Pneumologia

VIDEO

Fibrosi polmonare Idiopatica: come si cura all'Ospedale San Gerardo di Monza


Fibrosi Polmonare Idiopatica: come si cura al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania


Infezioni da germi multiresistenti, le misure da prendere e le armi terapeutiche da utilizzare


Fibrosi polmonare: come si diagnostica all'Ospedale Monaldi di Napoli


Patologie respiratorie, impatto del fumo di sigaretta e delle sigarette elettroniche


Quali sono le principali patologie respiratorie? Focus su asma e BPCO 


Riacutizzazioni della BPCO, prevenzione e gestione


Tumore al polmone, evoluzione nella diagnosi e nel trattamento


Terzo corso master sugli Hot topics in Patologia Respiratoria, novità dalla terza edizione


Comorbidità nella BPCO, quali sono e come gestirle


Malattie pleuriche, utilità della toracoscopia medica


Interstiziopatie, importanza di unire l'aspetto anatomo-patologico con quello radiologico


Asma e BPCO week: obiettivi e novità della campagna informativa


Il paradosso dell'asma: over-use dei broncodilatatori a breve durata d'azione


BPCO: Importanza diagnosi precoce e aderenza terapia


Asma grave, omalizumab efficace anche in pazienti polisensibilizzati. Studio PROXIMA


Terapia della broncopneumopatia cronico ostruttiva: efficacia della doppia broncodilatazione


Orticaria cronica spontanea: cosa è e come si cura


Cosa sono medicina di precisione e terapia personalizzata nelle malattie polmonari


Asma e Bpco nella vita reale: il Salford Lung Study spiegato dal primo autore


Asma grave: bilancio di un anno di disponibilità di mepolizumab


Fibrosi polmonare idiopatica, come si cura a Pavia


ARTICOLI

BPCO, terapia tripla ICS/LAMA/LABA batte terapie duplici nei casi moderati-severi, indipendentemente da storia esacerbazione #ERS2018

Presentati a Parigi all'ERS, e contemporaneamente pubblicati sulla rivista Lancet Respiratory Medicine, i risultati del trial di fase 3 KRONOS. Lo studio ha documentato l'esistenza di un vantaggio derivante dalla somministrazione della terapia tripla[...]

Fibrosi polmonare idiopatica, nintedanib rallenta la progressione anche nel lungo termine. Dati a 4 anni presentati a ERS 2018

I risultati di INPULSIS-ON, pubblicati su Lancet Respiratory Medicine, evidenziano che l’effetto di nintedanib nel rallentare la progressione della fibrosi polmonare idiopatica (IPF) persiste oltre i quattro anni.

BPCO, anche nella real life tiotropio/olodaterolo Respimat migliora l’attività fisica e le condizioni generali dei pazienti

Al Congresso Internazionale della Società Europea di Malattie Respiratorie (ERS), in corso a Parigi sono stati presentati i risultati di OTIVACTO, uno studio europeo osservazionale di real life condotto su 7.443 soggetti con broncopneumopatia cronica[...]

Paracetamolo in età pediatrica e rischio asma da adulti: coinvolti alcuni geni #ERS2018

L'impiego di paracetamolo durante i primi due anni di vita si lega ad un incremento del rischio si asma nella tarda adolescenza. Questa maggiore suscettibilità a problematiche di tipo respiratorio dipenderebbe da una particolare variante del gene de[...]

Lo smog raggiunge anche la placenta: studio britannico presentato al congresso ERS

Uno studio presentato al congresso ERS ha documentato come la protezione placentare del feto sia minacciata dal particolato inquinante atmosferico, che sta raggiungendo l'organo placentare. La novità dello studio risiede nel fatto che, mentre studi p[...]

Azitromicina riduce mortalità e malattie respiratorie in neonati molto prematuri #ERS2018

I bambini nati molto prematuri hanno probabilità maggiori di ospitare batteri del genere Ureaplasma ma possono essere trattati in tutta sicurezza con azitromicina. Sono queste le conclusioni di uno studio che verrà presentato domenica nel corso dell'[...]

Sospetto polmonite pediatrica, antibiotici non necessari con referto radiografico torace negativo

E' possibile escludere la presenza di malattia nella maggior parte dei bambini con sospetta diagnosi di polmonite ma referto radiografico del torace negativo, stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su Pediatrics. Lo studio in quest[...]

Asma grave, designazione di breakthrough therapy per tezepelumab, il primo di una nuova classe di farmaci

L'Fda ha concesso al farmaco biologico tezepelumab la designazione di farmaco “ breakthrough” per la cura dell'asma severo, accelerando cosi l'iter registrativo del farmaco. Le terapie biologiche attualmente disponibili mirano solo all'infiammazione[...]

TBC e recidive in corso di trattamento, quale ruolo per alcuni fattori batterici?

Stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su NEJM, la misurazione di alcuni fattori batterici sembra essere in grado di predire le recidive di malattia in pazienti con TBC suscettibili ai farmaci. Ciò suggerisce che è sufficiente la m[...]

Aspergillosi polmonare, influenza fattore di rischio indipendente

L'influenza è un fattore di rischio indipendente nello sviluppo di aspergillosi polmonare invasiva. Questo il respoonso di uno studio, pubblicato recentemente su the Lancet Respiratory Medicine, che ha anche dimostrato un ruolo dell'influenza nell'au[...]

Pertosse, necessaria revisione dei protocolli di trattamento neonatale

Uno studio di recente pubblicazione su The Pediatric Infectious Disease Journal suggerisce la necessità di aggiornare le strategie per il trattamento dei casi più gravi di pertosse in età neonatale, includendo la conta cellulare leucocitaria e il tra[...]

Pseudomonas aeruginosa e riacutizzazioni BPCO, quale legame?

La presenza di Pseudomonas aeruginosa (PA) può avere una forte rilevanza in presenza di BPCO nei pazienti con ospedalizzazioni frequenti da esacerbazioni malattia. E' quanto sostiene uno studio di recente pubblicazione sulla rivista Respiration.

Asma, c'è relazione tra conta eosinofili e ri-ospedalizzazioni?

Una conta elevata di eosinofili sembra essere associata ad un maggior rischio di seconda ospedalizzazione per asma entro un anno dalla prima, stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su PlosOne. Ciò suggerisce che i pazienti con asma[...]

TB latente, aggiornate raccomandazioni trattamento CDC

I centri per il controllo e la prevenzione delle malattie negli USA (CDC) hanno ampliato la raccomandazione all'impiego settimanale di un regime di combinazione di breve durata a base di isoniazide e rifapentina per il trattamento della TB latente, i[...]

Malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, parere positivo Fda per amikacina liposomiale inalatoria

I pazienti con malattia polmonare NTM (micobatteri non tubercolari) refrattaria sostenuta dalla specie Mycobacterium avium complex (MAC), un'infezione cronica, debilitante e potenzialmente fatale, potrebbero avere presto una nuova opzione terapeutica[...]

Desensitizzazione all'acido acetilsalicilico migliora allergie indotte da alcol in pazienti con malattia respiratoria sottostante

I pazienti che soffrono di malattia respiratoria esacerbata da acido acetilsalicilico (AERD) sperimentano spesso un reazione allergica aggiuntiva quando assumono alcol, che si caratterizza per la presenza di congestione nasale, sibilo e rinorrea. Un [...]

BPCO, ventilazione non invasiva OK per sottogruppo pazienti con malattia severa

Il ricorso a ventilazione non invasiva durante una sessione di esercizio in pazienti ipercapnici con BPCO cronica molto severa è in grado di aumentare in modo clinicamente rilevante il tempo di endurance. Queste le conclusioni di uno studio presentat[...]

TBC, risultati incoraggianti da primo trial di “prevenzione dell'infezione” sostenuta dal M. tuberculosis

Pubblicato su NEJM un trial clinico innovativo che fornisce evidenze incoraggianti sulla capacità dei vaccini allestiti contro la TBC di prevenire le infezioni sostenute in adolescenti a rischio elevato. Nello specifico in questo trial di Fase 2 sull[...]

BPCO, sintomatologia nasale e reflusso gastroesofageo influenzano severità sintomi bronchite

La presenza di malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) e/o di sintomatologia nasale si associa ad un incremento dei sintomi di bronchite nei pazienti con BPCO. Queste le conclusioni di uno studio pubblicato su Respiratory Investigation che suggeri[...]

Sindrome distress respiratorio, alcolismo cronico fattore di rischio indipendente

L'abuso cronico di alcol rappresenta un fattore di rischio rilevante e indipendente di sviluppo di sindrome acuta da distress respiratorio (ARDS) in pazienti criticamente ammalati, soprattutto quelli con sepsi: l'alcolismo, infatti, si accompagna ad [...]