Pneumologia

VIDEO

Asma e BPCO, quali novità terapeutiche?


Fibrosi polmonare idiopatica, progetti per migliorare il rapporto medico-paziente


Efficacia e sicurezza sul pirfenidone nella IPF, conferme dalla real life italiana


BPCO: come fare per migliorare l'aderenza alla terapia?


BPCO: arriva in Italia la prima tripla associazione ICS/LABA/LAMA


Studio IMPACT, vantaggi della triplice terapia con fluticasone furoato/umeclidinium/vilanterolo


Micobatteriosi non tubercolari con interessamento polmonare, dal registro italiano al registro europeo


Impatto delle micobatteriosi tubercolari e non tubercolari, importanza dei registri


Fibrosi polmonare idiopatica, quali novità dalla ricerca farmacologica?


Asma severo, nuovi dati sull’anticorpo monoclonale benralizumab


Asma lieve-moderato, terapia al bisogno o continuativa?


Linee guida OMS sul trattamento della tubercolosi multiresistenti, nuova classificazione dei farmaci


Salute respiratoria, 10 principi per preservala


Riacutizzazioni nell’asma lieve, efficacia della terapia al bisogno con budesonide/formoterolo


Asma severo, efficacia e sicurezza a lungo termine di benralizumab. I dati dallo studio BORA


Micobatteriosi non tubercolari polmonari, dalla diagnosi tardiva alla necessità di fare network


BPCO, la triplice terapia budesonide/glicopirronio/formoterolo batte le duplici associazioni


Fibrosi polmonare idiopatica, le nuove linee guida diagnostiche


Fibrosi polmonare Idiopatica: come si cura all'Ospedale San Gerardo di Monza


Fibrosi Polmonare Idiopatica: come si cura al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania


Infezioni da germi multiresistenti, le misure da prendere e le armi terapeutiche da utilizzare


Fibrosi polmonare: come si diagnostica all'Ospedale Monaldi di Napoli


ARTICOLI

Sarcopenia e Bpco: esiste un filo conduttore?

La sarcopenia colpisce il 15% dei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) stabile e compromette la funzione e lo stato di salute. Questa perdita di massa muscolare sembra non influire sull'esito della riabilitazione respiratoria, il [...]

Montelukast, il trattamento di seconda linea migliore per l’asma

Tra i regimi di trattamento di seconda linea per l’asma, la combinazione montelukast/budesonide è risultata essere superiore sia alla combinazione doxofillina/budesonide che a quella tiotropo/budesonide, in tutte le misure degli outcome analizzati, s[...]

Tubercolosi, rifampicina riduce effetto terapeutico della bedaquilina

I dati farmacocinetici indicano che rifampicina e rifapentina riducono significativamente le concentrazioni del nuovo farmaco anti-tubercolosi (TB) bedaquiline. Lo evidenzia uno studio pubblicato lo scorso 21 dicembre Journal of Antimicrobial Chemoth[...]

L’utilizzo regolare di budesonide e formoterolo risulta migliore rispetto all’impiego on demand

Nei pazienti con asma di grado moderato in fase stabile, la terapia con budesonide e formoterolo, quando necessaria, è meno efficace di quanto non lo sia il normale e regolare trattamento con gli stessi farmaci come raccomandato dalle linee guida 201[...]

Interleuchina-8 e esacerbazioni della Bpco, un nuovo link

Le concentrazioni di interleuchina-8 (IL-8), sia nel siero sia nel condensato esalato del respiro (Ebc, exhaled breath condensate), risultano significativamente più alte nei pazienti con Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) rispetto ai pazient[...]

Vareniclina, aumentare la dose nei fumatori non aiuta

L'aumento della dose di vareniclina nei fumatori con bassa risposta al farmaco non ha effetti significativi sull’astinenza da tabacco o sulla cessazione del fumo. Sono queste le conclusioni di un recente studio pubblicato su JAMA Internal Medicine in[...]

Terapia antiretrovirale riduce mortalità nei pazienti con co-infezione HIV-tubercolosi

Secondo una meta analisi pubblicata sulla rivista PLOS One, il range di mortalità nei pazienti con infezione da HIV, sottoposti a trattamento per la cura della tubercolosi è tra l'8 e il 14%, ma tale percentuale si riduce significativamente a seguito[...]

Chi dorme poco è a rischio di demenza?

Il poco sonno aumenta il rischio di sviluppare demenza come conseguenza dei cambiamenti che si verificano all'interno del cervello.

L'Immunoterapia sublinguale efficace nei pazienti con allergie ai gatti

Gli allergeni modificati mediante carbamilazione in modo che possano essere assorbiti dalla mucosa orale e dati come immunoterapia sublinguale sono state nuovamente ritenute essere efficaci nei pazienti con rinocongiuntivite e asma allergico, causati[...]

Disturbi del sonno, arriva una top list sui consigli utili

I medici dovrebbero evitare la polisonnografia nei pazienti con insonnia cronica a meno che i sintomi suggeriscono un disturbo del sonno in comorbidità.

Apixaban, notevoli benefici per la trombosi venosa ed embolia polmonare nei pazienti con Bmi elevato

L' apixaban presenta un vantaggio aggiuntivo nel trattamento iniziale per la trombosi venosa profonda (Tvp) e per l'embolia polmonare (Ep) dei pazienti con un indice di massa corporea (body mass index, Bmi) superiore a 28 kg/m².

Vitamina C, possibile razionale di impiego contro broncocostrizione e sintomi respiratori da intensa attività fisica

E' noto come l'attività fisica aumenti lo stress ossidativo. Può la vitamina C, in ragione delle sue proprietà anti-ossidanti, avere un impiego in soggetti affetti da broncostrizione e sintomi respiratori causati da un intenso esercizio fisico?

Ipertensione arteriosa polmonare: i biomarker genetici identificano i candidati che rispondono alla terapia

Una caratteristica dell’espressione genica nel sangue periferico potrebbe aiutare a identificare i pazienti affetti da ipertensione arteriosa polmonare (pulmonary arterial hypertension, Pah) che presentano una maggiore probabilità di trarre beneficio[...]

L’esposizione agli antibiotici nel feto e nella prima infanzia non causa l’asma

L’esposizione pre e post-natale agli antibiotici non sembra causare l’asma durante l’infanzia. Sono le conclusioni di un ampio studio pubblicato di recente su BMJ in cui gli autori suggeriscono l’esistenza di fattori confondenti che avrebbero, fino a[...]

Le cliniche multidisciplinari migliorano la cura della BPCO

Le cliniche multidisciplinari virtuali sarebbero un modo innovativo per riunire pneumologi ospedalieri e medici di assistenza primaria per poter migliorare la cura delle persone con malattie polmonari a lungo termine come la broncopneumopatia cronica[...]

Ossigenoterapia nelle riacutizzazioni della Bpco

Ci sono prove evidenti che il corretto uso dell'ossigenoterapia supplementare durante le riacutizzazioni della Broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco) è un fattore importante che può influenzare fortemente l'esito della malattia. Sono le conclusi[...]

Nuove raccomandazioni pediatriche americane per il vaccino anti-pneumococco Pcv13

I bambini di età compresa tra i 6 e i 18 anni con disturbi da immunodeficienza e altre condizioni patologiche ad alto rischio dovrebbero ricevere singola una dose del vaccino pneumococcico coniugato 13-valente (Pcv13).

Paracetamolo e asma: una correlazione tutta da dimostrare

Al momento non ci sono sufficienti evidenze di un legame tra l'esposizione del paracetamolo, nei primi mesi di gravidanza e nei primi anni di vita, e lo sviluppo dell’asma durante l’infanzia. È quanto emerge da una revisione sistematica e da una meta[...]

La gestione domiciliare dell’asma non controllato migliora la qualità della vita

L’assistenza domestica degli operatori sanitari nei pazienti con asma non controllato migliora il controllo della malattia e la qualità della malattia, soprattutto negli adulti appartenenti alla fascia di reddito bassa. Sono i risultati di uno studio[...]

Cure palliative nella gestione della dispnea per migliorare la qualità della vita e la sopravvivenza

I pazienti che hanno un servizio di supporto, che include le cure palliative, per la loro dispnea possono vivere meglio e più a lungo. È quanto suggerisce un nuovo trial controllato randomizzato pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine.