Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Le vasculiti dei grossi vasi


Sindrome di Churg-Strauss raccontata dall'Associazione pazienti


Inquadramento delle vasculiti


Le vasculiti ANCA-associate


La sindrome di Behçet


Vasculiti, gli hot topics del secondo corso europeo dell'EUVAS


Problematiche respiratorio e cardiache, quale collegamento all'osteoporosi?


Osteoporosi, quando è dovuta ai glucocorticoidi?


Incontri pisani di endocrinologia e metabolismo, la formazione dei giovani specializzandi


Osteoporosi, cosa fare quando la causa è una neoplasia


Malattie gastrointestinali ed osteoporosi quale collegamento?


Malattie endocrine ed osteoporosi. Focus sul diabete di tipo 2


Ipovitaminosi D, una pandemia internazionale. Quando, come e perchè sopperire alla carenza


Novità nel trattamento della gotta


Gotta: definizione e diagnosi


Gotta: quale è il vissuto dei pazienti?


Terapia infiltrativa con acido ialuronico, quando usarla nell'osteoartrosi?


Dolore da osteoartrosi, quando usare i fans e quando gli oppiacei


Trattamento dell'osteoporosi, cosa abbiamo a disposizione?


Reumatologia, i tre bisogni insoddisfatti


Dall'osteoporosi alle patologie reumatologiche, temi caldi del Pontereuma 2018


Lombalgia infiammatoria, come distinguerla da quella meccanica


ARTICOLI

Sarilumab, nuovo biologico anti-IL-6, migliora segni e sintomi dell'artrite reumatoide

L'anticorpo monoclonale sperimentale anti-interleuchina 6 (IL-6) sarilumab, in combinazione con metotrexate, si è dimostrato efficace nel ridurre i segni e i sintomi dell'artrite reumatoide (AR) nello studio randomizzato di fase III SARIL-RA-MOBILITY[...]

Sarilumab (anti IL-6), risultati positivi in fase III contro l'artrite reumatoide

Sanofi e Regeneron pharmaceuticals hanno annunciato che sarilumab in combinazione al metrotrexato in uno studio di fase III ha migliorato i segni ed i sintomi nell'artrite reumatoide. Sarilumab è il primo anticorpo monoclonale completamente umano dir[...]

Artrite reumatoide, terapia di combinazione con DMARDs riduce recidive a due anni da sospensione terapia infliximab

Una terapia di combinazione con DMARDs potrebbe rappresentare una strategia di trattamento migliore della monoterapia con metotressato (MTX) per tenere sotto controllo l'artrite reumatoide (AR) dopo sospensione di agenti biologici per raggiunto succe[...]

Spondiloartrite assiale, terapia molto precoce aumenta le remissioni

Il trattamento precoce della spondiloartrite assiale (SpA) attiva con naprossene più infliximab ha portato a percentuali elevate di remissione, che poi sono state mantenute indipendentemente dal fatto che i pazienti avessero continuato o meno ad assu[...]

AR, pazienti responders a farmaci anti-TNF mostrano riduzione eccesso rischio coronarico

Uno studio svedese, presentato nel corso dell'ultimo congresso dell'ACR (American College of Rheumatology) ha mostrato come pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) con buona risposta al trattamento con farmaci anti-TNF, valutati a 5 mesi dall'ini[...]

Novità dal 50 congresso della SIR: nuovi studi italiani su gotta e artrite

In occasione del 50° Congresso Nazionale della Società di Reumatologia, che si terrà a Napoli dal 27 al 30 Novembre, la Società Italiana di Reumatologia (SIR) coglie l'occasione per ribadire l'importanza di una diagnosi tempestiva quale prima arma pe[...]

Nuova formulazione orale di risedronato elimina necessità posologia a digiuno

Le pazienti in trattamento orale con risedronato per osteoporosi (OP) potrebbero avere, in un prossimo futuro, la possibilità di essere trattate con una formulazione orale del farmaco che elimina la necessità di ricorrere alla posologia a digiuno, co[...]

Rituximab promettente nella IgG4-related disease

Uno studio presentato nel corso dell'ultima edizione del Congresso dell'ACR (American College of Rheumatology) ha documentato l'efficacia e la sicurezza di rituximab nella “IgG4-related disease” (IgG4-RD), un disordine linfoproliferativo, contraddist[...]

Nefrite lupica, aggiunta di un immunomodulatore al regime Euro-lupus non migliora la risposta

L'aggiunta dell'immunomodulatore abatacept al regime immunosoppressivo Euro-lupus non ha migliorato in modo significativo i tassi di risposta a 6 o 12 mesi rispetto alla terapia standard nei pazienti affetti da nefrite lupica partecipanti allo studio[...]

Terapia ipouricemizzante prolungata riduce complicanze gotta

I risultati di un grosso studio presentato in occasione del recente congresso annuale dell'ACR hanno mostrato che il prolungamento di una terapia ipouricemizzante (ULT) in pazienti gottosi si associa ad una minore probabilità di andare incontro a da[...]

Scoperta associazione tra alterazioni del microbiota intestinale e artrite reumatoide

Uno studio recentemente pubblicato online sulla rivista eLife ha dimostrato come la presenza di articolazioni infiammate e di infiammazione sistemiche caratteristiche dell'artrite reumatoide (AR) agli esordi sia con un pattern alterato della flora in[...]

Risedronato previene perdita di massa ossea e fratture vertebrali in pazienti epilettici

L'aggiunta di risedronato, in concomitanza con una supplementazione di calcio e di vitamina D, è in grado di migliorare la densità minerale ossea (DMO) in pazienti in terapia con farmaci contro l'epilessia sia rispetto alle condizioni di partenza che[...]

Artrite reumatoide, interventi chirurgici in calo grazie ai biologici

Stando ai risultati di un ampio studio di popolazione svedese presentato durante i lavori del congresso dell'American College of Rheumatology, a San Diego, nell'arco di 13 anni l'incidenza degli interventi di chirurgia articolare nei pazienti affetti[...]

Nuove raccomandazioni EULAR su steroidi a medio e alto dosaggio

È appena stata pubblicata sul numero di dicembre di Annals of the Rheumatic Diseases una nuova serie di raccomandazioni sull'impiego sicuro dei glucocorticoidi a medio e ad alto dosaggio nelle malattie reumatiche. Il lavoro è opera di una task force [...]

Cefalea non legata ad attività malattia in pazienti con lupus

Stando ai risultati di uno studio pubblicato sulla rivista Arthritis & Rheumatism, la cefalea, pur rappresentando una condizione di frequente riscontro nei pazienti affetti da lupus eritematoso sistemico (Les), potrebbe non essere una manifestazione [...]

Artrite reumatoide, remissione precoce migliora outcomes legati a malattia

I pazienti affetti da artrite reumatoide, con persistente attività moderata di malattia nel corso del primo anno, mostrano una maggiore progressione radiografica di malattia, punteggi HAQ-DI e un numero di giornate perse al lavoro più elevati, nonch[...]

Farmaci antimalarici riducono il danno da lupus

Uno studio presentato nel corso del congresso annuale dell'American College of Rheumatology ha dimostrato che il danno causato dal lupus eritematoso sistemico (Les) sembra essere ridotto se i pazienti sono trattati con farmaci antimalarici.

Iniezioni acido ialuronico ritardano intervento sostituzione totale ginocchio

Secondo uno studio osservazionale USA, presentato nel corso del congresso annuale dell'American College of Rheumatology, recentemente tenutosi a San Diego, il ricorso ad iniezioni di acido ialuronico (HA) sarebbe in grado di ritardare di più di 2 an[...]

Prevenzione antitrombotica a seguito di intervento chirurgico ortopedico maggiore: conferme per rivaroxaban nella real life

I risultati dello studio XAMOS riferiti a contesti di vita reale, appena pubblicati su Thrombosis and Haemostasis confermano i benefici dell'anticoagulante orale rivaroxaban in monosomministrazione giornaliera, nella prassi clinica quotidiana, nel pr[...]

Artrite idiopatica giovanile, terapia aggressiva riduce più velocemente attività di malattia

Il trattamento di bambini affetti da artrite idiopatica giovanile (JIA) con una terapia di combinazione “aggressiva” raggiungono lo stato di inattività di malattia più velocemente di quanto succede con un trattamento non “aggressivo”. Queste le concl[...]