Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Maternità e malattie reumatiche: le 5 cose da sapere


Gravidanza non più un tabù per le donne con malattie reumatiche. Al via #anchiomamma


Magna via Francigena, una camminata lunga 180 chilometri per i malati di fibromialgia


I progressi per i malati di fibromialgia per il riconoscimento della malattia


Nella cura della fibromialgia la Cannabis terapeutica funziona?


Una legge in arrivo per il riconoscimento della fibromialgia


Ci sono delle agevolazioni per i pazienti con fibromialgia?


Le ricerche scientifiche dell’AISF: camera iperbarica, registro sulla Cannabis e nordic walking


Ci sono dei fattori psicologici che predispongono alla fibromiagia?


Fibromialgia: i campanelli di allarme di natura fisica


Per curare la fibromialgia: si possono utilizzare le tecniche di neurostimolazione? PRO e CONTRO


Dobbiamo aspettare la diagnosi di fibrolmialgia secondo i criteri standard o possiamo intervenire prima? PRO e CONTRO


Algodistrofia: le 5 cose da sapere per una cura efficace


Conosciamo meglio l'algodistrofia, quali sono i sintomi, come si diagnostica e come si cura


Cosa è l’intelligenza artificiale? Prime applicazioni in medicina


Reumatologia: ruolo in terapia del sarilumab, un nuovo anti IL-6


Interessamento polmonare e cardiaco delle vasculiti: come contrastarlo?


Spondilortriti: la complessità va gestita con un approccio multidisciplinare


Health coaching: cosa è, a chi si rivolge, quali sono i suoi vantaggi


Un bilancio delle attività dell’ Osservatorio Epidemiologico GISEA


Attività del golimumab nella vita reale: dati dal registro Biobadaser


Perché l’artrite psoriasica è così difficile da trattare?


ARTICOLI

Spondilite anchilosante e farmaci anti-TNF: attenzione alle fratture vertebrali nel lungo termine

Il trattamento a lungo termine con i farmaci anti-TNF è in grado di migliorare in modo efficace la densità minerale ossea e di ridurre l'attività di malattia nei pazienti affetti con spondilite anchilosante (SA). Uno studio di recente pubblicazione s[...]

Artrite reumatoide e cessazione fumo sigaretta, quale relazione?

Tra i tanti benefici associati all'abbandono definitivo del fumo di sigaretta sembra aggiungersene un altro: la riduzione del rischio di andare incontro ad artrite reumatoide! Stando, infatti, ai risultati di uno studio osservazionale prospettico di [...]

Gravidanza e malattie reumatiche, un binomio oggi possibile

Grazie al progredire delle conoscenze, oggi le donne affette da una malattia reumatica possono intraprendere una gravidanza.Nella gran parte dei casi, la terapia antireumatica dovrà essere proseguita durante tutta la gravidanza, con lo scopo di mante[...]

Lupus e microbioma intestinale: le relazioni pericolose

Stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su Annals of the Rheumatic Diseases, esisterebbe una fortissima associazione tra l'insorgenza di lupus e la presenza di quadri di forte alterazione della composizione della flora batterica in[...]

Artrite psoriasica e perdita udito, accertata esistenza associazione

L'artrite psoriasica (PsA) è associata, in modo indipendente, ad un incremento significativo del rischio di perdita dell'udito, che media parzialmente un'associazione con il peggioramento di alcuni outcome psichiatrici. Questo il responso di uno stud[...]

Artrite reumatoide: tofacitinib efficace e sicuro, dati a 2 anni

Uno studio pubblicato recentemente su Arthritis & Rheumatology ha dimostrato l'efficacia e la sicurezza di tofacitinib (associato a MTX) in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) fino a due anni dall'inizio del trattamento, suffragandone l'impie[...]

Artrite reumatoide, abatacept e artroplastica: quando sospendere il farmaco per ridurre rischio infettivo post-operatorio?

Sospendere il trattamento endovena con abatacept a meno di un mese dall’intervento di artroplastica dell’anca o del ginocchio in pazienti con artrite reumatoide (AR) non riduce il rischio di infezioni post-operatorie rispetto ad una sospensione più p[...]

Spondilite anchilosante, ridurre la dose di farmaco anti-TNF si può...anzi, è preferibile!

Stando ai risultati di uno studio appena pubblicato su Arthritis Research & Therapy, ridurre la posologia di somministrazione di un farmaco anti-TNF in pazienti con spondilite anchilosante in remissione clinica da 6 mesi si può fare in quanto l'effic[...]

Lupus, conferme efficacia predittiva LLDAS nella risposta al trattamento con belimumab

LLDAS (Lupus Low Disease Activity State), una nuova misura di outcome nei trial sul trattamento farmacologico del lupus, è in grado di discriminare i pazienti con lupus responsivi al trattamento con belimumab. La conferma giunge da un’analisi post-ho[...]

Artroplastica anca e ginocchio, la profilassi antibiotica post-operatoria funziona

Il ricorso ad un intervento di profilassi antibiotica post-operatoria estesa si lega ad una riduzione stastisticamente significativa e clinicamente importante del tasso di infezioni a 90 giorni, in pazienti a rischio elevato di infezioni dopo interve[...]

Artriti associate a cristalli, bene anakinra in pazienti ospedalizzati

L'impiego dell'antagonista del recettore di IL-anakinra, è sicuro ed efficace in pazienti ospedalizzati con artriti associate a cristalli, compresi quelli con infezioni concomitanti, pazienti trapiantati ed individui recentemente sottoposti ad interv[...]

Nefrite lupica, risposta alla terapia predice la sopravvivenza

La sopravvivenza nei pazienti con nefrite lupica è associata al raggiungimento di una risposta completa alla terapia di induzione, stando ai risultati a 12 mesi ottenuti in uno studio di recente pubblicazione sulla rivista Lupus. Infatti, rispetto ai[...]

Artrite reumatoide, ridimensionato beneficio acidi grassi omega-3, tranne che nei fumatori non anziani

L'assunzione alimentare di pesce o di acidi grassi omega-3 di origine marina non sembra avere un ruolo protettivo nei confronti dell'artrite reumatoide (AR), stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su BMC Musculoskeletal Disorders.[...]

Osteoporosi in post-menopausa, denosumab meglio associato a calcio e vitamina D che da solo

La supplementazione orale di calcio e vitamina D potrebbe rivelarsi efficace per migliorare la densità minerale ossea nelle donne in post-menopausa, affette sia da osteoporosi (OP) che da artrite reumatoide (AR), in trattamento con denosumab. Lo conf[...]

Infezioni articolari, l’antibioticoterapia orale potrebbe bastare!

Il ricorso all’antibioticoterapia orale nelle prime 6 settimane dal riscontro di infezioni a carico del tessuto osseo e articolare sembra dare esiti non inferiori all’antibioticoterapia endovena. Questo il messaggio proveniente dai risultati di uno s[...]

Artrite reumatoide, quanto è rilevante, a fini clinici, la sieroconversione?

Una sottoanalisi del trial IMPROVED, condotto in pazienti con artrite reumatoide (AR) all’esordio e pubblicata su Arthritis Research & Therapy, ha mostrato che le variazioni sierologiche dei livelli autoanticorpali non si associano con l’attività di [...]

Chirurgia revisione intervento cuffia rotatori, il rischio non aumenta con unica iniezione steroidi

Stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su Arthroscopy, non sembra esservi un’associazione tra una singola iniezione alla spalla di corticosteroide (effettuata entro l’anno precedente l’intervento artroscopico di riparazione delle [...]

Arterite cellule giganti, le recidive si riducono se si aggiunge MTX ai glucocorticoidi

Stando ai risultati di uno studio caso-controllo Usa, pubblicato su the Journal of Rheumatology, l'aggiunta di metotressato al trattamento con glucocorticoidi sarebbe in grado di ridurre di ben 2 volte il rischio di recidive in pazienti con arterite [...]

Spondiloartrite assiale all'esordio, etanercept rallenta progressione danno radiografico

Il ricorso ad un trattamento a lungo termine con un farmaco anti-TNF (etanercept) sembra rallentare la progressione del danno a carico dell'articolazione sacroiliaca in pazienti con spondiloartrite assiale all'esordio (axSpA). Questo il responso di u[...]

Artrite reumatoide, punteggio MBDA migliora la predittività di risposta al rituximab

La determinazione di un punteggio “spia” dei livelli di 12 marker di infiammazione, rilevati mediante prelievo ematico (MBDA score), è in grado di migliorare la predittività di risposta al trattamento con rituximab (RTX) in pazienti affetti da artrit[...]