Pneumologia

VIDEO

Disturbi respiratori del sonno: epidemiologia, rilevanza clinica e approcci terapeutici


Asma grave: cosa è, come insorge e come può essere contrastata


Che cos’è l’asma da temporale?


Terapie molecolari in oncologia polmonare


Diagnosi e caratterizzazione molecolare dei tumori polmonari


Le apnee notturne del sonno, diagnosi e individuazione pazienti a rischio


Il trapianto polmonare in Italia, i fattori di criticità e i margini di miglioramento


Le attività della sezione giovanile AIPO nel corso di questa edizione: Forum sulla ricerca clinica


Fibrosi polmonare idiopatica e malattie polmonari fibrosanti: le novità su diagnosi e trattamento discusse all’AIPO


Fibrosi polmonare idiopatica, quali sono i nuovi farmaci in studio?


Attività di partnership dell’industria farmaceutica in Pneumologia


Tubercolosi mdr (multidrug resistant): definizione, epidemiologia e novità della terapia


La pneumologia interventistica: definizione, vantaggi, ed esempi di applicazione


Come diagnosticare e trattare in modo adeguato il paziente con asma grave?


Il coinvolgimento polmonare nella sclerosi sistemica


Come agevolare il dialogo e la presa in carico tra il medico di Medicina Generale e lo specialista Pneumologo? Il ruolo del modello organizzativo e della tecnologia


Le novità terapeutiche in oncologia polmonare


La presa in carico del paziente con Bpco: ruolo del medico di Medicina Generale


Deficit di alfa-1-antitripsina: oggi la terapia può essere somministrata anche a domicilio dei malati


Noduli polmonari: come stabilire la natura maligna o benigna con la diagnostica broncoscopica


Asma negli adolescenti, quali sono le complessità?


Che cos'è la riabilitazione polmonare e quali risultati permette di ottenere


ARTICOLI

Asma pediatrico, aumentare le dosi di steroidi inalatori durante le crisi non serve

Uno studio presentato nel corso dell'ultimo congresso congiunto AAAAI/WAO (American Academy of Allergy, Asthma and Immunology/World Allergy Organization ha documentato l'inefficacia della prassi di quintuplicare la dose di steroidi inalatori (ICS) in[...]

BPCO, esacerbazioni severe e ospedalizzazioni ridotte con azitromicina

L'utilizzo di azitromicina in cicli continui a lungo termine (LT-CC-A) si associa, in pazienti con BPCO severa, a riduzione sostenuta sia delle riacutizzazioni di malattia che dei tassi di ospedalizzazione (insieme ad un numero più contenuto di event[...]

Mepolizumab migliora il controllo dell'asma in pazienti non controllati con l'anti IgE

I pazienti con un asma severo non controllato nonostante il trattamento con omalizumab ed eleggibili per essere sottoposti alla terapia con mepolizumab hanno migliorato il controllo della propria patologia dopo il passaggio a quest'ultimo.

OK UE all'aggiornamento dell'indicazione per la combinazione fluticasone furoato e vilanterolo nei pazienti con asma

GlaxoSmithKline plc e Innoviva Inc. hanno reso noto oggi che la Commissione europea ha approvato un aggiornamento per l'uso di fluticasone furoato e vilanterolo una volta al giorno, una combinazione di un corticosteroide inalatore (ICS) e un β2[...]

Asma eosinofilico severo, mepolizumab migliora funzione polmonare

L'impiego di mepolizumab 100 mg in formulazione sottocute determina un miglioramento significativo della funzione polmonare dei pazienti con asma eosinofilico severo. Queste le conclusioni di uno studio presentato nel corso dell'edizione 2018 del con[...]

Rischio malattie allergiche in età pediatrica e antibiotici, esiste un legame?

Una precoce esposizione agli antibiotici può innalzare il rischio di malattie allergiche in età pediatrica. Questo è quanto sostiene uno studio presentato nel corso del congresso annuale congiunto AAAAI/WAO (the American Academy of Allergy, Asthma & [...]

Asma non controllato, bene tezepelumab in fase 2

Tezepelumab, anticorpo monoclonale sperimentale anti-TSLP, ha migliorato il controllo dell'asma in pazienti con asma non controllato. Questi i risultati di uno studio di fase 2 (1), presentato nel corso del congresso congiunto annuale AAAAI/WAO (the [...]

BPCO, doppia broncodilatazione LABA/LAMA migliora funzione polmonare e cardiaca

Uno studio recentemente pubblicato su Lancet Respiratory Medicine ha documentato la capacità della formulazione indacaterolo/glicopirronio 110/50 mcg, dispensata mediante inalatore a tecnologia brevettata Breezhaler, di indurre miglioramenti signific[...]

Respiro sibilante legato ad atopia, attenzione ai regimi alimentari pro-infiammatori

L'adozione di una dieta proinflammatoria ha effetti negativi sul respiro sibilante legato ad atopia, stando ai risultati di uno studio USA di recente pubblicazione su the Journal of Allergy and Clinical Immunology Practice. Lo studio rafforza l'oppor[...]

BPCO, conta eosinofili predice esacerbazioni e risposta a steroidi inalatori

Una conta più elevata di eosinofili si associa ad un incremento del rischio di esacerbazioni e a migliori possibilità di risposta agli steroidi inalatori (ICS) nei pazienti con BPCO. Queste le conclusioni di un'analisi post-hoc di studi sull'impiego [...]

Università di Vanderbilt studierà un antivirale nella fibrosi polmonare

Un team della Vanderbilt University di Nashville, in Tennessee, intende valutare con uno studio pilota se l'aggiunta di un farmaco antivirale di uso comune ai trattamenti standard per la fibrosi polmonare idiopatica (IPF), possa aiutare a fermare o i[...]

BPCO e trapianto polmonare. Per favorire la sopravvivenza serve maggiore consenso

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è l'indicazione principale per il trapianto polmonare a livello globale e la seconda indicazione negli Stati Uniti. Permane tuttavia una mancanza di consenso in merito ai tempi e ai tipi di intervento ch[...]

Fibrosi polmonare idiopatica, allo studio farmaco antifibrotico

Il candidato farmaco PBI-4050 della compagnia biofarmaceutica Prometic Life Sciences, è in grado di intervenire nei meccanismi che regolano lo sviluppo della fibrosi attraverso un doppio meccanismo d'azione. E' quanto emerge da uno studio appena pubb[...]

Uso a lungo termine di sigarette elettroniche potrebbe aumentare rischio di polmonite

Gli utilizzatori a lungo termine di sigarette elettroniche potrebbero essere esposti a una maggiore suscettibilità alla polmonite e ad altre infezioni polmonari, secondo le prime ricerche su cellule, topi e umani.

Fibrosi Polmonare Idiopatica: Voci sott’acqua, prima community italiana per i pazienti

Il 28 febbraio è un giorno importante per le persone colpite da patologie rare, in questa data cade infatti la Giornata Mondiale delle Malattie Rare (Rare Disease Day), un appuntamento internazionale che giunge quest’anno alla sua undicesima edizione[...]

Anti asma a breve durata d’azione aumentano il tempo di concepimento?

Le donne che per la terapia dell’asma usano solo farmaci a breve durata d'azione richiedono più tempo per rimanere incinta rispetto alle donne non asmatiche o alle donne che assumono farmaci ad azione prolungata, secondo quanto suggerito da un nuovo [...]

BPCO, uso a lungo termine degli steroidi per inalazione aumenta rischio fratture

L'uso a lungo termine di corticosteroidi per via inalatoria (ICS) a dosi elevate è stato associato a un modesto aumento del rischio di fratture ossee in uomini e donne con malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), secondo quanto riportato da rice[...]

Riacutizzazioni di BPCO, 3 farmaci meglio di due. Lo conferma studio su The Lancet

Nella riduzione delle riacutizzazioni moderate e gravi di BPCO la tripla associazione fissa extrafine messa a punto da Chiesi (beclometasone dipropionato/formoterolo fumarato/glicopirronio) risulta superiore alla combinazione fissa di due broncodilat[...]

BPCO: 3,5 milioni gli italiani colpiti. I medici di famiglia chiedono di gestire la malattia

La patologia è in aumento e rappresenta la quarta causa di decesso nel nostro Paese. Per la prima volta, 9 associazioni di medici e pazienti promuovono un “Manifesto” con le proposte alle Istituzioni per la riorganizzazione della rete assistenziale. [...]

BPCO, scoperti indicatori genetici del rischio di malattia

Alcune variazioni genetiche associate all'anatomia polmonare potrebbero fungere da indicatori utili per l'individuazione di soggetti con funzione polmonare ridotta ma stabile in età precoce – con particolare riferimento a soggetti affetti da BPCO in [...]