Pneumologia

VIDEO

Disturbi respiratori del sonno: epidemiologia, rilevanza clinica e approcci terapeutici


Asma grave: cosa è, come insorge e come può essere contrastata


Che cos’è l’asma da temporale?


Terapie molecolari in oncologia polmonare


Diagnosi e caratterizzazione molecolare dei tumori polmonari


Le apnee notturne del sonno, diagnosi e individuazione pazienti a rischio


Il trapianto polmonare in Italia, i fattori di criticità e i margini di miglioramento


Le attività della sezione giovanile AIPO nel corso di questa edizione: Forum sulla ricerca clinica


Fibrosi polmonare idiopatica e malattie polmonari fibrosanti: le novità su diagnosi e trattamento discusse all’AIPO


Fibrosi polmonare idiopatica, quali sono i nuovi farmaci in studio?


Attività di partnership dell’industria farmaceutica in Pneumologia


Deficit di alfa-1-antitripsina: oggi la terapia può essere somministrata anche a domicilio dei malati


Tubercolosi mdr (multidrug resistant): definizione, epidemiologia e novità della terapia


La pneumologia interventistica: definizione, vantaggi, ed esempi di applicazione


Come diagnosticare e trattare in modo adeguato il paziente con asma grave?


Il coinvolgimento polmonare nella sclerosi sistemica


Come agevolare il dialogo e la presa in carico tra il medico di Medicina Generale e lo specialista Pneumologo? Il ruolo del modello organizzativo e della tecnologia


Le novità terapeutiche in oncologia polmonare


La presa in carico del paziente con Bpco: ruolo del medico di Medicina Generale


Noduli polmonari: come stabilire la natura maligna o benigna con la diagnostica broncoscopica


Asma negli adolescenti, quali sono le complessità?


Che cos'è la riabilitazione polmonare e quali risultati permette di ottenere


ARTICOLI

Asma, la versione dei pazienti

Nel corso della propria vita 3 pazienti asmatici su 4 hanno sofferto di crisi acute (1 su 4 nell’ultimo anno) e 1 su 3 dichiara di esser finito addirittura in Pronto Soccorso. Il 40% riconosce inoltre molto gravi e seri i propri disturbi. Malgrado c[...]

Asma severo non controllato, tezepelumab centra endpoint primario efficacia in Fase II

Tezepelumab, anticorpo monoclonale sperimentale anti-TSLP, determina una riduzione significativa del tasso annuale di esacerbazioni asmatiche rispetto al placebo, indipendentemente dalla presenza di infiammazione eosinofilica, in pazienti con asma se[...]

Micobatteri non tubercolari (NTM): conferme di efficacia in Fase 3 per amikacina liposomiale inalatoria (LAI)

In pazienti con malattia polmonare sostenuta da un micobatterio non tubercolare (Mycobacterium Avium Complex – MAC) refrattario alla terapia consigliata dalle linee guida, il trattamento con amikacina liposomiale in sospensione inalatoria (LAI), in a[...]

BPCO e impiego steroidi inalatori a lungo termine: rischi per l'osso?

L'utilizzo a lungo termine di dosaggi elevati di steroidi inalatori in pazienti affetti da BPCO sembra essere associato ad un modesto incremento del rischio di frattura all'anca e a livello delle estremità superiori. Questo il responso di uno studio[...]

Pertosse, necessaria revisione dei protocolli di trattamento neonatale

Uno studio di recente pubblicazione su The Pediatric Infectious Disease Journal suggerisce la necessità di aggiornare le strategie per il trattamento dei casi più gravi di pertosse in età neonatale, includendo la conta cellulare leucocitaria e il tra[...]

Infezioni tratto respiratorio inferiore, gli steroidi orali non funzionano nei non asmatici

Il ricorso agli steroidi orali da parte di soggetti adulti non asmatici, affetti da infezioni del tratto respiratorio inferiore, non sembra essere associato a riduzione della severità o della durata della sintomatologia infettiva. Questo il responso [...]

Diagnosi BPCO, una sola spirometria potrebbe non bastare

Una singola valutazione spirometrica post-broncodilazione potrebbe non essere sufficiente per diagnosticare la BPCO in pazienti con ostruzione di grado lieve-moderato delle vie respiratorie al basale. E' questo il dubbio sollevato da uno studio di re[...]

TBC latente, metanalisi conferma efficacia e sicurezza regimi semplificati di trattamento di breve durata

Le infezioni latenti di TBC possono essere trattate in modo sicuro ed efficace con regimo di trattamento di breve durata (3 o 4 settimane), compresi quelli in monosomministrazione settimanale. Queste le conclusioni di una metanalisi “a rete” (network[...]

Asma, suoni polmonari predicono effetto steroidi inalatori in età neonatale e pediatrica

L'effetto degli steroidi inalatori può essere efficacemente misurato mediante il ricorso all'analisi dei suoni polmonari, tramite un indice della parete toracica a 700 Hz e un'intensità del suono a 700 Hz, noto come ic700 score. Stando ai risultati d[...]

BPCO, risultati positivi in fase 3 per revefenacina

L'impiego di revefenacina, un LAMA sperimentale attualmente studiato in un programma di sviluppo clinico di fase III; è risultato associato a tassi ridotti di eventi avversi (AE) e di AE seri (SAE) con entrambi i dosaggi testati, rispetto a tiotropio[...]

BPCO, approvazione europea per la prima triplice terapia (ICS/LABA/LAMA)

E' frutto della ricerca italiana la prima triplice terapia approvata per la cura della Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO). La Commissione Europea ha concesso l'autorizzazione all'immissione in commercio a Trimbow, un'associazione precostit[...]

Fibrosi polmonare, identificato nuovo target trattamento

In uno studio recentemente pubblicato su The Journal of Experimental Medicine, ricercatori USA hanno dimostrato che una popolazione specifica di cellule del sistema immunitario gioca un ruolo chiave nello sviluppo di fibrosi polmonare. Se i risultati[...]

TBC-HIV, citochine predicono recidive TBC in pazienti sottoposti ad ART

I risultati di uno studio sud-africano, pubblicati su Clinical Infectious Diseases, hanno dimostrato che è possibile predire le recidive di TBC in pazienti HIV+ in terapia antiretrovirale (ART) grazie ad alcune citochine, marker biologici noti di inf[...]

Asma, risposta ad omalizumab sembra variare a seconda del fenotipo

Il beneficio derivante dall'impiego di omalizumab è maggiore nei pazienti con asma allergico ad insorgenza precoce o in quelli con asma severo accompagnato da frequenti esacerbazioni di malattia rispetto a quelli con diverso fenotipo asmatico. Queste[...]

Le bronchiettasie e il loro legame con le micobatteriosi polmonari non tubercolari. Intervista al prof. Stefano Aliberti

In occasione della 2a World Bronchiectasis Conference che si è conclusa da poco a Milano (6-8 luglio) abbiamo intervistato Stefano Aliberti, Professore Associato di Malattie dell'apparato respiratorio all' Università degli Studi di Milano e Pneumolog[...]

Asma infantile e indice di massa ventricolare elevato in età adulta: quale legame?

I risultati di uno studio osservazionale prospettico, the Bogalusa Heart Study, sembrano suggerire l'esistenza di un'associazione tra il riscontro di asma in età infantile e un piccolo, ma pur sempre significativo, incremento delle indice di massa ve[...]

Asma, aggiunta azitromicina efficace su esacerbazioni e qualità della vita

Il trattamento con azitromicina per 48 settimane, effettuato in pazienti adulti affetti da asma persistente, comporta il riscontro di un minor numero di esacerbazioni di malattia e, in aggiunta, di un miglioramento delle qualità della vita. Sono ques[...]

BPCO, esacerbazioni frequenti malattia solo nel 2% dei pazienti

I risultati di uno studio osservazionale di recente pubblicazione su Lancet Respiratory Medicine sembrano suggerire che, nella maggior parte dei pazienti affetti da BPCO, le esacerbazioni frequenti di malattia (>2 episodi/anno) rappresentano un event[...]

Fibrosi polmonare idiopatica, un blog per dare voce ai pazienti

Prende il via la seconda fase di Voci sott'acqua, il progetto su scala nazionale realizzato da Reverb con il contributo non condizionato di Boehringer Ingelheim e che ha la finalità di sensibilizzare sulla Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF).

Poliposi nasale, al via studio di Fase III con mepolizumab

GSK ha reso noto di aver avviato uno studio di fase 3 che valuterà mepolizumab in pazienti con poliposi nasale grave, una malattia infiammatoria cronica che può causare sintomi come il dolore al viso, problemi di respirazione e perdita di olfatto.