Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Maternità e malattie reumatiche: le 5 cose da sapere


Gravidanza non più un tabù per le donne con malattie reumatiche. Al via #anchiomamma


Magna via Francigena, una camminata lunga 180 chilometri per i malati di fibromialgia


I progressi per i malati di fibromialgia per il riconoscimento della malattia


Nella cura della fibromialgia la Cannabis terapeutica funziona?


Una legge in arrivo per il riconoscimento della fibromialgia


Ci sono delle agevolazioni per i pazienti con fibromialgia?


Le ricerche scientifiche dell’AISF: camera iperbarica, registro sulla Cannabis e nordic walking


Ci sono dei fattori psicologici che predispongono alla fibromiagia?


Fibromialgia: i campanelli di allarme di natura fisica


Per curare la fibromialgia: si possono utilizzare le tecniche di neurostimolazione? PRO e CONTRO


Dobbiamo aspettare la diagnosi di fibrolmialgia secondo i criteri standard o possiamo intervenire prima? PRO e CONTRO


Algodistrofia: le 5 cose da sapere per una cura efficace


Conosciamo meglio l'algodistrofia, quali sono i sintomi, come si diagnostica e come si cura


Cosa è l’intelligenza artificiale? Prime applicazioni in medicina


Reumatologia: ruolo in terapia del sarilumab, un nuovo anti IL-6


Interessamento polmonare e cardiaco delle vasculiti: come contrastarlo?


Spondilortriti: la complessità va gestita con un approccio multidisciplinare


Health coaching: cosa è, a chi si rivolge, quali sono i suoi vantaggi


Un bilancio delle attività dell’ Osservatorio Epidemiologico GISEA


Attività del golimumab nella vita reale: dati dal registro Biobadaser


Perché l’artrite psoriasica è così difficile da trattare?


ARTICOLI

Artrite reumatoide, sarilumab (anti IL-6) in Fase III supera l'anti TNF

I risultati del trial SARIL-RA-MONARCH, uno studio di Fase III finalizzato alla valutazione della sicurezza e dell'efficacia del farmaco sperimentale sarilumab, in corso di sperimentazione clinica per il trattamento dell'artrite reumatoide (AR) moder[...]

Spondilite anchilosante e farmaci anti-TNF, bastano 3 mesi per osservare il massimo beneficio terapeutico e la stabilizzazione della funzione fisica?

Secondo uno studio pubblicato su Arthritis Care & Research e condotto in pazienti con spondilite anchilosante trattati con farmaci anti-TNF, sono necessari almeno 6 mesi di trattamento per osservare un miglioramento progressivo e la successiva stabil[...]

Malattia IgG4-correlata, individuati fattori di recidiva dopo trattamento con rituximab

La deplezione delle cellule B con rituximab si è rivelata un nuovo potente trattamento della malattia IgG4-correlata (IgG4-RD), anche senza l'aggiunta di glucocorticoidi (gli unici farmaci attualmente efficaci contro l'ampio spettro di sintomi fibro-[...]

Transizione da psoriasi ad artrite psoriasica: quale ruolo per l'infiammazione subclinica?

L'infiammazione subclinica sembra influenzare in maniera sostanziale il rischio di transizione dalla psoriasi all'artrite psoriasica. E' quanto dimostra uno studio longitudinale tedesco, di recente pubblicazione sulla rivista Annals of Rheumatic Dise[...]

Spondiloartrite assiale, edema midollo osseo potrebbe migliorare con i FANS

In pazienti affetti da spondiloartrite assiale, i tassi di abbandono del trattamento con FANS a dosi piene è elevato. Tuttavia, mentre non sembrano esservi differenze cliniche di rilievo in termini di attività di malattia tra i pazienti che continuan[...]

Lupus, belimumab più terapia standard riduce il rischio di danno d'organo

Pubblicata sulla rivista Lupus una nuova analisi a lungo termine su 988 pazienti che dimostra come i pazienti con Lupus eritematoso sistemico, (LES) trattati con belimumab in associazione con la terapia standard, a cinque anni di distanza presentino[...]

Tumore al seno e osteoporosi, un legame conosciuto ma ancora scarsa attenzione alle ossa

L'osteoporosi non è un problema legato solo all'invecchiamento della popolazione ma sempre più spesso colpisce donne anche giovani. Lo sanno bene le 250.000 donne italiane che ogni anno iniziano la terapia ormonale adiuvante dopo aver subito un inter[...]

Artrite psoriasica, attività ridotta di malattia predice outcome efficacia con golimumab

I pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA) che raggiungono la condizione di ridotta attività di malattia a seguito del trattamento con golimumab in 3 visite consecutive di controllo su 4, hanno una probabilità maggiore di presentare outcome di ef[...]

Gotta, febuxostat efficace senza danneggiare i reni

Il trattamento con febuxostat di pazienti gottosi con alterazione della funzione renale moderata-severa consente il raggiungimento dei livelli target di uricemia (

Gonartrosi e progressione danno strutturale, quali sono gli effetti della combinazione glucosamina/condroitin solfato?

Successo a metà per l'impiego di una combinazione di glucosamina (Glu) e condroitin solfato (CS) nella gonatrosi: i risultati di uno studio osservazionale, pubblicato sulla rivista Arthritis Care & Research, ne hanno documentato l'efficacia nel ritar[...]

Artrite reumatoide, rituximab efficace anche a dose dimezzata

In pazienti trattati con rituximab (RTX) per l'artrite reumatoide (AR), gli outcome clinici a 6 mesi (attività di malattia e funzione fisica) sono paragonabili, sia che si utilizzi la dose piena (1000 mg bis die) approvata, che quella dimezzata (500 [...]

Artrite idiopatica giovanile, accertato legame con paradontosi

Come avviene per i soggetti affetti da artrite reumatoide (AR) ad insorgenza in età adulta, anche in quelli affetti da artrite idiopatica giovanile (JIA) è stato accertato un legame con la malattia paradontale. La conferma viene da uno studio, pubbli[...]

Artrite reumatoide, certolizumab pegol efficace indipendentemente dalla posologia di metotressato

I risultati di uno studio francese, di recente pubblicazione su Arthritis Care and Research, hanno dimostrato l'efficacia di certolizumab pegol (CZP) nel ridurre i segni e i sintomi di malattia e proteggere le articolazioni allo stesso modo, indipend[...]

Artrite reumatoide, Ok Fda per tofacitinib once a day a rilascio prolungato

L'Fda ha approvato una nuova formulazione di tofacitinib a rilascio prolungato, in compresse da 11 mg da somministrarsi una volta al giorno per il trattamento dei pazienti con artrite reumatoide moderata-severa che non rispondono adeguatamente o non [...]

AR in remissione o con ridotta attività di malattia, l'interruzione del trattamento anti-TNF triplica il rischio recidive

Interrompere il trattamento con un farmaco anti-TNF in pazienti con artrite reumatoide (AR) in remissione o con ridotta attività di malattia, li espone ad un rischio maggiore di recidive rispetto a quelli che continuano il trattamento. Queste le conc[...]

Artrite reumatoide, con abatacept la sospensione/riduzione glucocorticoidi un traguardo possibile

I risultati di un piccolo studio osservazionale prospettico pubblicato su RMD Open (1), il primo ad aver descritto i pattern di trattamento con glucocorticoidi (GC) concomitanti all'infusione endovena di abatacept in un set di pazienti provenienti da[...]

Osteoporosi in post-menopausa, in Fase III romosozumab centra endpoint primari di efficacia

Il trattamento di donne affette da osteoporosi post-menopausale con romosozumab ha ridotto l'incidenza di nuove fratture vertebrali a 12 e a 24 mesi (endpoint primario). Inoltre, l'anticorpo monoclonale ha soddisfatto anche l'endpoint secondario dell[...]

Artrite reumatoide, sieropositività RF e ACPA predice risposta ad abatacept

Il trattamento con abatacept di pazienti con artrite reumatoide (AR), sieropositivi per la presenza di RF (fattore reumatoide) e di autoanticorpi citrullinati (ACPA), è più efficace rispetto a quanto osservato nei pazienti sieronegativi per i 2 antic[...]

Artrite reumatoide, l'astenia peggiora d'inverno

I risultati di un piccolo studio pubblicato su BMC Musculoskeletal Disorders, hanno dimostrato che la percezione di astenia patologica (fatigue) peggiora nei mesi invernali anziché durante la bella stagione in pazienti con AR. Dal momento che l'aste[...]

Il consumo di caffè riduce il rischio di gotta?

Un consumo moderato di caffè può essere utile nella prevenzione primaria dell'iperuricemia o della gotta conclamata in entrambi i sessi. Le quantità da assumere per ottenere effetti apprezzabili, però, sono maggiori nella donna anzichè nell'uomo e, [...]