Formazione, il Master Universitario in Ricerca Traslazionale in Reumatologia farÓ il bis a Trieste

Alla luce del successo del primo anno annunciata la Seconda Edizione del Master per l'A.A. 2016-17, promosso dall'UniversitÓ degli Studi di Trieste e sostenuto da FIRA Onlus (Fondazione Italiana per la Ricerca sull'Artrite), fondazione della SIR - SocietÓ Italiana di Reumatologia.

Si è conclusa la prima edizione del Master Universitario di II° Livello dedicato alla Ricerca Traslazionale in Reumatologia, promosso dall’Università degli Studi di Trieste, Dipartimento di Scienze Mediche Chirurgiche e sostenuto da FIRA Onlus (Fondazione Italiana per la Ricerca sull’Artrite), fondazione della SIR – Società Italiana di Reumatologia. Nato da una proposta di GISEA (Gruppo Italiano di Studio sulla Early Arthritis), ha avuto anche l’egida del Collegio dei Docenti di Reumatologia.

Come prova finale, i 14 partecipanti al Master, riuniti in Gruppi, in linea con uno degli obiettivi del Master (favorire la ricerca, incoraggiando la collaborazione, fra i partecipanti al Master, provenienti da diverse Scuole Reumatologiche Italiane) hanno presentato alla Commissione di Diploma, 6 progetti di ricerca. L’evento si è svolto il 30 settembre, giorno in cui si celebra anche la Notte Europea dei Ricercatori in Italia. I 6 progetti presentati sono stati valutati, per i contenuti scientifici e la fattibilità della realizzazione, da una Commissione FIRA, e ritenuti tutti meritevoli del sostegno finanziario per la realizzazione del progetto.
“Il master offerto dall’Ateneo di Trieste vuole rappresentare un’opportunità per i giovani reumatologi italiani – afferma il Prof. Montecucco, Presidente di FIRA Onlus – affinché possano fornire il proprio contributo alla ricerca reumatologica italiana, nell’ottica di elevare ulteriormente gli standard di ricerca nel nostro Paese e di incrementare il numero degli studi multicentrici sulle malattie reumatiche”.

I 14 Medici, Specialisti in Reumatologia, provenienti da tutta Italia, con i 6 progetti presentati, hanno infatti avuto la possibilità di approfondire le basi biologiche e la clinica delle malattie reumatiche, grazie a un periodo di formazione teorica in aula, della durata di 6 settimane, durante il quale hanno affrontato alcune delle principali patologie reumatiche (artriti, connettiviti, vasculiti, patologie ossee e cartilagini, dolore, metabolismo e comorbidità) e ad un tirocinio formativo di 4 settimane.
“Il Master ha lo scopo di fornire ai giovani reumatologi, attraverso un approccio interdisciplinare, le conoscenze e le competenze metodologiche della ricerca traslazionale nel campo delle malattie reumatiche – afferma il Prof. Renzo Carretta, Direttore del Master – L’intento è quello di applicare le conoscenze acquisite durante il Corso alla realizzazione di uno specifico progetto di ricerca sperimentale-clinico, che ha costituito il lavoro presentato all’esame finale”.

Le malattie reumatiche sono oltre 100 e riguardano circa 1 persona su 10 in Italia. Si tratta di patologie con un forte impatto sociale, sia per prevalenza sia per gravità delle condizioni morbose, che rappresentano quindi la prima causa di disabilità temporanea. In alcuni casi specifici le malattie reumatiche sono causa di invalidità permanente, al punto che il 27% delle pensioni di invalidità nel nostro paese è dovuto a problemi reumatici.1
“La reumatologia è una disciplina clinica molto complessa e variegata, anche in considerazione del numero e delle caratteristiche delle diverse malattie reumatiche – afferma il Prof. Carlomaurizio Montecucco, Presidente di FIRA Onlus – La ricerca traslazionale consente, attraverso la conoscenza approfondita delle basi biologiche cellulari e molecolari, di acquisire risultati traducibili nel miglioramento della diagnosi e della terapia di queste malattie, in particolare per quanto concerne una sempre maggiore personalizzazione delle cure”.

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DEL MASTER
Alla luce del successo della prima edizione, l’Università di Trieste, in collaborazione con FIRA ONLUS, ha deciso di rinnovare il Master di II Livello in Ricerca Traslazionale in Reumatologia anche per l’Anno Accademico 2016-2017. Si tratta di un grande impegno teso a sottolineare quanto sia importante per il futuro della disciplina reumatologica la preparazione dei giovani e la loro capacità di fare scienza traslazionale e clinica.
Bando disponibile al link: Il bando è disponibile al link: http://www2.units.it/immatricolazioni/master/file/bando2016.pdf