Psoriasi da moderata a grave, disponibile in Italia il dimetilfumarato

Per i pazienti italiani con psoriasi a moderata a grave che richiedono una terapia con un farmaco sistemico adesso Ŕ disponibile una nuova terapia. Si tratta del dimetilfumarato, un farmaco con un buon equilibrio di efficacia e sicurezza, soprattutto nell'uso a lungo termine. Sviluppato da Almirall sarÓ messo in commercio con il marchio Skilarence.

Per i pazienti italiani con psoriasi a moderata a grave che richiedono una terapia con un farmaco sistemico adesso è disponibile una nuova terapia. Si tratta del dimetilfumarato, un farmaco con un buon equilibrio di efficacia e sicurezza, soprattutto nell'uso a lungo termine. Sviluppato da Almirall sarà messo in commercio con il marchio Skilarence.

Gli esteri dell'acido fumarico (FAEs o fumarati) sono stati studiati per la prima volta, per il trattamento della psoriasi già nel 1959. I FAEs sono efficaci e sicuri nel lungo termine e il maggiore vantaggio dei trattamenti con fumarati, incluso il dimetilfumarato (DMF) di Almirall, risiede nella possibilità di titolare la dose in maniera flessibile e personalizzata in base alla risposta clinica e alla tollerabilità del paziente.

Il farmaco è attualmente commercializzato nel Regno Unito, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia, Spagna. Le linee guida europee del 2015 raccomandano gli esteri dell’acido fumarico (FAEs) per il trattamento iniziale e a lungo termine della psoriasi cronica a placche.

Sulla base di una recente consensus di esperti europei nel campo della psoriasi, DMF possiede un favorevole profilo di sicurezza ed una efficacia a lungo termine tali da rappresentare un'opzione terapeutica di prima linea per ottenere il controllo continuo della malattia nei pazienti con psoriasi cronica a placche da moderata a grave.

La dose è flessibile e può essere aggiustata in base alla risposta clinica e la tollerabilità di ciascun paziente. È disponibile in compresse gastroresistenti in due diverse posologie: da 30 mg nella confezione da 42 compresse e da 120 mg nella confezione da 90 compresse.

Secondo il Luigi Naldi responsabile dell’Unità Complessa di Dermatologia dell’Ospedale San Bortolo di Vicenza «Questo farmaco ha un'efficacia sostenuta da un’esperienza clinica di oltre 20 anni relativa agli esteri dell’acido fumarico e con un favorevole profilo di sicurezza; una importante caratteristica che distingue gli esteri dell’acido fumarico dalle altre opzioni terapeutiche di prima linea è l’efficacia mantenuta a lungo termine e la flessibilità dei dosaggi che permettono di personalizzare il trattamento».

La Commissione europea ha approvato il dimetilfumarato nel giugno del 2017 per la commercializzazione in tutti gli stati membri dell'UE, sulla base dei risultati dello studio registrativo di fase III BRIDGE.

La ricerca randomizzata in doppio cieco e controllata con placebo, ha valutato l’efficacia e la sicurezza di questa nuova formulazione orale di DMF. Lo studio BRIDGE ha raggiunto tutti gli obiettivi previsti dimostrando la non-inferiorità del dimetilfumarato rispetto al prodotto di riferimento (FAEs o fumarati), in termini di efficacia e sicurezza, e un miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Il profilo di sicurezza del dimetilfumarato si è dimostrato inoltre molto simile al confronto e non sono stati rilevati problemi di sicurezza inattesi 2.3.

Secondo Alessandro Cappella, Country Manager di Almirall in Italia, «con il lancio di Skilarence (dimetilfumarato) anche in Italia, Almirall riafferma il suo impegno nei confronti della dermatologia, dove abbiamo già un ampio portafoglio di prodotti in particolare nel trattamento della cheratosi attinica. L’azienda intende assumere un ruolo di rilievo anche nella psoriasi dove è previsto lo sviluppo di un’ampia gamma di prodotti nel futuro più prossimo».