Pneumologia

VIDEO

Asma e BPCO, quali novità terapeutiche?


Fibrosi polmonare idiopatica, progetti per migliorare il rapporto medico-paziente


Efficacia e sicurezza sul pirfenidone nella IPF, conferme dalla real life italiana


BPCO: come fare per migliorare l'aderenza alla terapia?


BPCO: arriva in Italia la prima tripla associazione ICS/LABA/LAMA


Studio IMPACT, vantaggi della triplice terapia con fluticasone furoato/umeclidinium/vilanterolo


Micobatteriosi non tubercolari con interessamento polmonare, dal registro italiano al registro europeo


Impatto delle micobatteriosi tubercolari e non tubercolari, importanza dei registri


Fibrosi polmonare idiopatica, quali novità dalla ricerca farmacologica?


Asma severo, nuovi dati sull’anticorpo monoclonale benralizumab


Asma lieve-moderato, terapia al bisogno o continuativa?


Linee guida OMS sul trattamento della tubercolosi multiresistenti, nuova classificazione dei farmaci


Salute respiratoria, 10 principi per preservala


Riacutizzazioni nell’asma lieve, efficacia della terapia al bisogno con budesonide/formoterolo


Asma severo, efficacia e sicurezza a lungo termine di benralizumab. I dati dallo studio BORA


Micobatteriosi non tubercolari polmonari, dalla diagnosi tardiva alla necessità di fare network


BPCO, la triplice terapia budesonide/glicopirronio/formoterolo batte le duplici associazioni


Fibrosi polmonare idiopatica, le nuove linee guida diagnostiche


Fibrosi polmonare Idiopatica: come si cura all'Ospedale San Gerardo di Monza


Fibrosi Polmonare Idiopatica: come si cura al Policlinico Vittorio Emanuele di Catania


Infezioni da germi multiresistenti, le misure da prendere e le armi terapeutiche da utilizzare


Fibrosi polmonare: come si diagnostica all'Ospedale Monaldi di Napoli


ARTICOLI

Un intervento gobale per arrestare l'avanzata della tubercolosi resistente

«Individuazione, prevenzione e terapia appropriate sono i passi cruciali per contenere la diffusione dei ceppi di micobatteri multiresistenti».

Più attenzione all’embolia polmonare nei pazienti con riacutizzazioni di BPCO

La prevalenza di embolia polmonare (EP) in pazienti con riacutizzazioni di BPCO è elevata. L’attenzione in particolar modo va rivolta ai soggetti con dolore pleurico, a quelli obesi e a quelli ipomobili allettati. Lo evidenzia una ricerca dell’Unive[...]

Buona efficacia per l’amfotericina B inalatoria contro l’aspergillosi polmonare allergica

L’amfotericina B inalatoria può rappresentare un’efficacia terapia per l’aspergillosi allergica broncopolmonare (ABPA). Lo conclude una review condotta sull’argomento da R. Agarwal, Department of Pulmonary Medicine, Postgraduate Institute of Medical [...]

Studio PLATINO, diagnosi di BPCO ancora troppo sfuggente

Per quanto sia riconosciuta come un'affezione grave, la BPCO resta ampiamente sottodiagnosticata. Lo conferma una sottoanalisi dello studio PLATINO (Latin-American Pulmonary Obstruction Investigation Project), trial epidemiologico di popolazione il c[...]

Moxifloxacina efficace e sicura nel trattamento delle riacutizzazioni della BPCO

La moxifloxacina si è dimostrata clinicamente equivalente e batteriologicamente superiore rispetto ai regimi antibiotici comunemente utilizzati nei pazienti con riacutizzazioni di BPCO. E' quanto asseriscono Qi-Chang Lin e colleghi Department of Pulm[...]

Trattamento dell’emottisi in corso di Tbc problematica ancora difficile e spesso rischiosa

L’emottisi in corso di tubercolosi (Tbc) polmonare è un’evenienza potenzialmente letale, ma qual è il trattamento milgiore? Le opzioni spaziano dai farmaci, alle procedure broncoscopiche, fino alle tecniche di resezione chirurgica, la scelta deve es[...]

Ipertensione polmonare, risultati contrastanti per bosentan in uno studio di fase IV

In uno studio di fase IV il farmaco per l'ipertensione polmonare bosentan non ha raggiunto l'end point costituito dal tempo al verificarsi del primo evento di morbilità o il decesso in pazienti con ipertensione polmonare sintomatica. Lo studio, denom[...]

Terapie per la polmonite in base al fenotipo di presentazione

Identificare la presenza di insufficienza respiratoria acuta (IRA) o di un sepsi grave (SS) al momento del ricovero permette di stratificare i pazienti con polmonite in tre fenotipi e avviare così strategie terapeutiche mirate. Lo suggerisce la concl[...]

Nell’infezione da HIV rischio Tbc aumentato se la terapia antiretrovirale è ritardata

Il rischio di tubercolosi (Tbc) nei pazienti HIV-positivi aumenta decisamente in 5 anni se l’avvio della terapia antiretrovirale (TARV) è ritardato. La segnalazione viene dallo studio condotto da Sean Collins, Department of Public Health, Weill Corne[...]

Ospedalizzazioni per polmonite in bambini e adulti ridotte negli USA dopo solo due anni grazie al PVC-13

Ad appena due anni dall’introduzione nei programmi vaccinali statunitensi, il vaccino antipneumococcico coniugato 13-valente (PVC-13) ha mostrato di ridurre significativamente i ricoveri ospedalieri da infezioni da ceppi di Streptococco pneumoniae in[...]

Nella Bpco l’inibizione della PDE5 non migliora la capacità di esercizio e la qualità della vita

Tadalafil non sembra migliorare la capacità di esercizio fisico o la qualità della vita nei pazienti con BPCO, per quanto aumenti la vasodilatazione polmonare. Lo concludono Andrew R. Goudie e colleghi della University of Dundee, in Scozia, dopo aver[...]

Rifapentina/moxifloxacina per la cura in sole 8 settimane della Tbc non farmaco resistente

L’associazione di rifapentina e moxiflocacina potrebbe consentire di accorciare in maniera significativa il tempo necessario per la cura della tubecolosi (Tbc) in fase attiva. Lo ha suggerito a Boston nel corso della 21° Conference on Retroviruses [...]

Mepolizumab bene in fase III contro le riacutizzazioni dell'asma grave

In due studi di fase III su pazienti con asma grave eosinofila, l'anticorpo monoclonale anti-interleuchina-5 (IL-5) mepolizumab ha mostrato di ridurre il numero delle riacutizzazioni (endpoint primario nel primo trial) e l'impiego quotidiano di corti[...]

Broncopneumopatia cronica ostruttiva: a Venezia esperti a confronto su bisogni clinici e novità terapeutiche

Tosse e affanno: sono questi i campanelli d'allarme della BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva), patologia respiratoria cronica che provoca un'ostruzione progressiva e non completamente reversibile dei bronchi e dei polmoni e può portare fino a[...]

Rischi e benefici da soppesare nella terapia con ICS per l’asma dei bambini

«Nessuno è mai morto perché è cresciuto un centimentro meno della sua altezza finale potenziale, ma molti possono ancora morire per l’asma se non adeguatamente curati». Andrew Bush, Department of Respiratory Paediatrics, National Heart & Lung Institu[...]

Ancora tante e troppe le opportunità mancate di diagnosi precoce della BPCO

Troppe opportunità perse per la diagnosi precoce di BPCO. E' la laconica conclusione di un'analisi retrospettiva britannica dei dati del General Practice Research Database e dell'Optimum Patient Care Research Database dal 1 gennaio 1990 al 31 dicemb[...]

Minore consumo di risorse sanitarie per disturbi respiratori grazie all’immunoterapia nella rinite allergica

I pazienti con nuova diagnosi di rinite allergica trattati con immunoterapia (ITS) mostrano una riduzione significativamente più marcata dell’uso di risorse sanitarie per condizioni respiratorie incluse infezioni delle vie aeree superiori, influenza [...]

Prosecuzione della terapia con crizotinib per il NSCLC ALK-positivo utile anche dopo progressione della malattia

Il proseguimento della terapia con crizotinib anche dopo pregressione della malattia migliora la sopravvivenza dei pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC). Il riscontro del gruppo di ricerca multicentrico corrdinato dal Lowe Cente[...]

Un nuovo questionario per valutare in modo semplice ed efficace il controllo della rinite allergica

Il miglior controllo della rinite allergica passa anche attraverso un nuovo questionario auto-somministrabile. Si tratta dell’RCAT, ovvero Rhinitis Control Assessment Test, questionario sviluppato da Robert A. Nathan, University of Colorado Health Sc[...]

Lebrikizumab (anti IL-13) reduce i sintomi dell'asma non controllato

L'anticorpo monoclonale lebrikizumab ha dimostrato una buona efficacia nel ridurre i sintomi di pazienti con asma che non rispondevano ai corticosteroidi per via inalatoria e a un secondo farmaco. Lo hanno annunciato ricercatori del Texas al congress[...]