Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Sapevi che la salute di ossa e cuore è collegata? Scoprilo col progetto ProtectUrLife.


Le fratture di fragilità: definizione, epidemiologia e situazione trattamento


Le fratture di fragilità: cause, diagnosi e terapia


La gestione ortopedica delle fratture di fragilità


GEODEIT (Gruppo Edema Osseo Diagnosi e Interventi Terapeutici) per la prima volta a congresso


L'edema osseo dell'algodistrofia


Fisiopatologia e Classificazione degli Edemi Ossei


L'edema osseo transitorio e l'edema osseo migrante


Le fratture da stress e le microfratture


La diagnosi precoce dell'Edema Osseo nelle Spondiloentesoartriti


Artrite reumatoide e spondiloentesoartriti: diagnosi precoce e fattori predittivi


La terapia dell'Osteoartrosi e delle lesioni midollari ossee


Concomitanza di malattie reumatiche e infiammatorie intestinali: ruolo di ustekinumab


Artrite reumatoide: primi dati di vita reale su baricitinib


Fibromialgia: più vicina l'inclusione nei livelli essenziali di assistenza


Artrite psoriasica: i primi dati italiani sull'utilizzo di apremilast nella vita reale


Upadacitinib, nuovo anti JAK: che cos'è e come funziona


Gotta, iperuricemia e comorbidità. Uno sguardo alle novità in terapia


Reumatologhe donne: quando la reumatologia è in rosa


Artrite reumatoide: nuovi marcatori per indirizzare la terapia


Arterite a cellule giganti: cos'è, come si manifesta, cause e diagnosi


Terapia dell'arterite a cellule giganti: cosa c'è di nuovo?


ARTICOLI

Osteoporosi, abaloparatide bene in fase III nella riduzione delle fratture vertebrali e non

L'analogo sperimentale della proteina correlata all'ormone paratiroideo (PTHrP) abaloparatide ha ridotto in modo significativo le fratture nelle donne in post-menopausa osteoporotiche ad alto rischio. Lo dimostrano i risultati dello studio di fase II[...]

Lupus, riattivazioni in inverno correlate a livelli bassi di vitamina D

Uno studio retrospettivo di autori italiani pubblicato di recente su Clinical and Experimental Rheumatology, offre informazioni interessanti sulla correlazione tra livelli di vitamina D, lupus eritematoso sistemico e riattivazione della malattia.

Artrite reumatoide, più probabile la risposta a rituximab se il fattore reumatoide è positivo

I pazienti affetti da artrite reumatoide sieropositivi per il fattore reumatoide o gli anticorpi anti-peptidi citrullinati hanno mostrato maggiori probabilità di rispondere al trattamento con rituximab rispetto ai pazienti sieronegativi in uno studio[...]

Storia di una ladra di ossa, è possibile combattere l'osteoporosi?

E' una malattia furba e silenziosa, che spesso si manifesta solo quando oramai è avanzata e la perdita ossea è così consistente che si arriva alla frattura. Ma le donne hanno i mezzi per combatterla anche se in poche ne sono a conoscenza. Per questo [...]

Lupus, livelli di IgG anti-apoA-1 correlati all'attività della malattia e a dose e tipo di trattamento

Nei pazienti con lupus eritematoso sistemico, i livelli sierici di immunoglobuline G anti-apoA-1 sono risultati associati con l'attività della malattia, con l'utilizzo di una dose più alta di corticosteroidi e con il non assumere idrossiclorochina.

Artrite reumatoide, eventi avversi più frequenti con i DMARD biologici che con quelli convenzionali

Nei pazienti con artrite reumatoide che assumono farmaci antireumatici in grado di modificare il decorso della malattia (DMARD), gli eventi avversi sono significativamente più probabili con quelli biologici che non con quelli convenzionali.

Artrite giovanile idiopatica, etanercept può favorire la crescita

Il trattamento con etanercept può portare a un aumento della crescita nei bambini affetti da artrite giovanile idiopatica, anche in assenza di un miglioramento significativo dell'attività di malattia. A suggerirlo è uno studio inglese pubblicato di r[...]

Artrite reumatoide, tocilizumab sottocute sicuro ed efficace come endovena

La forma iniettabile più recente dell'anticorpo monoclonale tocilizumab, quella sottocute, sembra essere altrettanto sicura ed efficace quanto la prima formulazione approvata, quella per via endovenosa, nel trattamento dell'artrite reumatoide che non[...]

Artrite reumatoide, denosumab sicuro in combinazione con biologici

La somministrazione del denosumab in pazienti sottoposti a terapia con farmaci biologici per la cura dell'artrite reumatoide non è associata a un aumento delle ospedalizzazioni a causa di infezioni. E' quanto emerso da uno studio pubblicato su Arthri[...]

Fibromialgia, sintomi peggiori associati alla necessità di fare sonnellini

Nei pazienti affetti da fibromialgia, la necessità di fare sonnellini diurni è risultata associata a una maggiore gravità dei sintomi, il che rafforzerebbe l'idea che i pazienti sentano il bisogno di dormire durante il giorno per far fronte ai sintom[...]

Aralofenato, nuovo anti-gotta, promosso a pieni voti in fase II

Aralofenato, un nuovo farmaco sperimentale contro la gotta sviluppato dalla calforniana CymaBay Therapeutics ha centrato l'obiettivo primario in uno studio di fase IIb, dimostrandosi efficace nel ridurre le riattivazioni della malattia (P = 0,0056).

Bene rituximab, anche senza steroidi, nella malattia IgG-4-correlata

La deplezione delle cellule B con rituximab si è rivelata un nuovo potente trattamento della malattia IgG4-correlata (IgG4-RD), anche senza l'aggiunta di glucocorticoidi (gli unici farmaci attualmente efficaci contro l'ampio spettro di sintomi fibro-[...]

Crescono i dubbi sul rischio di retinopatia con l’uso prolungato di idrossiclorochina

Il rischio di retinopatia tossica irreversibile associato all’impiego di idrossiclorochina - ampiamente usata per il trattamento a lungo termine di diverse malattie reumatologiche, tra cui lupus eritematoso sistemico e artrite reumatoide - è molto ma[...]

Spondilite anchilosante, il fumo può ridurre i benefici degli anti-TNF

I pazienti con spondiloartrite assiale che fumano potrebbero privarsi, essi stessi, dei benefici degli inibitori del fattore di necrosi tumorale (TNF) alfa, soprattutto se hanno livelli elevati di proteina C-reattiva (PCR).

Vasculite sistemica, regime a basso dosaggio più sicuro nell'anziano

Un regime immunosoppressivo sperimentale contenente dosi cumulative più basse di steroidi e ciclofosfamide rispetto a quello convenzionale è risultato associato a un minor numero di eventi avversi gravi nei pazienti anziani con vasculite sistemica ne[...]

Artrite reumatoide, nuove conferme per bariticinib in fase III

Baricitinib, un nuovo inibitore di JAK1 e JAK2 attivo per via orale, ha dimostrato di offrire un miglioramento statisticamente significativo rispetto al placebo della percentuale di risposta ACR20 dopo 12 settimane di trattamento (endpoint primario) [...]

Malattia di Behçet vascolare, meglio evitare gli anticoagulanti

Sebbene l'EULAR, nelle sue linee guida, raccomandi l'utilizzo solo di agenti immunsuppressori per i pazienti con malattia di Behçet vascolare, molti reumatologi aggiungono alla terapia anche anticoagulanti, e, a volte, si limitano addirittura a dare [...]

Artrite reumatoide, meno anticorpi ACPA nei responder rapidi

I pazienti con artrite reumatoide di nuova diagnosi che hanno risposto al trattamento con metotressato e poi alle successive terapie aggiuntive hanno mostrato riduzioni degli anticorpi anti-peptidi citrullinati (ACPA) e una minore progressione radiog[...]

Nitisinone efficace e sicuro nei pazienti con alcaptonuria

Nei pazienti affetti da alcaptonuria, una grave malattia genetica caratterizzata dall’insorgenza di una spondiloartropatia precoce, nitisinone diminuisce i livelli di acido omogentisico (HGA) in modo efficace e sicuro. A suggerirlo sono i risultati d[...]

Sclerosi sistemica, ulcere digitali predittori di peggioramento della malattia

I pazienti con sclerosi sistemica (SSc) che hanno una storia di ulcere digitali, sono ad alto rischio di sviluppare ulcere supplementari in futuro e anche le gravi manifestazioni sistemiche della malattia. Questo è quanto riportato in uno studio euro[...]