Pneumologia

VIDEO

Fibrosi polmonare Idiopatica: come si cura all'Ospedale San Gerardo di Monza


Fibrosi Polmonare Idiopatica: come si cura al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania


Infezioni da germi multiresistenti, le misure da prendere e le armi terapeutiche da utilizzare


Fibrosi polmonare: come si diagnostica all'Ospedale Monaldi di Napoli


Patologie respiratorie, impatto del fumo di sigaretta e delle sigarette elettroniche


Quali sono le principali patologie respiratorie? Focus su asma e BPCOá


Riacutizzazioni della BPCO, prevenzione e gestione


Tumore al polmone, evoluzione nella diagnosi e nel trattamento


Terzo corso master sugli Hot topics in Patologia Respiratoria, novitÓ dalla terza edizione


ComorbiditÓ nella BPCO, quali sono e come gestirle


Malattie pleuriche, utilitÓ della toracoscopia medica


Interstiziopatie, importanza di unire l'aspetto anatomo-patologico con quello radiologico


Asma e BPCO week: obiettivi e novitÓ della campagna informativa


Il paradosso dell'asma: over-use dei broncodilatatori a breve durata d'azione


BPCO: Importanza diagnosi precoce e aderenza terapia


Asma grave, omalizumab efficace anche in pazienti polisensibilizzati. Studio PROXIMA


Terapia della broncopneumopatia cronico ostruttiva: efficacia della doppia broncodilatazione


Orticaria cronica spontanea: cosa Ŕ e come si cura


Cosa sono medicina di precisione e terapia personalizzata nelle malattie polmonari


Asma e Bpco nella vita reale: il Salford Lung Study spiegato dal primo autore


Asma grave: bilancio di un anno di disponibilitÓ di mepolizumab


Fibrosi polmonare idiopatica, come si cura a Pavia


ARTICOLI

Al via studio INMARK: valuterÓ effetto di nintedanib su biomarcatori della fibrosi polmonare

Boehringer Ingelheim annuncia che Ŕ stato arruolato il primo paziente in un nuovo studio, chiamato INMARK, che valuterÓ l'effetto di nintedanib sulle variazioni di specifici biomarcatori sierici che indicano fibrosi (formazione di tessuto cicatrizial[...]

Ok Fda per omalizumab nell'asma allergico pediatrico

La Food and Drug Administration (Fda) ha approvato l'anticorpo monoclonale omalizumab nel trattamento dell'asma allergico in pazienti pediatrici dai 6 agli 11 anni, non controllati in modo adeguato con corticosteroidi per via inalatoria.

BPCO, aderenza ai farmaci deputati al suo trattamento si riduce con la depressione

Un recente studio pubblicato sulla rivista Annals of the American Thoracic Society ha dimostrato, in un campione di pazienti beneficiari del programma di assistenza sanitaria pubblica USA Medicare, che l'aderenza al trattamento con farmaci per il con[...]

Fibrosi cistica, da un vecchio farmaco una possibile cura delle manifestazioni respiratorie associate

I risultati di uno studio preliminare, pubblicato su Journal of Clinical Investigation, suggeriscono un nuovo impiego di trometamina, una soluzione tampone caratterizzata da una lunga emivita e utilizzata in formulazione endovena per trattare l'acido[...]

Asma, la prevalenza di comorbilitÓ aumenta in modo considerevole

La condizione asmatica Ŕ associata ad un numero significativamente pi¨ elevato di comorbiditÓ ľ dalle malattie cardio-cerebrovascolari all'obesitÓ, dall'ipertensione al diabete, dalle malattie psichiatrice a quelle neurologiche, dalle malattie gastro[...]

Asma pediatrico, ai nastri di partenza nuovo trial su utilizzo magnesio nebulizzato, in aggiunta alla terapia standard

E' stato recentemente pubblicato sulla rivista Trial il protocollo di studio di MagNUM PA, un nuovo trial randomizzato e controllato sull'impiego di magnesio nebulizzato, in aggiunta alla terapia standard dell'asma pediatrico. Se questo intervento do[...]

Al via la campagna di sensibilizzazione sulla fibrosi polmonare idiopatica

DIAMO RESPIRO A CHI NON CE L'HA! Questo Ŕ il messaggio della campagna di sensibilizzazione #DIAMORESPIRO, grazie alla quale Ŕ possibile donare simbolicamente respiro ai pazienti affetti da Fibrosi Polmonare Idiopatica (IPF) gonfiando un palloncino e [...]

Fibrosi polmonare idiopatica, conferme per nintedanib da nuova analisi degli studi INPULSIS

Una nuova analisi degli studi INPULSIS dimostra, per la prima volta, una progressione della malattia simile in pazienti con fibrosi polmonare idiopatica (IPF) individuata adottando criteri diagnostici pi¨ ampi rispetto a quelli fissati dalle attual[...]

Asma, SLIT efficace contro gli allergeni dell'acaro della polvere, in aggiunta a terapia di mantenimento standard

L'aggiunta di un trattamento immunoterapico sublinguale (SLIT) contro l'acaro della polvere al trattamento di mantenimento standard dell'asma prolunga in modo significativo il tempo alla prima esacerbazione asmatica in pazienti sottoposti a piano di [...]

Ipertensione polmonare, risultati promettenti in Fase II per metil-bardoxolone

Con un comunicato stampa, Reata Pharmaceuticals, azienda biofarmaceutica USA, ha reso noti i risultati positivi ad interim relativi alla fase di estensione dello studio di Phase 2 LARIAT, tuttora in corso, nel trattamento dell'ipertensione polmonare [...]

BPCO, tiotropio meglio in associazione con olodaterolo che da solo, in alcuni casi

Tiotropio, in associazione con olodaterolo, sembra conferire in beneficio aggiuntivo nei pazienti con BPCO di grado moderato e in quelli naive al trattamento rispetto alla monoterapia. Lo dimostrano i risultati di uno studio pubblicato sulla rivista [...]

Avere l'asma da piccoli aumenta il rischio di BPCO da adulti

Un'alterazione della funzione polmonare durante l'infazia, insieme all'essere appartententi al sesso maschile, sembrano essere i fattori in grado di predire in maniera pi¨ significativa lo sviluppo successivo nel corso della vita, di processi anomali[...]

Ipertensione polmonare tromboembolica cronica, identificati due fattori prognostici legati al successo del trattamento con riociguat

Il trattamento con riociguat pu˛ essere utilizzato in sicurezza nel lungo termine in pazienti affetti da ipertensione polmonare tromboembolica cronica (CTEPH). Inoltre, gli autori di questo studio sono stati in grado di individuare, nelle concentrazi[...]

Asma Grave di adulti e bambini, due registri congiunti di AIPO, AAIITO e SIMRI

L'Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO), insieme all'Associazione Italiana Allergologi Immunologi Ospedalieri e Territoriali (AAIITO), lancia il registro Nazionale sull'Asma Grave che, accostandosi al giÓ esistente Registro realizzato d[...]

Asma acuto e corticosteroidi orali: quale regime di somministrazione Ŕ da preferire?

Non esistono evidenze sufficientemente robuste per raccomandare un regime di somministrazione di corticosteroidi orali a durata e a posologia ridotta in luogo di un regime di durata e posologia pi¨ lunga, sia in termini di efficacia che di sicurezza.[...]

Asma, gli effetti della supplementatazione materna con olio di pesce si estendono alla progenie fino all'etÓ adulta

La supplementazione materna con olio di pesce potrebbe avere un potenziale profilattico per la prevenzione a lungo termine dell'asma nella progenie. Lo dimostra uno studio danese, pubblicato sulla rivista Journal of Allergy and Clinical Immunology, c[...]

BPCO, documentati tassi elevati di esacerbazione in pazienti sintomatici fumatori con funzione polmonare preservata

La defininizione clinica di BPCO potrebbe essere sottoposta, in un prossimo futuro, a revisione: stando ai risultati di uno studio condotto su 2.736 pazienti con BPCO, pubblicato su NEJM. Ŕ stata documentata la presenza di sintomi respiratori da BPCO[...]

Esacerbazioni di asma cronica nell'adulto e nel bambino, non Ŕ sufficiente aumentare la dose di ICS in caso di attacco

I dati di una recente metanalisi Cochrane non suffragano la prassi dell'incremento del dosaggio di corticosteroidi per via inalatoria (ICS) come parte di un piano d'azione per trattare le esacerbazioni di malattia in soggetti adulti o in etÓ pediatri[...]

Malattie respiratorie, le associazioni dei pazienti siglano la carta della salute respiratoria

Si Ŕ tenuta a Nocera Umbra (Perugia) lo scorso 4 Giugno la prima Consensus Conference delle Associazioni di Pazienti affetti da malattie respiratorie. L'evento ha posto le basi per una sinergica collaborazione e la richiesta congiunta di una maggiore[...]

BPCO, migliore sopravvivenza nei pazienti obesi ospedalizzati rispetto a quelli normopeso

Stando ai risultati di un piccolo studio osservazionale, pubblicato sulla rivista Respiratory Medicine, la condizione di sovrappeso sarebbe un predittore indipendente di sopravvivenza a lungo termine dopo esacerbazione di BPCO. Tuttavia, le ragioni d[...]