Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Integrazione con calcio e vitamina D nelle attività sportive


Terapie con onde d’urto nelle tendinopatie


Le patologie da sovraccarico dell’apparato muscolo-scheletrico nei praticanti la danza: convegno a Bologna


Preparazione, prevenzione e cura del sistema piede-colonna


Frattura da stress nei danzatori: prevenzione e strategie


Malattie reumatiche, in quali il dolore impatta di più?


Cannabis medica per lenire il dolore, in quali malattie reumatiche?


Sclerosi sistemica, cortisonici si o no?


Sclerosi sistemica, come si manifesta e come evolve


Lupus eritematoso sistemico, come si diagnostica?


Le principali controversie in Reumatologia: temi caldi del congresso CORA 2019


Artrite reumatoide, quando e come interrompere i biologici?


Il piede doloroso: definizione, patologie scatenanti, terapia conservativa, terapia chirurgica


Inquadramento clinico del paziente fragile che va facilmente incontro a fratture ossee


Terapia chirurgica delle fratture vertebrali


Fratture da fragilità nel paziente anziano: il punto di vista di OMCeO Milano


La caduta: epidemiologia, implicazione sui costi sanitari, relazione con fragilità ossea


Cosa bisogna sapere sul Consenso informato


Quali sono le implicazioni medico-legali nelle fratture da fragilità


Terapia farmacologica nella prevenzione delle fratture: stato dell’arte


Fratture vertebrali: opzioni di trattamento, farmacologiche e non


Fratture da fragilità: dalla diagnosi precoce ai percorsi assistenziali


ARTICOLI

Artrite idiopatica giovanile: piccola modifica indice JADAS utile per guidare terapia anti-TNF

Una semplice modifica allo score JADAS (the Juvenile Arthritis Disease Activity Score) potrebbe essere utilizzata nella pratica clinica standard per semplificare il trattamento T2T dei pazienti con artrite idiopatica giovanile (AIG) oligo- e poli-ar[...]

Arterite Takayasu, bene gli anti-IL6 e anti-TNF su riacutizzazioni e attività malattia

I bambini/adolescenti affetti da arterite di Takayasu, trattati con farmaci biologici, sperimentano un numero significativamente più ridotto di riacutizzazioni di malattia e raggiungono lo status di malattia inattiva più frequentemente dei bambini n[...]

Artrite idiopatica giovanile, conferme 'real world' per tocilizumab e inibitori IL-1

Stando ai risultati di uno studio pubblicato su Arthritis Research & Therapy, un'ampia platea di pazienti con artrite idiopatica giovanile (AIG) ad insorgenza sistemica sperimenta una risposta significativa al trattamento con tocilizumab o con gli in[...]

Integrazione con vitamina D, effetti benefici scheletrici ed extra-scheletrici: il catalogo è questo

Un quadro a tutto tondo degli effetti scheletrici ed extra-scheletrici della vitamina D è stato fornito in un simposio satellite nell'ambito del 16° Congresso Nazionale AME (Associazione Medici Endocrinologi), tenutosi poche settimane fa a Roma. Sono[...]

Fratture anca, rapporto metaboliti vitamina D predice meglio il rischio?

In soggetti adulti anziani, un rapporto più basso tra due metaboliti della vitamina D (24,25-diidrossivitamina D/25(OH)D) sarebbe in grado di predire in modo più efficace il rischio di frattura d'anca rispetto ai soli livelli circolanti comunemente m[...]

Spondilite anchilosante, in 4 pazienti su 5 assenza di progressione radiologica dopo 4 anni di terapia con secukinumab

Presentati di recente in occasione del meeting annuale di American College of Rheumatology nuovi dati a lungo termine sul secukinumab in pazienti con spondilite anchilosante (SA). Secukinumab è il primo inibitore dell'IL-17A interamente umano approv[...]

Dati real-world confermano efficacia clinica a lungo termine di golimumab

I dati di uno studio di real world dimostrano come golimumab apporti miglioramenti negli esiti clinici entro 3 mesi, e mantenuti per 24 mesi, in pazienti naïve alla terapia biologica con diagnosi di artrite reumatoide (AR), artrite psoriasica (Psoria[...]

Compie 50 anni la reumatologia del Gaetano Pini-CTO

Il Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico Gaetano Pini-CTO festeggia oggi il 50° anniversario della sua cattedra in Reumatologia. E lo fa con un convegno che, grazie al contributo di clinici, referenti istituzionali e rappresentanti delle Ass[...]

Artrite reumatoide, se si trattano le forme indifferenziate, la progressione è più difficile

Se si trattano tempestivamente le artriti indifferenziate all'esordio (soprattutto con metotressato), la progressione ad artrite reumatoide (AR) è più difficoltosa. E' questo il responso di una rassegna sistematica di letteratura (con annessa metanal[...]

Spondiloartriti, la SIR finanzia 10 borse di studio nel biennio 2017-2018

Cinquecentomila euro per dieci borse di studio a giovani reumatologi nel biennio 2017-2018 per progetti di ricerca sulla diagnosi precoce delle spondiloatriti. La Società Italiana di Reumatologia (SIR), grazie ad un educational grant di Novartis, ha [...]

Malattie reumatiche: 800mila italiani a rischio invalidita'

Per aumentare il livello di conoscenza e consapevolezza sulle malattie reumatologiche, la Società Italiana di Reumatologia (SIR) lancia la sua prima campagna nazionale itinerante. Si chiama #ReumaDays la SIR incontra i cittadini e toccherà 11 città d[...]

Malattie reumatiche: “farmaci biologici solo per il 22% dei pazienti. La SIR ” serve un fondo nazionale dedicato"

Per garantire a tutti i malati i migliori trattamenti, la SIR (Società Italiana di Reumatologia) chiede alle Istituzioni la creazione di un Fondo Nazionale per i farmaci biologici in reumatologia. Accanto a questa fonte di risorse dovrebbero essere r[...]

Supplementazione con calcio, quale formulazione utilizzare?

La maggior parte dei trial registrativi di farmaci antifratturativi hanno utilizzato il calcio carbonato mentre, soprattutto negli Stati Uniti, ci si è focalizzati sullo studio del calcio citrato. Questo sale presenta molteplici vantaggi rispetto al [...]

Artrite reumatoide e rischio ospedalizzazioni da BPCO

I pazienti con artrite reumatoide (AR) mostrano un innalzamento del rischio di ospedalizzazione da BPCO rispetto alla popolazione generale, stando ai risultati di uno studio Canadese retrospettivo di popolazione, pubblicato su Arthritis Care & Resear[...]

Artrite psoriasica, abatacept migliora outcome riferiti dai pazienti

Il trattamento con abatacept migliora molti outcome riferiti dai pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA). Lo dimostrano i risultati di uno studio presentato nel corso dell'ultimo congresso ACR, svoltosi a S. Diego, che ha documentato i maggiori [...]

Gotta, incidenza legata esclusivamente ad uricemia?

L'incidenza di gotta è sì fortemente legata alle concentrazioni di acido urico nel sangue dei pazienti. Tuttavia, meno della metà dei pazienti con livelli di uricemia pari o superiori a 10 mg/dL svilupperà tale condizione in un lasso di tempo della d[...]

Spondilite anchilosante, farmaci anti-TNF riducono manifestazioni extraarticolari?

I farmaci anti-TNF sarebbero in grado di ridurre l'incidenza e la prevalenza delle comorbilità e delle manifestazioni extraarticolari associate alla spondilite anchilosante (AS), stando ai risultati preliminari di uno studio presentato nel corso dell[...]

Lupus eritematoso sistemico: Aggiornamento ACR-EULAR dei criteri di classificazione

Anticipati, nel corso dell'ultimo Congresso ACR, i nuovi criteri di classificazione per il lupus eritematoso sistemico, frutto di un lavoro congiunto delle due principali società scientifiche mondiali nel settore della Reumatologia (ACR ed EULAR). I [...]

Artrite reumatoide, immunogenicità vaccino influenzale OK se si sospende MTX per 2 settimane

Nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR), sospendere il trattamento con MTX per sole due settimane dalla somministrazione del vaccino stagionale contro l'influenza può migliorare la risposta a questo trattamento profilattico. Lo dimostrano i r[...]

Artrite reumatoide e obesità: quali le conseguenze di questa associazione?

Uno studio presentato nel corso dell'ultimo congresso ACR, tenutosi quest'anno a S.Diego (USA) ha dimostrato che i pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) con indici di massa corporea più elevati tendono ad avere tassi ridotti di remissione e, al[...]