Pneumologia

VIDEO

Fibrosi cistica, celebrati i 25 anni della legge Garavaglia : una pietra miliare per la cura


Fibrosi cistica: grandi prospettive terapeutiche dai modulatori della proteina Cftr


Fibrosi cistica: i farmaci per la terapia personalizzata dei pazienti e i trapianti del polmone


Fibrosi cistica , aumenta la speranza di vita: adeguare la legge 548/93 alla cura degli adulti


Fibrosi cistica: le nuove frontiere della ricerca nei correttori della mutazione genetica


Asma e impiego degli steroidi: il punto


Asma grave: diagnosi e caratteristiche epidemiologiche


Benralizumab nel trattamento dell’asma grave: come funziona?


Presente e futuro della ricerca AstraZeneca in Pneumologia nel nostro Paese


Asma: le novità più recenti in terapia


Asma severo, perché trattare l'infiammazione di tipo 2. Ruolo di dupilumab


La cronicità delle malattie respiratorie: stato dell'arte


Razionale della terapia triplice farmacologica nel trattamento della BPCO


Gli studi a supporto della nuova triplice terapia nel trattamento della BPCO


Le difficoltà nel trattamento della malattia polmonare da NTM: la ricerca è fondamentale


Co-infezione da NTM nei pazienti con fibrosi cistica: quali sono i problemi da affrontare?


Nasce AMANTUM, l’Associazione nazionale malati di NTM


Iter diagnostico per le infezioni sostenute da NTM: il primo passo è l’indagine microbiologica


Ruolo della microbiologia nella diagnosi delle infezioni da NTM: l’esperienza del Niguarda di Milano


Malattia polmonare da NTM, l’esperienza diretta di una paziente che è anche un medico


La gestione delle malattie rare a livello europeo: gli European Reference Network


Come si cura la malattia polmonare da NTM e perchè servono nuove terapie?


ARTICOLI

Asma e riniti, umidità e muffe indoor fattori scatenanti

L'umidità e le muffe indoor si associano ad un incremento del rischio di asma, riniti e sintomatologia respiratoria, come pure ad una ridotta remissione di queste condizioni. La conferma viene da uno studio di recente pubblicazione su the European Re[...]

Bronchioliti virali neonatali e rischio respiro sibilante/asma nella prima infanzia, individuato legame

I neonati con bronchiolite severa da infezione da rhinovirus C si caratterizzano per un rischio più elevato di andare incontro, in primis, a respiro sibilante (wheeze) a 3 anni di età (soprattutto in concomitanza con l'aumento di suscettibilità alle [...]

Asma pediatrico, eccesso di peso e mancata aderenza alla terapia: come interagiscono tra loro?

Rispetto ai piccoli asmatici normopeso, i bambini asmatici in sovrappeso hanno maggiori difficoltà ad iniziare la terapia di mantenimento e, in generale, ad aderire alle terapie anti-asma prescritte. Lo dimostrano i risultati di uno studio recentemen[...]

Infezioni basse vie respiratorie pediatriche, microbiota nasofaringeo potrebbe facilitarne diagnosi

Stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine, il microbiota nasofaringeo potrebbe fungere da proxy del microbiota delle vie respiratorie inferiori nelle infezioni pediatriche che si sviluppano in questo[...]

BPCO, survey Usa: non solo politiche anti-fumo, per proteggere anche i non-fumatori affetti da malattia

La prevalenza di Bpco in alcuni non fumatori si impenna quando questi lavorano in alcuni settori industriali o svolgono occupazioni “a rischio esposizione” a sostanze irritanti. Lo dimostrano i risultati di una survey Usa pubblicata su the U.S. Cente[...]

TBC resistente alla rifampicina, pregi e difetti nuovo regime terapeutico di breve durata

Pubblicati, sulla rivista NEJM, i risultati di un altro trial, noto con l'acronimo STREAM (The Standard Treatment Regimen of Anti-Tuberculosis Drugs for Patients with MDR-TB), che hanno dimostrato la possibilità che il trattamento della TBC resisten[...]

Asma non controllato, azitromicina riduce carica batterica H. influenzae

Per quanto l'azitromicina non influenzi la carica batterica totale a livello delle vie aeree respiratorie inferiori nei pazienti con asma persistente non controllato, il ricorso a questo antibiotico si associa ad una riduzione significativa della div[...]

TBC, obiettivo terapia breve durata: risultati incoraggianti in pazienti anche sieropositivi al virus HIV

Uno studio di recente pubblicazione su NEJM ha dimostrato come l'adozione di un regime di trattamento di durata ridotta (1 mese) base di rifapentina e isoniazide risulti non meno efficace del regime di trattamento standard (9 mesi) a base di sola iso[...]

TBC, moxifloxacina non superiore ad etambutolo nelle forme ricorrenti

Nonostante una riduzione del tempo mediano alla conversione colturale, la sostituzione di etambutolo con moxifloxacina non si è rivelata efficace nel trattamento della TBC ricorrente. Sono queste le conclusioni principali di uno studio, della durata [...]

Allergia alla penicillina, test cutaneo può escluderla

Pubblicati su The Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice, i risultati di uno studio prospettico, multicentrico, in aperto, che hanno dimostrato l'elevato valore predittivo negativo di un test cutaneo nel processo di valutazione dell'[...]

I farmaci anti-TB possono aumentare il rischio di reinfezione da micobatterio

Gli attuali trattamenti per la tubercolosi (TB) sono molto efficaci nel controllo dell'infezione da TB causata da Mycobacterium tuberculosis (Mtb). Tuttavia, non sempre impediscono la reinfezione. Il motivo per cui questo accade è una delle questioni[...]

Asma, il consumo di pesce può aiutare?

La composizione di acidi grassi polinsaturi nella dieta avrebbe un diverso impatto sulla condizione asmatica: gli acidi grassi omega 3 sarebbero associati ad una riduzione del rischio di iperreattività bronchiale (tipico dell'asma), mentre alcuni aci[...]

Bpco, come variano i fattori di rischio di esacerbazione in base al sesso?

I fattori di rischio di riospedalizzazione a 30 giorni da un evento di esacerbazione di Bpco differiscono in base al sesso di appartenenza. Lo dimostrano i risultati di uno studio di recente pubblicazione su the Annals of the American Thoracic Societ[...]

Bpco e rischio fratture vertebrali: esiste un legame?

Dai risultati di uno studio recentemente pubblicato su Respiratory Medicine, un rapido declino dei valori di densità minerale ossea (DMO), osservato in pazienti anziani con Bpco, si associa ad un rischio maggiore di insorgenza di fratture vertebrali.[...]

Sepsi, mortalità legata ad allungamento tempi inizio antibiotici

Più si procrastina nel tempo l'avvio della terapia antibiotica in Medicina d'Urgenza, maggiore risulta essere la mortalità ad un anno per sepsi. Questo il responso di uno studio di recente pubblicazione su Chest, che si aggiunge alla schiera di studi[...]

Polmonite da S. aureus resistente a meticillina, nuovo test rapido potrebbe ottimizzare uso antibiotici

L'impiego di un test diagnostico rapido, basato su reazione PCR, per la rilevazione della presenza di ceppi di S. aureus resistenti alla meticillina (MRSA) riduce il ricorso a vancomicina e linezolid in pazienti ventilati meccanicamente per polmonite[...]

Bpco e altitudine, desametasone contrasta efficacemente ipossiemia

Il ricorso ad un trattamento profilattico con desametasone è in grado di migliorare l'ossigenazione notturna (e quindi la qualità del sonno) in alcuni pazienti con Bpco che effettuano viaggi ad altitudini elevate. Lo dimostrano i risultati di uno stu[...]

Malattia polmonare da micobatteri non tubercolari: On. Carnevali (Pd) chiede inserimento nelle malattie rare

Per le persone affette da malattia polmonare da micobatteri non tubercolari (NTM-LD) l'ago della bussola è perennemente puntato sul polo delle difficoltà: la diagnosi è il primo grande ostacolo, la terapia – quando possibile – è lunga e pesante, la g[...]

Polmoniti comunitarie, risultati interessanti in fase 3 per lefamulina

Si chiama lefamulina, è un antibiotico in corso di sviluppo clinico di una piccola ma agguerrita azienda biotech Usa, Nabriva Therapeutics appartenente alla classe delle pleuromutiline, derivati semisintetici di un prodotto di fermentazione di un fun[...]

Bpco nei fumatori, rischio predetto da volume polmonare

Stando ad uno studio pubblicato sulla rivista Annals of the American Thoracic Society, è possibile utilizzare le misure di volume polmonare per una stratificazione del rischio di Bpco. Ciò, stando ai risultati ottenuti, sarebbe possibile soprattutto [...]