagnostica e come si cura


Cosa è l’intelligenza artificiale? Prime applicazioni in medicina


Reumatologia: ruolo in terapia del sarilumab, un nuovo anti IL-6


Interessamento polmonare e cardiaco delle vasculiti: come contrastarlo?


Spondilortriti: la complessità va gestita con un approccio multidisciplinare


Health coaching: cosa è, a chi si rivolge, quali sono i suoi vantaggi


Un bilancio delle attività dell’ Osservatorio Epidemiologico GISEA


Attività del golimumab nella vita reale: dati dal registro Biobadaser


Perché l’artrite psoriasica è così difficile da trattare?


ARTICOLI

Artrite psoriasica, apremilast efficace e sicuro per almeno 2 anni

L'inibitore della PDE4 apremilast, i cui risultati di fase III nell'artrite psoriasica erano stati, probabilmente, tra le novità più importanti al congresso dello scorso anno dell'American College of Rheumatology (ACR), continua a far parlare di sé e[...]

Artrite giovanile idiopatica, servono ancora fattori predittivi di risposta a metotressato

I fattori predittivi di efficacia del metotressato e di eventuali possibili eventi avversi correlati al farmaco nei pazienti con artrite idiopatica giovanile esistono, ma devono essere ancora validati. È questa la conclusione a cui sono arrivati gli [...]

Spondiloartrite assiale, miglioramenti duraturi con certolizumab pegol

Certolizumab pegol è in grado di produrre miglioramenti duraturi del mal di schiena, della mobilità della colonna vertebrale, della funzionalità e della qualità della vita per quasi 2 anni nei pazienti con spondiloartrite assiale (axSpA). Lo rivelano[...]

Artrite psoriasica, immunogenicità degli anti-TNF non uguale per tutti

Nei pazienti con artrite psoriasica trattati con tre diversi anti-TNF, l'limmunogenicità di tali agenti sembra variare in modo sostanziale da farmaco a farmaco e l'uso di metotressato sembra attenuare la presenza di anticorpi anti-farmaco. Lo evidenz[...]

Atrite psoriasica, secukinumab efficace contro il danno articolare anche nei già trattati con anti-TNF o in combinazione con metrotressato

Secukinumab è in grado di migliorare la qualità della vita e i sintomi della malattia nei pazienti con artrite psoriasica, indipendentemente dal fatto che siano stati già trattati con inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) o stiano contempor[...]

Cinacalcet può proteggere dalle fratture i pazienti in dialisi

Contrordine sull'agente calciomimetico cinacalcet, anche se le analisi iniziali non avevano trovato nessun effetto protettivo, i risultati aggiustati dello studio EVOLVE mostrano ora che il farmaco potrebbe ridurre il rischio di fratture tra i pazien[...]

Nefrite lupica, micofenolato mofetile e azatioprina ugualmente inefficaci

Ci sono voluti 10 anni per scoprire che micofenolato mofetile (MMF) e azatioprina sono paragonabili come terapie di mantenimento per i pazienti con nefrite lupica, almeno in una popolazione europea. Lo evidenziano i risultati dello studio MAINTAIN Ne[...]

Artrite reumatoide, promette bene PF-04171327, agonista dissociato del recettore dei glucocorticoidi

Un farmaco sperimentale non steroideo che agisce sul recettore dei glucocorticoidi, noto per ora con la sigla PF-04171327, si è dimostrato superiore al placebo e non inferiore a prednisone ad alto dosaggio nei pazienti adulti con artrite reumatoide i[...]

Analisi EULAR: Nessun aumento del rischio di melanoma con gli anti-TNF

I pazienti con artrite reumatoide trattati con inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) non hanno un rischio aumentato di melanoma, stando ai risultati di un ampio studio collaborativo organizzato dalla European League Against Rheumatism (EULA[...]

Le statine non riducono il rischio di fratture

Un trattamento quotidiano con rosuvastatina non ha diminuito il rischio di frattura nel campione dello studio JUPITER (Justification for the Use of Statins in Prevention: an Intervention Trial Evaluating Rosuvastatin), un ampio studio clinico interna[...]

Golimumab bene contro la spondiloartrite assiale non radiografica con infiammazione

Golimumab è risultato significativamente migliore del placebo nel ridurre l'attività della malattia e l'infiammazione nei pazienti con spondiloartrite assiale non radiografica, ma solo nel sottogruppo di coloro che risultavano positivi alla malattia [...]

Artrite giovanile idiopatica, possibile aumento del rischio associato agli antibiotici

L'esposizione agli antibiotici durante l'infanzia potrebbe aumentare in modo significativo il rischio di artrite giovanile idiopatica in modo dose-dipendente, stando ai risultati di uno studio presentato all'ultimo congresso dell'American College of [...]

Artrite psoriasica, attività minima di malattia obiettivo centrato per la maggior parte dei pazienti in cura con TNF

La maggior parte dei pazienti con artrite psoriasica riesce a raggiungere e mantenere uno stato di attività minima della malattia grazie alla terapia con inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF). Lo evidenzia uno studio di autori canadesi pubb[...]

Lupus, trattare solo la malattia reumatica insufficiente per migliorare i disturbi dell'umore

I disturbi dell'umore sono comorbidità neuropsichiatriche frequenti nei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES), ma solo circa un terzo di questi disturbi è attribuibile al lupus secondo un ampio studio osservazionale presentato al recente con[...]

Gonartrosi, efficaci contro il dolore le iniezioni di plasma arricchito di piastrine

Stando ai risultati di una nuova revisione sistematica e una metanalisi pubblicata sul British Journal of Sports Medicine, le iniezioni di plasma arricchito di piastrine (PRP) sono efficaci per alleviare il dolore nei pazienti con osteoartrosi del gi[...]

Artrite reumatoide, rischio di scompenso molto ridotto nei pazienti in remissione e in cura con anti-TNF

Essere in remissione riduce drasticamente il rischio aumentato di scompenso cardiaco a cui sono esposti i pazienti affetti da artrite reumatoide, così come utilizzare inibitori del TNF rispetto ai DMARD non biologici. A suggerirlo sono due studi pres[...]

Vasculite ANCA-associata, mantenimento con rituximab efficace anche a lungo termine

Una terapia di mantenimento a intervalli fissi con rituximab si è dimostrata efficace per tenere sotto controllo la malattia a lungo termine tra i pazienti affetti da vasculite ANCA-associata refrattaria in uno studio dell'Università di Cambridge app[...]

Artrite reumatoide, bene in fase III l'anti JAK baricitinib

Baricitinib, il nuovo inibitore di JAK1 e JAK2 attivo per via orale sviluppato da Eli Lilly e Incyte Corporation, in uno studio di fase III denominato RA-BEACON ha raggiunto l'endpoint principale di miglioramento delle risposte ACR20 rispetto al plac[...]

Spondiloartrite assiale, nuove linee guida ACR/SPARTAN in arrivo

Un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) e l'esercizio fisico potrebbero essere sufficienti per tenere sotto controllo la spondiloartrite assiale attiva in alcuni pazienti. È una delle indicazioni che probabilmente saranno contenute nelle nuo[...]

Fibrillazione atriale, possibile aumento del rischio tromboembolico ed emorragico prendendo anche FANS, anche per poco

Assumere farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per 14 giorni potrebbe far più che raddoppiare il rischio di sanguinamento grave nei pazienti con fibrillazione atriale e aumentare del 36% il rischio di tromboembolismo. A suggerirlo è uno studio[...]