I bambini con asma allergico possiedono un più ampio repertorio di IgE per il riconoscimento di allergeni della polvere e presentano livelli maggiori di IgE specifiche rispetto ai bambini non asmatici. È questo il risultato di uno studio condotto su una casistica di bambini asmatici e non asmatici allergici agli acari della polvere e pubblicato su The Journal of Allergy and Clinical Immunology.

Partendo dal presupposto che gli acari della polvere rappresentano una delle principali cause globali dell’insorgenza di allergie a carico del sistema respiratorio e che le reazioni allergiche sono state associate all’aumento del rischio di manifestazione dell’asma e al peggioramento della dispnea acuta nei bambini asmatici, gli autori dell’articolo hanno valutato l’ipotesi dell’esistenza di una relazione tra le componenti allergeniche degli acari e la risposta immunitaria in bambini con asma allergico.

Il siero di bambini classificati come asmatici e con allergia da acari della polvere (n=105), non asmatici ma allergici (n=53) e non asmatici non allergici (n=53) è stato analizzato per risposta immunitaria di tipo IgE e IgG a una serie di allergeni della polvere (nDer p 1, rDer p 2, rDer p 5, rDer p 7, rDer p 10, rDer p 21, and rDer p 23) e utilizzando una tecnologia microarray.

I risultati dell’analisi sierologica mostrano che i bambini asmatici con allergia agli acari della polvere hanno maggior probabilità di stimolare la produzione di IgE in risposta a ciascuno degli allergeni testati rispetto ai bambini non asmatici ma allergici. Anche lo spettro di allergeni è più ampio nei bambini asmatici e allergici. Inoltre, i lvelli di di IgE a specifici allergeni sono maggiori nei bambini asmatici che nei bambini non asmatici (nDer p1, P=0.002; rDer p2, P=0.007; rDer p5, P=0.031; and rDer p23, P<0.001). Al contrario, pochi bambini asmatici mostrano una risposta di tipo IgG agli acari della polvere e i livelli di IgG specifiche sono paragonabili a quelli dei bambini non asmatici o non atopici.

“Il nostro studio rivela che i bambini con asma allergico rispondono a uno spettro più ampio di allergeni producendo livelli maggiori di IgE specifiche rispetto ai bambini non asmatici ma allergici”, commentano gli autori dell’articolo e concludono: “Queste osservazioni suggeriscono che i bambini con asma allergico siano più sensibili al contatto con i diversi fattori allergenici presenti nella polvere e predisposti a una maggiore risposta immunitaria che potrebbe contribuire alla ridotta funzionalità polmonare e all’aumento del rischio di dispnea tipica dei pazienti affetti da asma”.

Maddalena Donzelli

Different IgE recognition of mite allergen components in asthmatic and nonasthmatic children
Yvonne Resch, MSc, Sven Michel, MSc, Michael Kabesch, MD, Christian Lupinek, MD, Rudolf Valenta, MD, Susanne Vrtala, PhD
DOI: http://dx.doi.org/10.1016/j.jaci.2015.03.024
leggi