Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Sapevi che la salute di ossa e cuore è collegata? Scoprilo col progetto ProtectUrLife.


Le fratture di fragilità: definizione, epidemiologia e situazione trattamento


Le fratture di fragilità: cause, diagnosi e terapia


La gestione ortopedica delle fratture di fragilità


GEODEIT (Gruppo Edema Osseo Diagnosi e Interventi Terapeutici) per la prima volta a congresso


L'edema osseo dell'algodistrofia


Fisiopatologia e Classificazione degli Edemi Ossei


L'edema osseo transitorio e l'edema osseo migrante


Le fratture da stress e le microfratture


La diagnosi precoce dell'Edema Osseo nelle Spondiloentesoartriti


Artrite reumatoide e spondiloentesoartriti: diagnosi precoce e fattori predittivi


La terapia dell'Osteoartrosi e delle lesioni midollari ossee


Concomitanza di malattie reumatiche e infiammatorie intestinali: ruolo di ustekinumab


Artrite reumatoide: primi dati di vita reale su baricitinib


Fibromialgia: più vicina l'inclusione nei livelli essenziali di assistenza


Artrite psoriasica: i primi dati italiani sull'utilizzo di apremilast nella vita reale


Upadacitinib, nuovo anti JAK: che cos'è e come funziona


Gotta, iperuricemia e comorbidità. Uno sguardo alle novità in terapia


Reumatologhe donne: quando la reumatologia è in rosa


Artrite reumatoide: nuovi marcatori per indirizzare la terapia


Arterite a cellule giganti: cos'è, come si manifesta, cause e diagnosi


Terapia dell'arterite a cellule giganti: cosa c'è di nuovo?


ARTICOLI

Spondiloartrite periferica non psoriasica, adalimumab sicuro ed efficace in Fase III

Un trial clinico di Fase III, di recente pubblicazione sulla rivista Arthritis & Rheumatology, ha dimostrato l'efficacia di adalimumab nell'alleviare la sintomatologia e migliorare la funzione fisica in pazienti affetti da spondiloartrite (SpA) perif[...]

Artrite reumatoide, risultati promettenti da nuovo anticorpo monoclonale anti GM-CSF in sperimentazione

MOR103: questa la sigla di un nuovo anticorpo monoclonale sperimentale contro il GM-CSF (fattore stimolante le colonie di granulociti-macrofagi) che, stando ai risultati di un trial randomizzato, in doppio cieco, controllato vs. placebo, atto a testa[...]

Artrite reumatoide, nessun aumento del rischio di cancro con i farmaci anti-TNF

L'aggiunta di un farmaco anti-TNF al trattamento con DMARDs sintetici non innalza il rischio di tumori solidi in pazienti con AR nel corso dei primi 5 anni di terapia.

Artrite reumatoide, bene nuovo anticorpo monoclonale anti GM-CSF in sperimentazione

MOR103: questa la sigla di un nuovo anticorpo monoclonale sperimentale contro il GM-CSF (fattore stimolante le colonie di granulociti-macrofagi) che, stando ai risultati di un trial randomizzato, in doppio cieco, controllato vs. placebo, atto a testa[...]

Spondilite anchilosante e spondiloartrite assiale senza evidenza radiologica, confermata efficacia farmaci anti-TNF da metanalisi

I farmaci anti-TNF-alfa migliorano l'attività di malattia e la capacità funzionale dei pazienti affetti da spondilite anchilosante (AS) o da spondiliartrite assiale senza evidenza radiologica (nr-axSpA) in modo clinicamente significativo rispetto al [...]

Artrite reumatoide, trattamento aggressivo aumenta possibilità remissione sostenuta libera da DMARD

L'adozione di strategie di trattamento più intensive aumenta, nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR), la possibilità di raggiungere l'outcome della remissione sostenuta libera da DMARD.

Artrite reumatoide, aggiornate le linee guida relative al treat-to-target

A 4 anni dalla loro prima uscita, sono appena stati pubblicati sulla rivista Annals of Rheumatic Diseases gli aggiornamenti relativi al trattamento treat-to-target nell'artrite reumatoide (AR). Il titolo della pubblicazione parla di “aggiornamento al[...]

Osteoporosi, prevalenza e fattori predittivi in pazienti affetti da spondilite anchilosante

I risultati di uno studio caso-controllo di recente pubblicazione online ahead-of-print sulla rivista Clinical and Experimental Rheumatology hanno dimostrato che l'elevata attività di malattia e il coinvolgimento dell'anca rappresentano due fattori d[...]

Osteoporosi, ancora lontano l'obiettivo del treat-to-target

E' possibile trattare l'osteoporosi (OP) adottando la strategia del treat-to-target, come avviene per il diabete, l'ipertensione, l'artrite reumatoide e l'ipercolesterolemia?

Artrite reumatoide, efficacia anti-TNF-alfa a dose ridotta non inferiore a trattamento a dosi piene

Il ricorso ad una strategia terapeutica basata sull'interruzione del trattamento o sulla riduzione dei dosaggi standard di adalimumab o etanercept, due farmaci anti-TNF-alfa di provata efficacia nel trattamento dell'artrite reumatoide (AR), non dà ri[...]

Artrite reumatoide e rituximab in pazienti non responders agli anti-TNF: meglio non aspettare troppo

L'impiego precoce di rituximab potrebbe portare ad un più stretto controllo dell'attività di malattia e ad un miglioramento degli outcome clinici nei pazienti con risposta inadeguata ai farmaci anti-TNF.

Osteoporosi in pazienti con HIV, efficaci due diverse strategie di trattamento con zoledronato

Il trattamento standard con una dose singola di zoledronato in 2 anni sembrerebbe essere efficace sulla densità minerale ossea di pazienti con HIV affetti da osteoporosi (OP) almeno quanto il trattamento con 2 dosi di farmaco nello stesso arco tempo[...]

Artrite reumatoide, rischio CV associato ad attività di malattia piuttosto che alla sua durata

I risultati di uno studio osservazionale pubblicato sulla rivista Annals of Rheumatic Diseases (1) hanno dimostrato che la durata di malattia non sembra influenzare il rischio di malattia CV in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR). Al contrari[...]

Artrite reumatoide, l'approccio treat-to-target non previene cachessia reumatoide

L'approccio “treat-to-target” al trattamento dell'artrite reumatoide (AR) è efficace nel migliorare l'attività di malattia, indurne la remissione ed arrestarne la progressione, ma non è in grado di prevenire le alterazioni di composizione corporea ti[...]

Artrite reumatoide, bassi livelli di lupus farmaco-indotto con farmaci anti-TNF

L'incidenza di eventi lupus-like è ridotta nei pazienti con artrite reumatoide (AR) trattati con farmaci anti-TNF e si limita ad episodi ad esclusivo coinvolgimento cutaneo. Queste le conclusioni rassicuranti di uno studio presentato nel corso del me[...]

Pfizer e 23andMe lanciano uno studio per identificare le basi genetiche del Lupus

La società californiana 23andMe impegnata nella genetica personalizzata ha annunciato il lancio del Lupus Research Study in collaborazione con Pfizer. Per lo studio, le due aziende arruoleranno circa 5mila pazienti con Lupus Eritematoso Sistemico (LE[...]

Lupus, risultati contraddittori con rituximab

I risultati di uno studio presentato in occasione del meeting annuale della BSR (British Society of Rheumatology) recentemente conclusosi a Manchester, nel Regno Unito, hanno documentato un'ampia variabilità di risposta al rituximab nei pazienti affe[...]

Artrite giovanile, buona la risposta ad etanercept

I risultati principali di uno studio presentato nel corso del meeting annuale della British Society of Rheumatology hanno documentato il raggiungimento, in circa la metà dei pazienti con artrite giovanile idiopatica (AIG) sottoposti a trattamento per[...]

Sclerosi sistemica, risultati promettenti con tocilizumab

Sono incoraggianti i risultati di uno studio esplorativo (proof-of-concept), volto a verificare la possibilità di trattamento della sclerosi sistemica diffusa (Ssc) con tocilizumab, presentati recentemente a Manchester nel corso del meeting annuale d[...]

Artrite reumatoide, remissione con abatacept prosegue, a determinate condizioni, anche dopo sospensione farmaco

Uno studio giapponese, pubblicato sulla rivista Rheumatology, suggerisce come la remissione dell'artrite reumatoide (AR) ottenuta in pazienti trattati con abatacept, possa essere preservata nel tempo, anche dopo sospensione del trattamento e possa es[...]