Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Artrite reumatoide: primi dati di vita reale su baricitinib


Concomitanza di malattie reumatiche e infiammatorie intestinali: ruolo di ustekinumab


Fibromialgia: più vicina l'inclusione nei livelli essenziali di assistenza


Artrite psoriasica: i primi dati italiani sull'utilizzo di apremilast nella vita reale


Upadacitinib, nuovo anti JAK: che cos'è e come funziona


Gotta, iperuricemia e comorbidità. Uno sguardo alle novità in terapia


Reumatologhe donne: quando la reumatologia è in rosa


Artrite reumatoide: nuovi marcatori per indirizzare la terapia


Arterite a cellule giganti: cos'è, come si manifesta, cause e diagnosi


Terapia dell'arterite a cellule giganti: cosa c'è di nuovo?


Ricerca reumatologica in Italia: il ruolo di FIRA


Lupus eritematoso sistemico: quali sono le novità in arrivo


Perché è importante la prevenzione in Reumatologia?


I progetti del Gruppo di Studio Medicina di Genere: focus su gravidanza e malattie reumatologiche


La malattia di Still dell'adulto


Canakinumab, un meccanismo d'azione innovativo per la cura di varie malattie infiammatorie. Menzione speciale del premio Galeno


Canakinumab, l'anticorpo che ha rivoluzionato la terapia di 3 malattie rare


Attività SIR nel biennio di presidenza del prof. Mauro Galeazzi


Biosimilari: la posizione della SIR dopo lasentenza del TAR


Progetto #Reumadays: una fotografia delle attività svolte nel 2018


Biosimilari: 5 regioni italiane si consorziano per l'acquisto. Cosa ne pensano i pazienti?


Gestione dell'artrite psoriasica nei pazienti con comorbidità: ruolo di ustekinumab


ARTICOLI

Transizione da psoriasi ad artrite psoriasica: quale ruolo per l'infiammazione subclinica?

L'infiammazione subclinica sembra influenzare in maniera sostanziale il rischio di transizione dalla psoriasi all'artrite psoriasica. E' quanto dimostra uno studio longitudinale tedesco, di recente pubblicazione sulla rivista Annals of Rheumatic Dise[...]

Spondiloartrite assiale, edema midollo osseo potrebbe migliorare con i FANS

In pazienti affetti da spondiloartrite assiale, i tassi di abbandono del trattamento con FANS a dosi piene è elevato. Tuttavia, mentre non sembrano esservi differenze cliniche di rilievo in termini di attività di malattia tra i pazienti che continuan[...]

Lupus, belimumab più terapia standard riduce il rischio di danno d'organo

Pubblicata sulla rivista Lupus una nuova analisi a lungo termine su 988 pazienti che dimostra come i pazienti con Lupus eritematoso sistemico, (LES) trattati con belimumab in associazione con la terapia standard, a cinque anni di distanza presentino[...]

Tumore al seno e osteoporosi, un legame conosciuto ma ancora scarsa attenzione alle ossa

L'osteoporosi non è un problema legato solo all'invecchiamento della popolazione ma sempre più spesso colpisce donne anche giovani. Lo sanno bene le 250.000 donne italiane che ogni anno iniziano la terapia ormonale adiuvante dopo aver subito un inter[...]

Artrite psoriasica, attività ridotta di malattia predice outcome efficacia con golimumab

I pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA) che raggiungono la condizione di ridotta attività di malattia a seguito del trattamento con golimumab in 3 visite consecutive di controllo su 4, hanno una probabilità maggiore di presentare outcome di ef[...]

Gotta, febuxostat efficace senza danneggiare i reni

Il trattamento con febuxostat di pazienti gottosi con alterazione della funzione renale moderata-severa consente il raggiungimento dei livelli target di uricemia (

Gonartrosi e progressione danno strutturale, quali sono gli effetti della combinazione glucosamina/condroitin solfato?

Successo a metà per l'impiego di una combinazione di glucosamina (Glu) e condroitin solfato (CS) nella gonatrosi: i risultati di uno studio osservazionale, pubblicato sulla rivista Arthritis Care & Research, ne hanno documentato l'efficacia nel ritar[...]

Artrite reumatoide, rituximab efficace anche a dose dimezzata

In pazienti trattati con rituximab (RTX) per l'artrite reumatoide (AR), gli outcome clinici a 6 mesi (attività di malattia e funzione fisica) sono paragonabili, sia che si utilizzi la dose piena (1000 mg bis die) approvata, che quella dimezzata (500 [...]

Artrite idiopatica giovanile, accertato legame con paradontosi

Come avviene per i soggetti affetti da artrite reumatoide (AR) ad insorgenza in età adulta, anche in quelli affetti da artrite idiopatica giovanile (JIA) è stato accertato un legame con la malattia paradontale. La conferma viene da uno studio, pubbli[...]

Artrite reumatoide, certolizumab pegol efficace indipendentemente dalla posologia di metotressato

I risultati di uno studio francese, di recente pubblicazione su Arthritis Care and Research, hanno dimostrato l'efficacia di certolizumab pegol (CZP) nel ridurre i segni e i sintomi di malattia e proteggere le articolazioni allo stesso modo, indipend[...]

Artrite reumatoide, Ok Fda per tofacitinib once a day a rilascio prolungato

L'Fda ha approvato una nuova formulazione di tofacitinib a rilascio prolungato, in compresse da 11 mg da somministrarsi una volta al giorno per il trattamento dei pazienti con artrite reumatoide moderata-severa che non rispondono adeguatamente o non [...]

AR in remissione o con ridotta attività di malattia, l'interruzione del trattamento anti-TNF triplica il rischio recidive

Interrompere il trattamento con un farmaco anti-TNF in pazienti con artrite reumatoide (AR) in remissione o con ridotta attività di malattia, li espone ad un rischio maggiore di recidive rispetto a quelli che continuano il trattamento. Queste le conc[...]

Artrite reumatoide, con abatacept la sospensione/riduzione glucocorticoidi un traguardo possibile

I risultati di un piccolo studio osservazionale prospettico pubblicato su RMD Open (1), il primo ad aver descritto i pattern di trattamento con glucocorticoidi (GC) concomitanti all'infusione endovena di abatacept in un set di pazienti provenienti da[...]

Osteoporosi in post-menopausa, in Fase III romosozumab centra endpoint primari di efficacia

Il trattamento di donne affette da osteoporosi post-menopausale con romosozumab ha ridotto l'incidenza di nuove fratture vertebrali a 12 e a 24 mesi (endpoint primario). Inoltre, l'anticorpo monoclonale ha soddisfatto anche l'endpoint secondario dell[...]

Artrite reumatoide, sieropositività RF e ACPA predice risposta ad abatacept

Il trattamento con abatacept di pazienti con artrite reumatoide (AR), sieropositivi per la presenza di RF (fattore reumatoide) e di autoanticorpi citrullinati (ACPA), è più efficace rispetto a quanto osservato nei pazienti sieronegativi per i 2 antic[...]

Artrite reumatoide, l'astenia peggiora d'inverno

I risultati di un piccolo studio pubblicato su BMC Musculoskeletal Disorders, hanno dimostrato che la percezione di astenia patologica (fatigue) peggiora nei mesi invernali anziché durante la bella stagione in pazienti con AR. Dal momento che l'aste[...]

Il consumo di caffè riduce il rischio di gotta?

Un consumo moderato di caffè può essere utile nella prevenzione primaria dell'iperuricemia o della gotta conclamata in entrambi i sessi. Le quantità da assumere per ottenere effetti apprezzabili, però, sono maggiori nella donna anzichè nell'uomo e, [...]

Artrite reumatoide, ACPA e RF associati ad incremento mortalità, ma le cause di morte cambiano

Stando ad uno studio pubblicato sulla rivista Annals of the Rheumatic Diseases, la positività agli anticorpi ACPA e al fattore reumatoide (RF) si associa ad un incremento della mortalità in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR). Cambiano, però[...]

Poliartriti all'esordio, in dirittura d'arrivo nuovo marker di predizione outcome sfavorevole a lungo termine

Uno studio di recente pubblicazione su Arthritis Research and Therapy ha probabilmente individuato nei livelli sierici della proteina 14-3-3η, in combinazione con i marker prognostici esistenti, un nuovo strumento che potrebbe migliorare l'iden[...]

Artrite reumatoide all'esordio, le comorbidità sono presenti in un paziente su due

Uno studio pubblicato su Arthritis Research & Therapy ha dimostrato come la presenza di comorbidità sia un evento comune nei pazienti con artrite reumatoide (AR) all'esordio, e come il loro numero possa aumentare in 5 anni di osservazione, a suggerir[...]