Pneumologia

VIDEO

Ruolo e vantaggi dell’aerosolterapia in età pediatrica: il parere dell’immunologo/allergologo


L'importanza dell'aerosolterapia per le malattie respiratorie infantili


Presentato a Milano il primo position paper sull’aerosolterapia in età pediatrica


Ruolo e benefici dell’aerosolterapia in età pediatrica: il punto di vista dell’otorino


Fibrosi cistica, celebrati i 25 anni della legge Garavaglia : una pietra miliare per la cura


Fibrosi cistica: grandi prospettive terapeutiche dai modulatori della proteina Cftr


Fibrosi cistica: i farmaci per la terapia personalizzata dei pazienti e i trapianti del polmone


Fibrosi cistica , aumenta la speranza di vita: adeguare la legge 548/93 alla cura degli adulti


Fibrosi cistica: le nuove frontiere della ricerca nei correttori della mutazione genetica


Asma e impiego degli steroidi: il punto


Asma grave: diagnosi e caratteristiche epidemiologiche


Benralizumab nel trattamento dell’asma grave: come funziona?


Presente e futuro della ricerca AstraZeneca in Pneumologia nel nostro Paese


Asma: le novità più recenti in terapia


Asma severo, perché trattare l'infiammazione di tipo 2. Ruolo di dupilumab


La cronicità delle malattie respiratorie: stato dell'arte


Razionale della terapia triplice farmacologica nel trattamento della BPCO


Gli studi a supporto della nuova triplice terapia nel trattamento della BPCO


Le difficoltà nel trattamento della malattia polmonare da NTM: la ricerca è fondamentale


Co-infezione da NTM nei pazienti con fibrosi cistica: quali sono i problemi da affrontare?


Nasce AMANTUM, l’Associazione nazionale malati di NTM


Iter diagnostico per le infezioni sostenute da NTM: il primo passo è l’indagine microbiologica


ARTICOLI

Fibrosi polmonare idiopatica, interrotto programma sviluppo clinico nuova molecola

A mezzo comunicato stampa, Global Blood Therapeutics, una società biotech statunitense, ha annunciato l'interruzione del programma di sviluppo clinico di GBT440 nel trattamento della fibrosi polmonare idiopatica (IPF).

Mepolizumab nell'asma severo, nuove conferme di efficacia

Presentati, nel corso dell'ultimo congresso ERS, alcuni sottostudi dei trial registrativi che hanno evidenziato alcuni ulteriori vantaggi emersi dall'impiego di mepolizumab (inibitore di IL-5) nel trattamento dell'asma severo.

Tiotropio Respimat, in aggiunta a terapia mantenimento adulti, migliora la funzione polmonare e il controllo malattia

In occasione dell'edizione 2017 del Congresso Internazionale della European Respiratory Society (ERS), sono stati resi noti i risultati di un'analisi post-hoc degli studi registrativi alla base della concessione europea dell'indicazione d'uso di tio[...]

Asma allergico grave, i nuovi dati di vita reale dello studio Proxima

Presentati al congresso ERS di Milano i nuovi dati relativi allo studio PROXIMA, un trial finalizzato a fotografare la situazione italiana dell'asma allergico grave e valutare l’efficacia dell’anticorpo monoclonale antiIgE omalizumab in un contesto d[...]

Prevenzione delle infezioni respiratorie ricorrenti. Oltre agli antibiotici considerare altre opzioni

Si inaugura domani a Milano il 36° Congresso Nazionale di Antibioticoterapia in età pediatrica. Al centro del dibattito della prima giornata, nuovi approcci terapeutici riguardo la somministrazione di lisati batterici, la prevenzione delle infezioni [...]

Antibioticoterapia e infezioni respiratorie, quanto contano i livelli di pro-calcitonina?

Nei pazienti affetti da infezioni acute a carico del tratto respiratorio, l'utilizzo dei livelli di pro-calcitonina per guidare le decisioni sul trattamento può non solo ridurre e razionalizzare l'impiego di antibiotici ma anche migliorare la sopravv[...]

Infezioni respiratorie: il decalogo della prevenzione dei pneumologi pediatri

Con l’arrivo del primo freddo aumenta il numero delle infezioni respiratorie infantili. Si calcola che ogni anno circa il 30% dei bambini italiani, in età pre-scolare, siano colpiti da polmoniti, bronchiti, faringiti, laringiti o tracheiti. La più gr[...]

Asma severo, quali sono i pazienti che rispondono meglio a benralizumab?

Identificare i pazienti con asma severo che possono beneficiare maggiormente della terapia con l'anticorpo monoclonale benralizumab. E' stato questo l'obiettivo di un'analisi post hoc degli studi di fase III SIROCCO e CALIMA, presentata al Congresso [...]

L'aderenza alla terapia anti BPCO non è più un problema. Ci pensa la tecnologia

Al congresso ERS di Milano è stato presentato il primo device elettronico in ambito respiratorio che, grazie alla combinazione con un'App per smartphone, permette il monitoraggio della terapia nei pazienti con asma.

BPCO, con aclidinio/formoterolo migliora anche la performance fisica

La combinazione di aclidinio, un’antagonista muscarinico a lunga durata d'azione (LAMA), e formoterolo, un beta agonista a lunga durata d'azione (LABA), migliora la perfomance fisica dei pazienti con Bpco permettendo di superare il limite di migliora[...]

Con il metodo ‘gentile' LISA i nati pretermine con distress respiratorio possono respirare

Da settembre di quest'anno è applicabile in Italia la metodologia LISA (Less Invasive Surfactant Administration) con un catetere dedicato, LISAcath, un nuovo approccio, meno invasivo rispetto alla tradizionale intubazione endotracheale, per la sommi[...]

Associazione tiotropio-olodaterolo Respimat: posizionamento alla luce nuove linee guida GOLD

Due studi post-hoc relativi all’impiego dell’associazione tiotropio olodaterolo Respimat nella BPCO, presentati nel corso dell’ultimo congresso ERS (1-2), hanno rianalizzato l’efficacia (già nota) del trattamento alla luce delle nuove linee guida GOL[...]

Studio FULFIL nuove conferme sui vantaggi della terapia tripla fluticasone furoato/umeclidinio/vilanterolo

Lo scorso mese di agosto, sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Am J Respir Crit Care Med i dati dello studio FULFIL che hanno documentato un vantaggio clinicamente e statisticamente significativo della terapia tripla fluticasone furoato/um[...]

BPCO: necessario migliorare il dialogo aperto tra medico e paziente

Una percezione più corretta della malattia potrebbe aiutare in futuro a gestire meglio i pazienti con BPCO: di qui l’ importanza di una comunicazione efficace medico-paziente per la gestione della malattia. E’ quanto emerge da uno studio multicentri[...]

Come gestire le riacutizzazioni della BPCO secondo le nuove linee guida ERS/ACT

A Milano, durante il congresso annuale dell'European Respiratory Society (ERS) sono state presentate le recenti linee guida interamente dedicate al trattamento delle riacutizzazioni della broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO). Il documento, pub[...]

Mepolizumab, un possibile nuovo trattamento per alcune forme di BPCO?

In contemporanea con la pubblicazione dei risultati sulla rivista NEJM relativi ai due trial clinici di Fase III METREX e METREO sul possibile impiego di mepolizumab, inibitore di IL-5, nel trattamento delle forme eosinofiliche di BPCO (1), sono stat[...]

Asma severo eosinofilico, nuove conferme di efficacia per reslizumab

E’ stato approvato lo scorso anno dalla Commissione Europea come terapia aggiuntiva (add-on) in pazienti adulti con asma eosinofilico severo non adeguatamente controllato nonostante l’uso di corticosteroidi per via inalatoria (ICS) a dosi elevate ass[...]

Dieta ed esercizio fisico regolare, importanti nei pazienti con asma anche se normopeso

Una dieta sana unita all'esercizio fisico regolare sono interventi sullo stile di vita comunemente consigliati ai pazienti obesi con asma per tenere sotto controllo i loro problemi respiratori. Durante l'edizione 2017 del congresso dell'European Resp[...]

In Europa, una persona su 4 ‘vittima' di fumo passivo al lavoro

Anche se un calo complessivo c'è stato, soprattutto in bar, locali e ristoranti, in Europa una persona su quattro è esposta al fumo passivo sul posto di lavoro. Sono questi i risultati di una ricerca condotta dai da un team di esperti dell'Imperial C[...]

Sigarette elettroniche, utilizzo triplicato nonostante qualche dubbio sulla sicurezza

Tra il 2012 e il 2014 l'uso di sigarette elettroniche è triplicato probabilmente perché utilizzate come strumento per smettere di fumare le sigarette convenzionali. E' quanto emerge da un grosso sondaggio effettuato in Europa e i cui risultati sono s[...]