Pneumologia

VIDEO

Disturbi respiratori del sonno: epidemiologia, rilevanza clinica e approcci terapeutici


Asma grave: cosa è, come insorge e come può essere contrastata


Che cos’è l’asma da temporale?


Terapie molecolari in oncologia polmonare


Diagnosi e caratterizzazione molecolare dei tumori polmonari


Le apnee notturne del sonno, diagnosi e individuazione pazienti a rischio


Il trapianto polmonare in Italia, i fattori di criticità e i margini di miglioramento


Le attività della sezione giovanile AIPO nel corso di questa edizione: Forum sulla ricerca clinica


Fibrosi polmonare idiopatica e malattie polmonari fibrosanti: le novità su diagnosi e trattamento discusse all’AIPO


Fibrosi polmonare idiopatica, quali sono i nuovi farmaci in studio?


Attività di partnership dell’industria farmaceutica in Pneumologia


Deficit di alfa-1-antitripsina: oggi la terapia può essere somministrata anche a domicilio dei malati


Tubercolosi mdr (multidrug resistant): definizione, epidemiologia e novità della terapia


La pneumologia interventistica: definizione, vantaggi, ed esempi di applicazione


Come diagnosticare e trattare in modo adeguato il paziente con asma grave?


Il coinvolgimento polmonare nella sclerosi sistemica


Come agevolare il dialogo e la presa in carico tra il medico di Medicina Generale e lo specialista Pneumologo? Il ruolo del modello organizzativo e della tecnologia


Le novità terapeutiche in oncologia polmonare


La presa in carico del paziente con Bpco: ruolo del medico di Medicina Generale


Noduli polmonari: come stabilire la natura maligna o benigna con la diagnostica broncoscopica


Asma negli adolescenti, quali sono le complessità?


Che cos'è la riabilitazione polmonare e quali risultati permette di ottenere


ARTICOLI

Allarmismo per le sigarette elettroniche: è vero che producono formaldeide?

Il vapore prodotto dalle sigarette elettroniche, quando i dispositivi sono utilizzati ad alto voltaggio, contiene livelli eccessivi di formaldeide, un’accertata sostanza cancerogena. È quanto hanno scoperto inaspettatamente i ricercatori di uno studi[...]

Polmonite eosinofila cronica, prednisolone efficace nel trattamento a breve termine

Non esistono differenze, in termini di percentuale di recidive, tra i pazienti con polmonite eosinofila cronica in trattamento con il prednisolone per 3 mesi o per 6 mesi. Lo affermano gli autori di un recente studio pubblicato sull’European Respirat[...]

Vaccini anti-pneumococco possono non prevenire la malattia invasiva nei bambini con comorbidità

Nei pazienti pediatrici con comorbidità, la malattia pneumococcica invasiva è causa di un tasso elevato di morbilità e mortalità, secondo uno studio di sorveglianza pubblicato sulla rivista Pediatrics. Inoltre, molti di questi casi sono causati da si[...]

Tiotropio + olodaterolo, la combinazione a dose fissa è efficace nella Bpco

L’associazione a dose fissa di tiotropio più olodaterolo, in monosomministrazione giornaliera come terapia per la Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (Bpco), mostra miglioramenti significativi nella funzione polmonare e nella qualità della vita risp[...]

Infezioni polmonari, l'importanza dell'identificazione microbiologica

Esistono dei segnali promettenti sui miglioramenti della capacità diagnostica per la polmonite pneumococcica. È quanto emerge da una revisione sulle cause biologiche delle infezioni polmonari nei bambini che verrà pubblicato sul numero di febbraio de[...]

Riacutizzazioni acute della Bpco, cambiamenti longitudinali nella qualità di vita

La qualità della vita dei pazienti con riacutizzazioni acute della broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), a seguito delle dimissioni dall'ospedale, è migliorata per i pazienti che non avevano ricevuto ventilazione artificiale e non ha subito un[...]

Pertosse, il richiamo della vaccinazione non combatte la malattia

Fissare il richiamo dei vaccini per la pertosse potrebbero non essere una strategia efficace per combattere il recente ritorno della malattia. Lo affermano gli autori di un nuovo modello di studio pubblicato di recente su Proceedings of the National [...]

Dopo una polmonite aumenta il rischio per il cuore

Chi ha avuto una polmonite ha più probabilità di ammalarsi di infarto o ictus. A dirlo è uno studio canadese pubblicato sulle pagine della rivista JAMA. Il rischio è maggiore negli over 65 ma in tutte le fasce d'età è stato confermato che dopo la pol[...]

Fibrosi cistica, il ganciclovar aumenta la resistenza dopo il trapianto

Il ganciclovir riduce la mortalità causata da virus in seguito al trapianto polmonare ma una percentuale di questi pazienti sviluppa una maggiore resistenza a questo farmaco; tale resistenza si verifica maggiormente nei pazienti affetti da fibrosi ci[...]

Benefici a lungo termine con riduzione del volume polmonare attraverso spirali nell'enfisema grave

Il primo studio clinico a lungo termine sull'uso della riduzione del volume polmonare (Lvr), per via broncoscopica, mediante l'inserimento di piccole spirali (coil) nei pazienti con grave enfisema, ha stabilito che il trattamento è solo minimamente i[...]

Nuovo link tra asma ed esordio di apnea ostruttiva del sonno

Gli adulti con asma hanno un aumentato rischio di sviluppare la sindrome dell’apnea ostruttiva del sonno (Osa); inoltre, maggiore è la durata dell’asma, più alta è la probabilità che ha un individuo di sviluppare gravi disturbi del sonno. Lo afferma [...]

Tubercolosi latente, combinazione isoniazide e rifapentina sicura ed efficace nei bambini

Nei bambini con diagnosi di tubercolosi latente, la terapia combinata di isoniazide e rifapentina per tre mesi è risultata sicura ed efficace come il trattamento della durata di nove mesi con sola isoniazide. Lo affermano gli autori di un ampio studi[...]

Vaccini, bassa efficacia in questa stagione influenzale

Due terzi del virus influenzale H2N3, circolante durante questa stagione, differisce dalla componente H3N2 del vaccino influenzale 2014-2015. È quanto emerge da prima stima effettuata dal Centro per il Controllo delle Malattie e Prevenzione (Cdc) di [...]

Resezioni polmonari, meno complicanze con le statine

L'utilizzo di atorvastatina, nei pazienti naïve al trattamento con statine sottoposti a resezione polmonare, determina una riduzione del numero di complicanze cardiovascolari e polmonari, importanti dal punto di vista clinico. Sono le conclusioni di[...]

Suvorexant, possibile utilizzarlo anche nella Bpco

Dosi superiori di suvorexant, fino a due volte la dose massima approvata negli Stati Uniti per il trattamento dell'insonnia, non hanno effetti clinicamente significativi sulla respirazione nei pazienti con Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco)[...]

In caso di influenza può essere pericoloso usare il cortisone

La terapia corticosteroidea, per presunte complicanze correlate all’influenza, è associata a un aumento della mortalità. Lo stabilisce una revisione sistematica della letteratura, pubblicata sul Journal of Infectious Diseases, sulla base di studi o[...]

Sarcopenia e Bpco: esiste un filo conduttore?

La sarcopenia colpisce il 15% dei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) stabile e compromette la funzione e lo stato di salute. Questa perdita di massa muscolare sembra non influire sull'esito della riabilitazione respiratoria, il [...]

Montelukast, il trattamento di seconda linea migliore per l’asma

Tra i regimi di trattamento di seconda linea per l’asma, la combinazione montelukast/budesonide è risultata essere superiore sia alla combinazione doxofillina/budesonide che a quella tiotropo/budesonide, in tutte le misure degli outcome analizzati, s[...]

Tubercolosi, rifampicina riduce effetto terapeutico della bedaquilina

I dati farmacocinetici indicano che rifampicina e rifapentina riducono significativamente le concentrazioni del nuovo farmaco anti-tubercolosi (TB) bedaquiline. Lo evidenzia uno studio pubblicato lo scorso 21 dicembre Journal of Antimicrobial Chemoth[...]

L’utilizzo regolare di budesonide e formoterolo risulta migliore rispetto all’impiego on demand

Nei pazienti con asma di grado moderato in fase stabile, la terapia con budesonide e formoterolo, quando necessaria, è meno efficace di quanto non lo sia il normale e regolare trattamento con gli stessi farmaci come raccomandato dalle linee guida 201[...]