Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Sclerodermia, come si manifesta e come va gestita


Associazione reumatologhe donne (ReDo), i temi del terzo evento


Malattie reumatologiche, impatto nella donna in gravidanza


Lupus eritematoso sistemico, manifestazioni e gestione farmacologica della malattia


Impatto della psiche sulle malattie reumatologiche


Manifestazioni articolari nelle malattie reumatologiche, gestione farmacologica e multidisciplinare


Coinvolgimento cutaneo nelle malattie reumatologiche


Fratture da fragilità, una vera emergenza nazionale. Al via campagna informativa


Osteoporosi, al via una campagna informativa per conoscerla meglio


Vitamina D e bisfosfonati: perchè somministarli insieme nell'osteoporosi


La terapia anabolica dell'osteoporosi


Ipovitaminosi D e conseguenze sullo scheletro


Artrite psoriasica: bisogni insoddisfatti e ruolo terapeutico di apremilast


Artrite reumatoide: nuove evidenze su IL-6 e nuovi farmaci che la inibiscono


Artrite reumatoide: importanza della medicina di precisione e farmaci mirati


Artrite reumatoide: cosa fare quando i pazienti non rispondono al metotressato, alternative terapeutiche


Artrite reumatoide: ruolo degli ACPA come fattori predittivi di risposta alle terapie biologiche


Lupus: come raggiungere la remissione di malattia. Ruolo di belimumab


Artrite reumatoide: come capire se la malattia è aggressiva?


Lupus: come riconoscere la malattia nelle fasi precoci e perché è importante agire subito


Lupus: belimumab si conferma efficace nella in real life e stabilizza il danno d’organo


Gestione appropriata delle fratture da fragilità: il ruolo della Commissione intersocietaria per l’Osteoporosi


ARTICOLI

Artrite reumatoide, scoperto possibile marker di non risposta a metotressato

Una bassa espressione dell'antigene CD39 sulle cellule T regolatorie potrebbe essere un biomarcatore utile per identificare i pazienti con artrite reumatoide che non rispondono bene al trattamento con metotressato.

Artrite reumatoide, l'obesità riduce risposta ai farmaci biologici di seconda linea

Un indice di massa corporea elevato (BMI) si accompagna ad una insufficiente risposta ad un farmaco biologico di seconda linea dopo trattamento iniziale insoddisfacente con un primo farmaco anti-TNF-alfa.

Lupus, riattivazioni in inverno correlate a livelli bassi di vitamina D

Uno studio retrospettivo di autori italiani pubblicato di recente su Clinical and Experimental Rheumatology, offre informazioni interessanti sulla correlazione tra livelli di vitamina D, lupus eritematoso sistemico e riattivazione della malattia.

Lupus, livelli di IgG anti-apoA-1 correlati all'attività della malattia e a dose e tipo di trattamento

Nei pazienti con lupus eritematoso sistemico, i livelli sierici di immunoglobuline G anti-apoA-1 sono risultati associati con l'attività della malattia, con l'utilizzo di una dose più alta di corticosteroidi e con il non assumere idrossiclorochina.

Artrite reumatoide, eventi avversi più frequenti con i DMARD biologici che con quelli convenzionali

Nei pazienti con artrite reumatoide che assumono farmaci antireumatici in grado di modificare il decorso della malattia (DMARD), gli eventi avversi sono significativamente più probabili con quelli biologici che non con quelli convenzionali.