Pneumologia

VIDEO

Asma: le novità più recenti in terapia


Asma severo, perché trattare l'infiammazione di tipo 2. Ruolo di dupilumab


La cronicità delle malattie respiratorie: stato dell'arte


Razionale della terapia triplice farmacologica nel trattamento della BPCO


Gli studi a supporto della nuova triplice terapia nel trattamento della BPCO


Le difficoltà nel trattamento della malattia polmonare da NTM: la ricerca è fondamentale


Co-infezione da NTM nei pazienti con fibrosi cistica: quali sono i problemi da affrontare?


Nasce AMANTUM, l’Associazione nazionale malati di NTM


Iter diagnostico per le infezioni sostenute da NTM: il primo passo è l’indagine microbiologica


Ruolo della microbiologia nella diagnosi delle infezioni da NTM: l’esperienza del Niguarda di Milano


Malattia polmonare da NTM, l’esperienza diretta di una paziente che è anche un medico


La gestione delle malattie rare a livello europeo: gli European Reference Network


Come si cura la malattia polmonare da NTM e perchè servono nuove terapie?


Come si cura la malattia polmonare da NTM nei pazienti immunodepressi?


NTM: dalla diagnosi alla terapia, le sfide per il medico e l’attività del Policlinico di Milano


Valutazione microbiologica, radiografica e clinica dei pazienti con malattia polmonare da NTM


Malattia polmonare da micobatteri non tubercolari, cosa resta da capire?


L’approccio multidisciplinare nella gestione della malattia polmonare da NTM


Asma e BPCO, quali novità terapeutiche?


Fibrosi polmonare idiopatica, progetti per migliorare il rapporto medico-paziente


Efficacia e sicurezza sul pirfenidone nella IPF, conferme dalla real life italiana


BPCO: come fare per migliorare l'aderenza alla terapia?


ARTICOLI

Asma, nuovi dati in fase III per la terapia col tiotropio

L'azienda farmaceutica Boehringer Ingelheim ha recentemente presentato dati incoraggianti, per il trattamento dell'asma, sulla terapia con il farmaco tiotropio erogato attraverso l'inalatore Respimat. I dati sono stati presentati al meeting annuale 2[...]

Distress respiratorio, la “driving pressure” predice la sopravvivenza

Nei pazienti con sindrome da distress respiratorio (Ards, acute respiratory distress syndrome), che utilizzano la ventilazione meccanica per respirare, la “driving pressure” potrebbe aiutare a predire la sopravvivenza. Lo affermano gli autori di uno[...]

Montelukast ed eventi neuropsichiatrici, nessuna associazione nei bambini asmatici

Nei bambini affetti da asma non è stata riscontrata alcuna associazione positiva tra il montelukast e sintomi o disturbi mentali sublinici. È quanto emerge da uno studio caso-controllo pubblicato di recente su Pharmacoepidemiology and Drug Safety 201[...]

Polmonite grave, i corticosteroidi riducono il fallimento del trattamento

Tra i pazienti con grave polmonite acquisita in comunità e ad alta risposta infiammatoria iniziale, l'uso acuto di metilprednisolone, rispetto al placebo, diminuisce il fallimento del trattamento. Sono le conclusioni di un recente studio pubblicato s[...]

Apnea ostruttiva, fattore di rischio per le malattie cardiovascolari

Nei pazienti non diabetici, la gravità dell'apnea ostruttiva del sonno è stata associata al verificarsi di eventi cardiaci avversi, durante i 5 anni di follow-up, a seguito di infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST. Sono i dati di un[...]

Adenotonsillectomia pediatrica, migliora la qualità della vita e i sintomi dell’apnea ostruttiva

A differenza della polisonnografia, i sintomi della sindrome da apnea ostruttiva del sonno possono prevedere i risultati clinici della chirurgia adenotonsillare nei bambini. Lo sostengono i ricercatori di uno studio longitudinale che aggiungono che [...]

Asma grave, nuova combinazione Laba/Ics in fase II

Nelle riacutizzazioni dell’asma grave, il trattamento giornaliero a dose fissa della combinazione tra indacaterolo maleato e mometasone furoato non ha determinato differenze significative rispetto alla terapia con solo mometasone furoato. Lo sostengo[...]

Nella Bpco, l’apnea ostruttiva contribuisce all’osteoporosi?

L’ apnea ostruttiva del sonno può essere un fattore indipendente per la riduzione della densità minerale ossea nei pazienti con Broncopneumopatia cronica ostruttiva, e in questi pazienti ciò potrebbe implicare un possibile circolo vizioso. È quanto a[...]

Fibrosi polmonare idiopatica, sembra funzionare la combinazione Pirfenidone-N-acetilcisteina

Il trattamento combinato tra N-acetilcisteina per via inalatoria e il pirfenidone orale rallenta il declino della capacità vitale forzata e migliora la sopravvivenza libera da progressione nei casi di fibrosi polmonare idiopatica. Sono i risultati di[...]

Omega 3 a breve termine, flop nell'asma

Nell'asma da lieve a moderato, la supplementazione di omega 3 per tre settimane non migliora l'iperreattività bronchiale al mannitolo, non riduce la conta degli eosinofili nell'espettorato e non inibisce l'escrezione urinaria dei mediatori dei mastoc[...]

Bpco, roflumilast riduce di oltre il 20% riacutizzazioni e ospedalizzazioni. Studio su The Lancet

Pubblicati su The Lancet i risultati dello studio REACT, che dimostrano che roflumilast riduce significativamente le riacutizzazioni e le ospedalizzazioni nei pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) a rischio di frequenti e severe es[...]

Asma allergico grave: quanto conta l'alleanza medico-paziente per l'accesso a cure adeguate

Rafforzare l'alleanza medico-paziente per effettuare una diagnosi corretta dell'asma allergico grave, è cruciale per impostare un piano terapeutico efficace ed appropriato, che aiuti il paziente a rimpossessarsi della propria vita.

Vaccino anti-pneumococcico 13-valente, un nuovo programma per gli anziani

Tutti gli adulti dai 65 anni in su dovrebbero ricevere ora, oltre al vaccino pneumococcico polisaccaridico 23-valente (Ppsv23 / Pneumovax, della Merck), il vaccino 13-valente pneumococcico coniugato (Pcv13 / Prevnar 13, della Wyeth/Pfizer).

Asma grave, periostina utile nell’identificazione dei fenotipi diversi

Nonostante il trattamento con elevate dosi di corticosteroidi inalatori, i livelli di periostina nell'espettorato dei pazienti asmatici, con eosinofili nelle vie respiratorie, sono associati a una persistente limitazione del flusso aereo.

Polmonite, i corticosteroidi accelerano il recupero nei pazienti ospedalizzati

Il prednisone può velocizzare il tempo di stabilità clinica tra i pazienti ospedalizzati per polmonite acquisita in comunità (Cap) senza aumentare le complicanze.

Rinite allergica, arrivano le nuove linee guida

Quando i sintomi della rinite allergica compromettono la qualità della vita dei pazienti, i medici dovrebbero trattare la malattia con steroidi intranasali.

Bpco, al via studio con tripletta fluticasone/umeclidinio/vilanterolo

GlaxoSmithKline e Theravance hanno annunciato l'inizio di uno studio di fase III disegnato per valutare la combinazione di fluticasone, umeclidinio e vilanterolo da somministrarsi una volta al giorno attraverso l'inalatore Ellipta, rispetto all'assoc[...]

Le tre società pneumologiche italiane aderiscono all'ERS

La pneumologia europea fa squadra. Nei mesi scorsi si è parlato di un progetto di adesione della pneumologia italiana all'European Respiratory Society (ERS). Si tratta di un'iniziativa dalle ampie ricadute, per gli pneumologi italiani, in termini di [...]

Influenza: oseltamivir riduce i sintomi, le complicanze respiratorie e le ospedalizzazioni

L'uso del farmaco antivirale inibitore della neuraminidasi oseltamivir, riduce la durata dei sintomi influenzali, le complicanze respiratorie e le ospedalizzazioni, secondo i risultati di una meta analisi pubblicata su The Lancet.

Vitamina D efficace nell’asma ma ancora nessuna evidenza certa

L'evidenza suggerisce che i livelli sierici più elevati di vitamina D sono associati a un ridotto rischio di esacerbazioni asmatiche, ma non esistono ancora delle certezze sull’associazione con l'incidenza, la prevalenza o la severità dell’asma.