Spondilite anchilosante, raggiunta la risposta ASAS40, migliorano gli outcome riferiti dai pazienti

I pazienti con spondilite anchilosante (SA) che raggiungono la risposta ASAS40 sono anche quelli che sperimentano meno dolore notturno, meno fatigue, nonché una migliore qualità del sonno e della vita, stando ai risultati di uno studio pubblicato su Rheumatology and Therapy. Lo studio ha anche dimostrato che i pazienti con SA trattati con ixekizumab mostrano un miglioramento significativo maggiore dei 4 domini della risposta ASAS al trattamento rispetto a quelli trattati con placebo.

I pazienti con spondilite anchilosante (SA) che raggiungono la risposta ASAS40 sono anche quelli che sperimentano meno dolore notturno, meno fatigue, nonché una migliore qualità del sonno e della vita, stando ai risultati di uno studio pubblicato su Rheumatology and Therapy.

Lo studio ha anche dimostrato che i pazienti con SA trattati con ixekizumab mostrano un miglioramento significativo maggiore dei 4 domini della risposta ASAS al trattamento rispetto a quelli trattati con placebo.

Ixekizumab è un anticorpo monoclonale IgG4 che si lega in modo selettivo alla citochina interleuchina-17A (IL-17A;
Lo studio ha incluso pazienti con SA provenienti dallo studio COAST-V (n=341), naive al trattamento con farmaci biologici, e pazienti dello studio COAST-W (n=316), che includevano individui con trattamento pregresso ai farmaci anti-TNF.

Nello studio COAST-V, i pazienti erano stati randomizzati, secondo uno schema 1:1:1:1, al trattamento sottocute con:
ixekizumab 80 mg ogni 2 settimane (n=83)
ixekizumab 80 mg ogni 4 settimane (n=81)
adalimumab 40 mg ogni 2 settimane (n=90)
placebo ogni 2 settimane (n=87)


Nello studio COAST-W, invece, i pazienti erano stati randomizzati, secondo uno schema 1:1.1, al trattamento sottocute con:
ixekizumab 80 mg ogni 2 settimane (n=98)
ixekizumab 80 mg ogni mese (n=114)
placebo ogni 2 settimane (n=104)

Alla 16esima settimana, i ricercatori hanno raccolto i dati relativi ai domini della risposta ASAS al trattamento e ad altri outcome, servendosi, successivamente, di modelli statistici per mettere a confronto i risultati tra i gruppi di trattamento.

Dai risultati è emerso che i pazienti trattati con ixekizumab presentavano miglioramenti significativamente maggiori di tutti i 4 domini della risposta ASAS al trattamento e di altri outcome rispetto a quelli trattati con placebo (p<0,05). Questi risultati erano consistenti sia tra i partecipanti al trial naive ai farmaci biologici che tra quelli con trattamento pregresso ai farmaci anti-TNF.

Non solo: i ricercatori hanno anche osservato che i partecipanti ai trial che soddisfacevano la risposta ASAS40 riportavano outcome migliori in tutti i domini rispetto ai pazienti non responder.

Rispetto ai pazienti non responder (mancato raggiungimento della risposta ASAS20), quelli che hanno raggiunto la risposta ASAS40 hanno presentato variazioni medie significativamente maggiori:
del dolore spinale notturno (1 vs. 5,1 per i pazienti naive ai farmaci biologici; 0,5 vs. 5,4 per quelli sottoposti a trattamento pregresso con farmaci anti-TNF)
della fatigue (0,6 vs. 3,8 per i pazienti naive ai farmaci biologici; 0,2 vs. 3,9 per quelli sottoposti a trattamento pregresso con farmaci anti-TNF)
della qualità del sonno (1,1 vs. 4 per i pazienti naive ai farmaci biologici; 0,8 vs. 4,9 per quelli sottoposti a trattamento pregresso con farmaci anti-TNF)
della qualità della vita (punteggio SF-36, componente fisica): 2,6 vs. 11,6 e 1,2 vs. 12,6, rispettivamente (p<0,0001).

In conclusione, i risultati di questo studio suggeriscono come l'adozione di questo parametro (risposta ASAS40) e la sua traduzione in misure cliniche di facile comprensione e utilizzo nella pratica clinica, potrebbero aumentare la capacità di rispondere in modo ottimale ai segni e sintomi riferiti dai pazienti.

NC

Bibliografia
Mease P, Walsh JA, Baraliakos X, et al. Translating improvements with ixekizumab in clinical trial outcomes into clinical practice: ASAS40, pain, fatigue, and sleep in ankylosing spondylitis [published online June 28, 2019]. Rheumatol Ther. doi:10.1007/s40744-019-0165-3
Leggi