Artrite psoriasica, sia l'inibizione di TNF-alfa che di IL-12/23 migliorano la sintomatologia depressiva #ACR2019

Ortopedia e Reumatologia

L'impiego di golimumab (farmaco anti-TNF) e di ustekinumab (inibitore IL-12/23) si associa ad un miglioramento statisticamente significativo della sintomatologia depressiva in pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA). E' quanto dimostra un'analisi post-hoc dei dati di alcuni trial clinici sull'impiego dei due farmaci in pazienti affetti da PsA, presentata nel corso del congresso annuale ACR, che ne amplia le possibilitÓ d'impiego in sottogruppi di pazienti affetti da comorbilitÓ diverse.

L’impiego di golimumab (farmaco anti-TNF) e di ustekinumab (inibitore IL-12/23) si associa ad un miglioramento statisticamente significativo della sintomatologia depressiva in pazienti affetti da artrite psoriasica (PsA).

E’ quanto dimostra un’analisi post-hoc dei dati di alcuni trial clinici sull’impiego dei due farmaci in pazienti affetti da PsA, presentata nel corso del congresso annuale dell’American College of Rheumatology, che ne amplia le possibilità d’impiego in sottogruppi di pazienti affetti da comorbilità diverse.

Come è noto, la prevalenza di sintomatologia depressiva è data in aumento nei pazienti affetti da PsA. Si sa ancora poco, tuttavia, sull’impatto di un controllo efficace dell’infiammazione sull’umore depresso frequentemente rilevato in questi pazienti e sull’influenza diretta delle terapie utilizzate per la PsA sulla depressione.

Lo scopo di questa analisi post-hoc è stato quello di valutare l’effetto di golimumab e di ustekinumab sul miglioramento della sintomatologia depressiva in pazienti con PsA reclutati in alcuni trial clinici registrativi.

A tal scopo, sono stati messi in pool i dati relativi al trial GO-REVEAL (golimumab nella PsA) con quelli degli studi PSUMMIT 1 e 2 (ustekinumab nella PsA). Nello specifico, i ricercatori hanno valutato i dati di questi trial estrapolati all’inizio del trattamento a distanza di 14 e 16 settimane, nonché a 24 settimane.

I ricercatori sono ricorsi al questionario SF-36 (dominio mentale MCS) per intercettare le variazioni di sintomatologia depressiva durante il tempo di esecuzione dei trial ed hanno calcolato la variazione della percentuale di pazienti ancora affetti da sintomatologia depressiva rispetto alle condizioni iniziali.

I risultati dell’analisi
La messa in pool dei dati relativi ai 3 trial clinici sopracitati ha portato a considerare gli outcome del trattamento in 1.332 pazienti, aventi un’età media di 47 e con una prevalenza di soggetti di sesso femminile oscillante tra il 39,8% e il 52,6%.

Nelle condizioni iniziali dei studi, la percentuale di pazienti affetti da depressione si attestava intorno al 29,4% nello studio GO-REVEAL, al 34,9% nello studio PSUMMIT 1 e al 38,8% nello studio PSUMMIT 2, rispettivamente.

Lo studio ha documentato una riduzione significativa della percentuale di pazienti affetti da depressione in tutti i 3 bracci di trattamento, corrispondenti ai 3 trial clinici.
In particolare, nello studio GO-REVEAL, la proporzione di pazienti depressi nel braccio golimumab è scesa dal 31,2% iniziale al 19,5% a 14 settimane  (OR=0,54; p=0,001) e al 15,8% a 24 settimane (OR=0,41; p<0,001).

Nel braccio ustekinumab del trial PSUMMIT 1, invece, la percentuale di pazienti affetti da depressione è passata dal 36,2% al basale al 23,5% a 16 settimane (OR=0,54; p<0,001) e al 20,3% a 24 settimane (OR=0,45; p<0,001).

Un trend simile di riduzione è stato osservato nel braccio ustekinumab del trial PSUMMIT 2: il 37,5% dei pazienti aveva sintomatologia depressiva all’inizio dello studio rispetto al 25,5% dei pazienti a 14 settimane (OR=0,57; p=0,009) e al 21,2% a 24 settimane (OR=0,45; p<0,001).

Da ultimo, il braccio placebo di tutti i 3 trial considerati è andato incontro a variazioni minime della percentuale di comorbilità depressiva.

NC

Bibliografia
Eder L et al. Blockage of TNFα and IL-12/23 Improves Depressive Symptoms in Patients with Psoriatic Arthritis – Analysis of Clinical Trial Data. Presented at: American College of Rheumatology/Association of Rheumatology Professionals Annual Meeting; Nov. 9-13, 2019; Atlanta. Abstract 1490
Leggi