Pneumologia

VIDEO

Le difficoltà nel trattamento della malattia polmonare da NTM: la ricerca è fondamentale


Co-infezione da NTM nei pazienti con fibrosi cistica: quali sono i problemi da affrontare?


Nasce AMANTUM, l’Associazione nazionale malati di NTM


Iter diagnostico per le infezioni sostenute da NTM: il primo passo è l’indagine microbiologica


Ruolo della microbiologia nella diagnosi delle infezioni da NTM: l’esperienza del Niguarda di Milano


Malattia polmonare da NTM, l’esperienza diretta di una paziente che è anche un medico


La gestione delle malattie rare a livello europeo: gli European Reference Network


Come si cura la malattia polmonare da NTM e perchè servono nuove terapie?


Come si cura la malattia polmonare da NTM nei pazienti immunodepressi?


NTM: dalla diagnosi alla terapia, le sfide per il medico e l’attività del Policlinico di Milano


Valutazione microbiologica, radiografica e clinica dei pazienti con malattia polmonare da NTM


Malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, cosa resta da capire?


L’approccio multidisciplinare nella gestione della malattia polmonare da NTM


Asma e BPCO, quali novità terapeutiche?


Fibrosi polmonare idiopatica, progetti per migliorare il rapporto medico-paziente


Efficacia e sicurezza sul pirfenidone nella IPF, conferme dalla real life italiana


BPCO: come fare per migliorare l'aderenza alla terapia?


BPCO: arriva in Italia la prima tripla associazione ICS/LABA/LAMA


Studio IMPACT, vantaggi della triplice terapia con fluticasone furoato/umeclidinium/vilanterolo


Micobatteriosi non tubercolari con interessamento polmonare, dal registro italiano al registro europeo


Impatto delle micobatteriosi tubercolari e non tubercolari, importanza dei registri


Fibrosi polmonare idiopatica, quali novità dalla ricerca farmacologica?


ARTICOLI

Fibrosi polmonare, studi post-hoc confermano beneficio farmaci esistenti

I pazienti affetti da fibrosi polmonare idiopatica (IPF) sono trattati efficacemente con le opzioni terapeutiche attualmente disponibili (pirfenidone e nintedanib), indipendentemente dalla severità di malattia. Lo confermano 4 studi post-hoc, che han[...]

BPCO, combinazione LAMA/LABA vince su ICS/LABA

I pazienti affetti da BPCO vanno incontro ad un numero significativamente ridotto di esacerbazioni, quando ad essere aggiunto al trattamento con un agonista beta a lunga durata d'azione (LABA) è un antagonista muscarinico a lunga durata d'azione (LAM[...]

BPCO, in arrivo aggiornamento linee guida GOLD

Oltre tre milioni di pazienti italiani con BPCO, la maggior parte anziani, fragili, e affetti da malattie croniche concomitanti, attendono come un incubo l'arrivo di questi mesi freddi. Il 20% di loro, oltre seicentomila persone, in particolare gli o[...]

Sindrome delle apnee ostuttive del sonno. AIPO incontra le istituzioni in Senato

Si è tenuta l'8 Novembre a Roma presso la Biblioteca del Senato, Sala degli Atti Parlamentari “Giovanni Spadolini” la tavola rotonda organizzata dall'Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO) dal titolo “Apnee ostruttive durante il sonno e [...]

Malattie respiratorie da micobatteri non tubercolari (NTM). AIPO lancia indagine conoscitiva

Durante il Corso Teorico Pratico “Tubercolosi emergenza sanitaria globale”, tenutosi a Parma nei giorni scorsi, è stata presentata un’indagine conoscitiva promossa ed elaborata dall’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO), attraverso il g[...]

Arfomoterolo e tiotropio, modesto miglioramento nelle ospedalizzazioni da Bpco

I pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), da moderata a grave, in trattamento concomitante con arfomoterolo tartrato nebulizzato e tiotropio, non presentano significative riduzioni delle riacutizzazioni valutate mediante le ospedali[...]

Bpco, dati promettenti per revefenacin, nuovo Lama

Pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco), trattati con revefenacin, un nuovo antagonista muscarinico a lunga durata d’azione (Lama), nebulizzato una volta al giorno per 28 giorni, mostrano una rilevante riduzione dose-dipendent[...]

Nasce ilmiorespiro.it un sito per parlare in modo semplice di malattie respiratorie

E' online il nuovo portale www.ilmiorespiro.it. Si rivolge ai pazienti e parlerà di malattie respiratorie, di chi è colpito da queste patologie e di qualità di vita per chi soffre di asma o di Bpco: come mantenerla, ma anche come recuperarla. Messo a[...]

Displasia broncopolmonare, impiego pre-natale di steroidi migliora l'outcome in neonati prematuri

L'impiego pre-natale di steroidi è legato ad un miglioramento della mortalità e degli outcome neurologici nonchè a tassi meno elevati di enterocolite necrotizzante e displasia broncopolmonare in neonati prematuri. Queste le conclusioni di uno studio [...]

Brochiectasie, formulazione inalatoria di antibiotico efficace in Fase 3

Sono stati presentati, in occasione dell'edizione annuale di CHEST (il meeting USA dell'American College of Chest Physicians), i risultati del trial di Fase 3 RESPIRE 1. Stando ai risultati del trial presentati al Congresso, una formulazione inalator[...]

Superbatteri: uno spot in chiave horror per promuovere il buon uso degli antibiotici

Nuovo spot SITA (Società Italiana Terapia Antibiotica) su www.antibioticilanostradifesa.it per sensibilizzare al problema dell'antibiotico-resistenza.

Asma, ribadito buon profilo di safety di combinazione farmacologica LABA-ICS

Adesso sono risultati di uno studio di safety post-marketing richiesto dalla FDA statunitense a ribadirlo: i pazienti adulti e adolescenti asmatici, trattati con la terapia di combinazione formoterolo/budesonide (LABA-ICS) non sono a maggior rischio [...]

Nuove linee guida USA congiunte IDSA-ATS: 7 giorni di antibiotico-terapia sono sufficienti per le polmoniti ospedaliere e quelle associate a ventilazione

Per la maggior parte delle polmoniti acquisite in ospedale (HAP) e per quelle associate a ventilazione (VAP), una settimana di antibiotico-terapia è più sufficiente, stando alle nuove linee guida USA sulla gestione di queste patologie respiratorie, i[...]

Bronchiolite da virus respiratorio sinciziale: il 7O% dei bambini contrae il virus nel primo anno di vita

Ogni anno nel mondo si osservano 150 milioni di nuovi casi di bronchiolite e il 75% di essi è causato dal Virus Respiratorio Sinciziale (RSV) che nei Paesi in Via di Sviluppo è la seconda causa di mortalità dopo la malaria. Questi i dati dell'Organiz[...]

TBC, steroidi potrebbero ridurre mortalità in pazienti con insufficienza respiratoria acuta

I pazienti affetti da TBC e ammessi nelle unità di medicina intensiva per la presenza di insufficienza respiratoria acuta mostrano un tasso di sopravvivenza a 90 giorni superiore, a seguito del trattamento con CS e farmaci anti-TBC, rispetto a quelli[...]

Prevenzione delle infezioni respiratorie nel bambino: ruolo di vaccini e immunostimolanti

Prosegue a Milano il 35° Congresso Nazionale di Antibioticoterapia in età pediatrica che si chiuderà domani 21 ottobre. Tra le sessioni più attese, quella sulla infettivologia pediatrica con un focus sulla prevenzione delle infezioni respiratorie: l'[...]

Sindromi influenzali in pediatria: antibiotici, paracetamolo e ibuprofene al centro del congresso italiano

Domani a Milano il 35° Congresso Nazionale di Antibioticoterapia in età pediatrica si apre con un ampio dibattito sull'importanza dell'utilizzo appropriato del paracetamolo nei bambini con sindromi influenzali e sulle emergenze tossicologiche derivat[...]

AIPO ad AIFA: via il Piano Terapeutico per le associazioni LABA/LAMA per la BPCO

Con una lettera inviata nei giorni scorsi al Direttore Generale dell’Aifa, Luca Pani e al Presidente dell’Iss, Walter Ricciardi ed a tutta la Commissione Tecnico-Scientifica (CTS) di AIFA, l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri chiede che ven[...]

Supplementazione vitamina D potenzialmente utile nella prevenzione degli attacchi d'asma

La supplementazione con vitamina D, aggiunta alla terapia farmacologica standard, potrebbe coadiuvare la riduzione del numero di attacchi severi d'asma nei pazienti affetti da forme della patologia di grado moderato-severo.

BPCO, attività fisica può ridurre ansia e depressione

Nei pazienti affetti da broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) fare più attività fisica può ridurre il rischio di ansia o depressione.