Lupus, bassi livelli di idroclorochina indicativi di scarsa compliance

Ortopedia e Reumatologia

Livelli ridotti di idroclorochina (HCQ) nel sangue in pazienti con LES si associano ad una riduzione dell'aderenza al trattamento, stando ai risultati di una metanalisi pubblicata su Arthritis Care & Research.

Livelli ridotti di idroclorochina (HCQ) nel sangue in pazienti con LES si associano ad una riduzione dell'aderenza al trattamento, stando ai risultati di una metanalisi pubblicata su Arthritis Care & Research.

Razionale e disegno della metanalisi
HCQ è raccomandata in tutti i pazienti con LES per ridurre l'attività di malattia e migliorare la sopravvivenza libera da danno d'organo, ricordano i ricercatori nell'introduzione allo studio. Nonostante questo ruolo chiave del farmaco, meno del 50% dei pazienti assume HCQ in base alle prescrizioni effettuate dal medico.

La misurazione dei livelli ematici di HCQ potrebbe essere di aiuto ai clinici per distinguere la condizione di cattiva aderenza al trattamento rispetto alla mancanza di efficacia del farmaco.

La presenza di dati contrastanti ha sollecitato la messa a punto della nuova metanalisi che ha esaminato la correlazione esistente tra i livelli di HCQ e: 1) la non aderenza alla terapia 2) i punteggi SLEDAI di attività di malattia.  

La ricerca sistematica della letteratura, condotta su principali database bibliografici biomedici, ha portato all'identificazione iniziale di 604 articoli pubblicati tra il 1997 e il 2019. Da questa rosa di articoli ne sono stati selezionati 17 per l'analisi finale (13 studi osservazionali e 4 studi di intervento).

Tutti gli studi scelti per l'estrazione dei dati hanno valutato l'aderenza terapeutica o l'attività di malattia (SLEDAI) in pazienti adulti con LES.
Inoltre, sono state condotte analisi matematico-statistiche ad hoc per mettere a confronto le stime delle correlazioni tra i livelli di HCQ, la mancata aderenza alla terapia riferita dai pazienti o dai medici e i punteggi SLEDAI.

I risultati e le implicazioni della metanalisi
Dall'analisi è emerso che i pazienti con bassi livelli di HCQ avevano una probabilità pressochè triplicata di riferire una condizione di cattiva aderenza al trattamento (OR = 2,95; IC95%=1,63-5,35).

In un'analisi a priori, il punteggio medio SLEDAI è risultato più elevato di 3,14 punti nei pazienti con livelli di HCQ al di sotto della soglia (delta = 3,14; IC95%=  –0,05; 6,23; P = 0,053), e più elevato di 1,4 punti nei pazienti con livelli di HCQ al di sotto di 500 ng/ml (delta = 1,42; IC95%=0,07-2,76; P = 0,039).

Da ultimo, su 1.223 pazienti, quelli con livelli di HCQ almeno pari a 750 ng/ml hanno presentato un rischio ridotto del 58% di malattia attiva, con un punteggio SLEDAI di attività di malattia di 3,2 punti più basso.

In conclusione, “...la metanalisi ha documentato l'esistenza di una buona associazione tra la non aderenza alla terapia e il riscontro di ridotti livelli ematici di HCQ”.

Da qui  la raccomandazione dei ricercatori ad utilizzare misure oggettive dei livelli di HCQ per valutare la non aderenza durante le visite cliniche di routine o, in alternativa, di ricorrere all'impiego di questionari quando i livelli di HCQ non sono affidabili”.

Infine, i ricercatori auspicano che gli studi futuri siano in grado di confermare le soglie clinicamente rilevanti per identificare la condizione di non aderenza e il rischio di LES attivo.

NC

Bibliografia
Garg S et al. The Clinical Significance of Monitoring Hydroxychloroquine Levels in Patients with Systemic Lupus Erythematosus: A Systematic Review and Meta‐Analysis. Arthritis Care Res. 2020;doi:10.1002/acr.24155.
Leggi