Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Compie 50 anni la reumatologia del Gaetano Pini-CTO


La vitamina D in Reumatologia, quali novità?


Malattie reumatiche e fragilità ossea, qual correlazione?


Abatacept raggiunge 10 anni di esperienza clinica, qual è il bilancio?


Malattie reumatiche e medicina di genere, cosa sappiamo?


Certolizumab sicuro in gravidanza, non attraversa la placenta


Ruolo degli interventi di riabilitazione nella gestione multidisciplinare del paziente reumatico


I costi sociali delle patologie reumatiche


LA SIR scende in piazza con la campagna #Reumadays


Artrite reumatoide: come riconoscerla fin dall'inizio


Lupus, le novità nella diagnosi


Artrite reumatoide: cosa sono e come funzionano i JAK inibitori


Lupus, i traguardi dei farmaci biologici


Artrocentesi: cos'è, come si effettua e perchè è utile


Artrite reumatoide: farmacologia degli anticorpi monoclonali utile per la scelta terapeutica


Meccanismi molecolari alla base dell'artrite reumatoide e ultime linee guida EULAR


Malattia di Fabry: caratteristiche cliniche e come riconoscerla


Terapia dell'artrite reumatoide, cosa c'è di nuovo?


Artrite reumatoide e fragilità ossea, quali farmaci possono essere di aiuto?


Artrite reumatoide, importanza della real life nel guidare il clinico durante le scelte terapeutiche


Artrite reumatoide, un progetto di teatroterapia per il supporto psicologico dei pazienti


"ripARtiamo": un progetto di teatroterapia per affrontare l'artrite reumatoide


ARTICOLI

Artrite reumatoide, scoperto possibile marker di non risposta a metotressato

Una bassa espressione dell'antigene CD39 sulle cellule T regolatorie potrebbe essere un biomarcatore utile per identificare i pazienti con artrite reumatoide che non rispondono bene al trattamento con metotressato.

Artrite reumatoide, l'obesità riduce risposta ai farmaci biologici di seconda linea

Un indice di massa corporea elevato (BMI) si accompagna ad una insufficiente risposta ad un farmaco biologico di seconda linea dopo trattamento iniziale insoddisfacente con un primo farmaco anti-TNF-alfa.

Lupus, riattivazioni in inverno correlate a livelli bassi di vitamina D

Uno studio retrospettivo di autori italiani pubblicato di recente su Clinical and Experimental Rheumatology, offre informazioni interessanti sulla correlazione tra livelli di vitamina D, lupus eritematoso sistemico e riattivazione della malattia.

Lupus, livelli di IgG anti-apoA-1 correlati all'attività della malattia e a dose e tipo di trattamento

Nei pazienti con lupus eritematoso sistemico, i livelli sierici di immunoglobuline G anti-apoA-1 sono risultati associati con l'attività della malattia, con l'utilizzo di una dose più alta di corticosteroidi e con il non assumere idrossiclorochina.

Artrite reumatoide, eventi avversi più frequenti con i DMARD biologici che con quelli convenzionali

Nei pazienti con artrite reumatoide che assumono farmaci antireumatici in grado di modificare il decorso della malattia (DMARD), gli eventi avversi sono significativamente più probabili con quelli biologici che non con quelli convenzionali.