Chirurgia revisione intervento cuffia rotatori, il rischio non aumenta con unica iniezione steroidi

Stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su Arthroscopy, non sembra esservi un'associazione tra una singola iniezione alla spalla di corticosteroide (effettuata entro l'anno precedente l'intervento artroscopico di riparazione delle lesioni a carico della cuffia dei rotatori) e un innalzamento del rischio di ricorso a chirurgia di revisione in questi pazienti. Tale rischio, invece, sembra innalzarsi a seguito di due o più iniezioni di steroidi.

Stando ai risultati di uno studio di recente pubblicazione su Arthroscopy, non sembra esservi un’associazione tra una singola iniezione alla spalla di corticosteroide (effettuata entro l’anno precedente l’intervento artroscopico di riparazione delle lesioni a carico della cuffia dei rotatori) e un innalzamento del rischio di ricorso a chirurgia di revisione in questi pazienti. Tale rischio, invece, sembra innalzarsi a seguito di due o più iniezioni di steroidi.

Gli autori dello studio sono pervenuti a tali conclusioni dopo aver consultato due database amministrativi Usa, contenenti i dati relativi a tutti i pazienti andati incontro ad intervento chirurgico, in artroscopia, di riparazione delle lesioni a carico della cuffia dei rotatori. Ciò ha portato all’identificazione di 110.567 pazienti, andati incontro a chirurgia secondo il programma di assistenza sanitaria pubblica USA Medicare, e  di 12.892 pazienti, operati in regime assicurativo privato.

I ricercatori hanno raggruppato i pazienti sulla base del numero di iniezioni di steroide alla spalla effettuate un anno prima dell’esecuzione dell’intervento chirurgico.

Sono stati considerati 3 esiti per una diagnosi di lesione della cuffia dei rotatori a distanza di 2 anni da un primo intevento: revisione artroscopica ipsilaterale, riparazione della cuffia dei rotatori o lavaggio in artroscopia.

Dai risultati è emerso che una singola iniezione di CS effettuata un anno prima dell’intervento di riparazione della cuffia dei rotatori non correlava con l’esecuzione di intervento di revisione chirurgica in ciascuno dei due database consultati,
Al contrario, l’associazione con la chirurgia di revisione è stata osservata in corrispondenza del riscontro di due o più iniezioni di steroide effettuate l’anno precedente il primo intervento.

“I risultati dello studio dimostrano, nei pazienti con lesione nota o sospetta della cuffia dei rotatori, che una singola iniezione di CS è sicura e non aumenta il rischio di complicanze post-chirurgiche da primo intervento – sottolineano gli autori a commento del loro lavoro”.

“Al contrario – continuano – una storia di più iniezioni di CS nel corso dell’anno precedente il primo ricorso alla chirurgia si associa con un tasso più elevato di insuccesso dell’intervento e di ricorso a chirurgia di revisione. Pertanto, i chirurghi dovrebbero tener conto di queste osservazioni e considerare l’opportunità di ricorrere a trattamenti conservativi diversi dalle iniezioni o dalla chirurgia, anziché ricorrere alla terapia con più somministrazioni di steroidi in questi pazienti”.

NC

Bibliografia
Desai VS et al. Increasing Numbers of Shoulder Corticosteroid Injections Within a Year Preoperatively May Be Associated With a Higher Rate of Subsequent Revision Rotator Cuff Surgery
Leggi
https://www.arthroscopyjournal.org/article/S0749-8063(18)30664-9/fulltext