Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Psoriasi, con brodalumab una pelle completamente pulita obiettivo a portata di mano


Psoriasi, con risankizumab (anti interleukina-23) basterà una iniezione ogni 3 mesi


Psoriasi, con apremilast benefici clinici e di qualità di vita, oltre al miglioramento della pelle


Che cos'è e come si cura l'ipoparatiroidismo


Quali biologici per l'artrite psoriasica? Ce lo dice lo studio PsABIO


Reumatologia e medicina di precisione: ruolo degli anticorpi anti-citrullina (APCA)


Come migliorare la comunicazione medico paziente? Il ruolo del quoziente empatico


Malattie reumatiche autoimmuni ed estrogeni, esiste una correlazione?


Farmaci biosimilari in reumatologia: qual è la posizione della Società Italiana di Reumatologia


I JAK inibitori, una nuova classe di farmaci che promette di migliorare la cura delle malattie reumatiche


Farmaci biosimilari in reumatologia: qual è la posizione dell'ANMAR?


Arterite a cellule giganti: come si previene la cecità?


Artrite reumatoide e sistema cardiovascolare: ruolo della interleukina 6


Quali sono le complicanza extra articolari dell'artrite reumatoide?


Lupus: le regole da seguire per portare a termine una gravidanza senza rischi


Come contrastare la fatigue, un insieme di sintomi che impatta sulla vita delle persone con lupus


Spondilite Anchilosante, prima si scopre meglio si cura, al via campagna "SAi che hai la SA?"


Psoriasi e artrite psoriasica: cosa fare quando coesistono entrambe le patologie?


Fibromialgia: quali sono le problematiche ancora aperte per i pazienti?


Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica: novità per i pazienti


Fibromialgia, da cosa dipende il senso di fatica e come risolverlo con la camera iperbarica


Fibromialgia, che cos'è e quali sono i benefici del metodo Feldenkrais


ARTICOLI

Malattia di Behcet, aggiornate linee guida EULAR

Pubblicate, su ARD, le linee guida aggiornate EULAR sulla gestione e il trattamento della malattia di Behcet. La pubblicazione dell'update avviene a distanza di 10 anni dalla prima pubblicazione delle linee guida sulla malattia e, oltre a fornire in[...]

Gotta, una triade di fattori ne raddoppia il rischio

Obesità, ipertensione, uso di diuretici: questa la triade che sembra raddoppiare il rischio di gotta, stando ai risultati di una metanalisi britannica, recentemente pubblicata sulla rivista Arthritis Research & Therapy, che suggerisce la necessità di[...]

Lupus, anifrolumab delude nello studio di fase III Tulip 1

Esito negativo per lo studio TULIP 1, un trial di fase III che ha valutato anifrolumab in pazienti adulti con lupus eritematoso sistemico da moderato a grave (LES). Lo studio non ha soddisfatto l'endpoint primario di una riduzione statisticamente sig[...]

Artrite reumatoide, sieroconversione non basta per remissione sostenuta

Nei pazienti con artrite reumatoide (AR) sieropositiva, la sieroconversione entro un anno dall'inizio del trattamento non si associa a remissione sostenuta di malattia libera da farmaco. Sono queste le conclusioni di un trial randomizzato, condotto i[...]

Artrite reumatoide, anche l'esposizione al fumo passivo in età pediatrica ha il suo peso

L'esposizione al fumo passivo durante l'infanzia potrebbe contribuire ad aumentare il rischio di insorgenza di artrite reumatoide (AR) nell'età adulta tra i pazienti che iniziano a fumare qualche sigaretta – e probabilmente, anche tra i pazienti che [...]

Artrite idiopatica giovanile, consensus su impiego metotressato

Pubblicati i risultati di un consensus meeting italiano, nel corso del quale un gruppo di reumatologi italiani afferenti al MARAJIA (the Methotrexate Advice and RecommendAtions on Juvenile Idiopathic Arthritis) ha elaborato delle raccomandazioni clin[...]

Gotta, figli asintomatici di genitori malati sono a maggior rischio di malattia?

Esiste un rischio genetico di ereditarietà della gotta? Uno studio di coorte britannico sembra avvalorare tale ipotesi, avendo dimostrato, dopo attento esame della prevalenza di gotta e di deposizione di cristalli di acido urico, che i figli asintoma[...]

Osteoporosi maschile, risultati positivi per romosozumab in fase 3 nello studio BRIDGE

In pazienti di sesso maschile affetti da osteoporosi (OP), il trattamento per 12 mesi con il farmaco sperimentale romosozumab si è dimostrato in grado, grazie al suo meccanismo di azione duale (aumento dei processi di formazione ossea e riduzione co[...]

Hai l'artrite reumatoide? il rischio di eventi avversi da glucocorticoidi è maggiore

Nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR), il rischio di andare incontro ad eventi avversi (AE) legati all'impiego di glucocorticoidi (GC) è di gran lunga superiore a quello osservato in individui in buone condizioni di salute. Questo il respon[...]

Artrite reumatoide, combinazione marker biologici predittiva di risposta ai farmaci anti-TNF

Prealbumina, fattore piastrinico 4 (PF4), S100A12: questi, stando ad uno studio recentemente pubblicato su Joint Bone Spine, i 3 marker biologici che potrebbero essere in grado di predire la risposta al trattamento con farmaci anti-TNF di pazienti af[...]

Osteoporosi indotta da glucocorticoidi, denosumab batte risedronato dopo 2 anni trattamento

Uno studio di fase 3, presentato nel corso dell'ultimo congresso EULAR ad Amsterdam, ha documentato un maggior incremento della robustezza ossea in pazienti con osteoporosi indotta da glucocorticoidi, se trattati con denosumab rispetto a risedronat[...]

Speciale EULAR 2018: ad Amsterdam il meglio della reumatologia mondiale

In pochi anni è diventato il più importante congresso mondiale di reumatologia. Stiamo parlando dell'Eular che quest'anno si è svolto ad Amsterdam. Anche quest'anno abbiamo deciso di partecipare al congresso per realizzare uno speciale di PharmaStar [...]

Artrite reumatoide, raggiunta la remissione con tocilizumab, è possibile sospendere il trattamento e continuare con MTX

Stando ai risultati di un'analisi post-hoc, pubblicata su ARD, è possibile mantenere con MTX la condizione di ridotta attività di malattia, dopo interruzione del trattamento con tocilizumab (TCZ), in più della metà dei pazienti che ha raggiunto la re[...]

Artrite psoriasica, ixekizumab migliora outcome riferiti dai pazienti

Ixekizumab, in pazienti con artrite psoriasica (PsA) attiva, naive ai farmaci biologici, migliora in modo significativo la sintomatologia riferita dai pazienti a livello cutaneo, la qualità della vita legata allo stato di salute e la produttività al [...]

Malattia di Dupuytren, nuove speranze in fase 2 da farmaco anti-TNF

Uno studio di recente pubblicazione su eBiomedicine, condotto da ricercatori britannici, ha documentato come la somministrazione iniettivo del farmaco anti-TNF adalimumab all'interno di noduli della malattia di Dupuytren, una patologia attualmente in[...]

Spondiloartrite assiale non radiografica, meglio continuare adalimumab anche in remissione sostenuta malattia

E' preferibile continuare, anziché interrompere, il trattamento con adalimumab nei pazienti che hanno raggiunto la condizione di remissione sostenuta di malattia, in quanto tale approccio assicura di andare incontro a rischi minori di recidiva. Lo su[...]

Artrite psoriasica, dati post-hoc confermano: entesite e dattilite migliorano con apremilast

Apremilast è efficace nel trattamento dell'artrite psoriasica attiva, soprattutto nei confronti dell'entesite e della dattilite, due manifestazioni chiave della malattia psoriasica. La conferma giunge da un'analisi post-hoc dei dati provenienti dagli[...]

Sindrome di Ehlers-Danlos, malattia rara del collagene. Il rischio frattura, una scoperta italiana

Una sindrome che riunisce sotto un unico ombrello oltre una decina di alterazioni ereditarie del collagene e del tessuto connettivo. Condizione relativamente rara (interessa tra 1 e 5 soggetti ogni 10mila nati vivi, quindi tra 50 e 250 nuovi casi l'a[...]

Gotta, canakinumab dimezza il rischio in pazienti post-infartuati #EULAR2018

Il trattamento con canakinumab riduce il rischio du recidive di gotta in pazienti con aterosclerosi, stando ai risultati di un'analisi post-hoc dei dati del trila CANTOS (the Canakinumab Anti-inflammatory Thrombosis Outcomes Study) sull'impiego dell'[...]

Artrite reumatoide e comorbilità: focus su depressione, ruolo IL-6 e trattamento con sarilumab #EULAR2018

Alcuni studi hanno suggerito un ruolo di sarilumab nel trattamento efficace di alcune co-morbilità associate all'AR quali la depressione. I risultati di due analisi post-hoc presentate al congresso suffragano osservazioni precedenti provenienti dai t[...]