Ortopedia e Reumatologia

VIDEO

Vasculiti, gli hot topics del secondo corso europeo dell'EUVAS


Problematiche respiratorio e cardiache, quale collegamento all'osteoporosi?


Osteoporosi, quando è dovuta ai glucocorticoidi?


Incontri pisani di endocrinologia e metabolismo, la formazione dei giovani specializzandi


Osteoporosi, cosa fare quando la causa è una neoplasia


Malattie gastrointestinali ed osteoporosi quale collegamento?


Malattie endocrine ed osteoporosi. Focus sul diabete di tipo 2


Ipovitaminosi D, una pandemia internazionale. Quando, come e perchè sopperire alla carenza


Novità nel trattamento della gotta


Gotta: definizione e diagnosi


Gotta: quale è il vissuto dei pazienti?


Terapia infiltrativa con acido ialuronico, quando usarla nell'osteoartrosi?


Dolore da osteoartrosi, quando usare i fans e quando gli oppiacei


Trattamento dell'osteoporosi, cosa abbiamo a disposizione?


Reumatologia, i tre bisogni insoddisfatti


Dall'osteoporosi alle patologie reumatologiche, temi caldi del Pontereuma 2018


Lombalgia infiammatoria, come distinguerla da quella meccanica


Le small molecules in reumatologia, cosa sappiamo?


Fibrosi polmonare e malattie reumatiche su base autoimmune sistemica, quale collegamento?


Edemi ossei nelle malattie reumatologiche, come gestirli?


I “big data” aiuteranno il progresso della medicina?


Artrite psoriasica e comorbidità: ustekinumab efficace anche negli obesi. Registro BIOPURE


ARTICOLI

Artrite reumatoide, golimumab ancora più efficace nei pazienti gravi mai trattati con MTX

Il trattamento con l'anticorpo anti-TNF golimumab, in aggiunta a metotressato (MTX), porta a un miglioramento dei segni e sintomi della malattia e rallenta la progressione del danno strutturale in tutti i pazienti con artrite reumatoide non trattati [...]

Osteoporosi, denosumab: sicurezza ed efficacia durature per almeno 8 anni

Nuove conferme sull'efficacia e sulla sicurezza a lungo termine di denosumab contro l'osteoporosi postmenopausale. A fornirle sono gli ultimi dati dell'estensione in aperto dello studio FREEDOM (Fracture Reduction Evaluation of Denosumab in Osteoporo[...]

Bisfosfonati, come agiscono nel trattamento della sindrome algodistrofica?

Quali sono i meccanismi attraverso i quali i bifosfonati producono sollievo dal dolore e miglioramento dello stato fisico del paziente con algodistrofia? Di questo argomento si sono interessati esperti della materia quali il Dott. Massimo Varenna e i[...]

Abaloparatide molto bene in fase II nell'aumentare la densità ossea

Abaloparatide, un analogo di sintesi del peptide correlato all'ormone paratiroideo umano, si è dimostrato superiore rispetto a teriparatide nell'aumentare la densità minerale ossea (BMD) in diverse sedi anatomiche in due studi di fase II randomizzati[...]

Artrite reumatoide, certolizumab efficace dopo il fallimento di un primo anti-TNF

Certolizumab, un anticorpo monoclonale diretto contro il TNF alfa, potrebbe essere efficace nei pazienti con artrite reumatoide che non hanno più risposto a un altro inibitore del TNF inizialmente efficace. A suggerirlo è uno studio randomizzato di u[...]

Nefrite lupica refrattaria, bene rituximab, con benefici a lungo termine

Il trattamento con l’anticorpo monoclonale rituximab in pazienti con nefrite lupica refrattaria si è tradotto in un miglioramento significativo a lungo termine dei sintomi, dell’istologia e dei marker di laboratorio in uno studio prospettico in apert[...]

Monitoraggio terapeutico dei farmaci in AR, LES e gotta: quanto è utile?

Una soppressione rapida ed efficace dell'infiammazione è il primo obiettivo nel trattamento di una malattia reumatica. Tuttavia l'effetto terapeutico di gran parte dei medicinali si manifesta lentamente, impiegando anche settimane o mesi. Monitorare [...]

Sindrome di Sjogren, nessun miglioramento con idrossiclorochina

Il trattamento con idrossiclorochina non sembra portare a miglioramenti statisticamente significativi rispetto al placebo nel controllo dei sintomi di pazienti affetti da sindrome di Sjogren, una malattia cronica autoimmune e sistemica la cui prevale[...]

Perdita ossea limitata con glucocorticoidi a basso dosaggio

Con i glucocorticoidi a basso dosaggio tipicamente utilizzati per il trattamento di malattie infiammatorie croniche come l'artrite reumatoide nell'adulto, la perdita ossea dopo un anno è limitata. A rivelarlo è una nuova metanalisi di studi prospetti[...]

Lupus, conferme di efficacia per belimumab dalla pratica clinica

Belimumab ha portato un miglioramento clinico significativo nel 74% dei pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) trattati per 6 mesi con l'anticorpo, riducendo i sintomi della malattia e l'uso di steroidi, e migliorando in modo significativo la[...]

Sirukumab bocciato in fase II nella nefrite lupica

Sirukumab, un anticorpo monoclonale sperimentale che ha come bersaglio l'nterleuchina-6, non ha fornito alcun beneficio ai pazienti colpiti da nefrite lupica e in più ha dimostrato di esporli a un rischio molto elevato di sviluppare un'infezione grav[...]

Immunogenicità con gli inibitori del TNFα: bene l’associazione con DMARD anche nelle spondiliti e nella psoriasi

Quali sono gli effetti delle terapie immunomodulanti quando associate ad un inibitore del TNFα? Ottimizzare la dose di metotrexato può prolungare l’attività terapeutica del biologico nel tempo, apportando benefici alla gestione della malattia? Q[...]

Lupus cutaneo: sintomi della progressione verso la forma sistemica

Qual è la probabilità che un paziente con nuova diagnosi di lupus eritematoso cutaneo possa sviluppare nel tempo una forma sistemica? Questo quesito è senz'altro cruciale per i medici che si occupano di questa patologia, sia nell'ottica di elaborare [...]

L’attitudine del paziente influenza l’aderenza terapeutica nelle malattie infiammatorie?

Convinzioni e preoccupazioni possono influenzare la capacità dei pazienti di aderire alla terapia farmacologica in un buon numero di malattie croniche infiammatorie autoimmuni.

Artrite reumatoide, sarilumab, nuovo anti IL-6, bene in fase III

Positivi i risultati di uno studio di fase III, condotto con il farmaco sperimentale sarilumab in pazienti con artrite reumatoide non sufficientemente controllati con metotrexato. Lo studio è stato presentato al congresso EULAR, l’europeo di reumato[...]

Proteina C reattiva, biomarker di risposta precoce nell’AR

La proteina C reattiva, uno dei più utilizzati indici di flogosi, sembra poter predire la risposta al trattamento con infliximab associato a metotrexato. Questa scoperta ci arriva dall’analisi post hoc di dati raccolti nel ‘real world’.

Artrite reumatoide, se serve ritrattamento, dimezzare la dose si può

Dimezzare la dose di rituximab, quando è necessario un ritrattamento, può offrire un'opzione efficace a lungo termine per tenere a bada la malattia nei pazienti affetti da artrite reumatoide (AR). È quanto emerge da uno studio multicentrico di autori[...]

Lupus, se il paziente è in remissione possibile stoppare gli immunosoppressori

Uno studio presentato al recente congresso della European League Against Rheumatism, a Parigi, mostra come in un gruppo di pazienti con lupus eritematoso sistemico (LES) in remissione dopo essere stati trattati con un farmaco immunosoppressore e pred[...]

Acido ialuronico vs gel di polinucleotidi nell'osteoartrosi del ginocchio, chi vince?

Il primo tempo si chiude con un pareggio, data l'efficacia comparabile fra gel a base di polinucleotidi e acido ialuronico nel ridurre i sintomi dell'osteoartrosi del ginocchio. Il secondo tempo vede invece un duro testa a testa fra i due prodotti ne[...]

Etanercept, parere positivo UE per spondilite assiale non radiografica

Il Chmp dell'Ema ha dato parere positivo all'approvazione di una nuova indicazione per l'inibitore del fattore di necrosi tumorale etanercept: il trattamento di una grave spondiloartrite assiale non radiografica con segni obiettivi di infiammazione,[...]