Asma e riniti, umiditÓ e muffe indoor fattori scatenanti

L'umiditÓ e le muffe indoor si associano ad un incremento del rischio di asma, riniti e sintomatologia respiratoria, come pure ad una ridotta remissione di queste condizioni. La conferma viene da uno studio di recente pubblicazione su the European Respiratory Journal, che suggerisce la necessitÓ di ridurre questi fattori che minano la salubritÓ degli ambienti indoor dove trascorriamo la maggior parte del nostro tempo.

L’umidità e le muffe indoor si associano ad un incremento del rischio di asma, riniti e sintomatologia respiratoria, come pure ad una ridotta remissione di queste condizioni.

La conferma viene da uno studio di recente pubblicazione su the European Respiratory Journal, che suggerisce la necessità di ridurre questi fattori che minano la salubrità degli ambienti indoor, dove trascorriamo gran parte del nostro tempo.

Lo studio, internazionale, ha incluso 11.506 residenti in Estonia, Danimarca, Svezia, Norvegia o Islanda, ed ha analizzato, tramite somministrazione di questionari ad hoc, l’ambiente domestico e del posto di lavoro di questi individui, allo scopo di esaminare le associazioni esistenti tra la salute respiratoria e le muffe presenti in casa o sul posto di lavoro, il loro odore e l’umidità presente.

Dai dati ottenuti, è stata evidenziata l’esistenza di associazioni tra la sintomatologia respiratoria/asma e la presenza di muffe indoor e umidità delle pareti, con valori di odd ratio compresi tra 1,23 e 2,24.

I fattori ambientali più frequentemente riferiti all’inizio del periodo di osservazione erano dati dal danno associato all’acqua (13,4%) e dal riscontro di muffe visibili (6,7%).

Nel corso del follow-up, un partecipante su 4 alla survey ha riferito la presenza di umidità indoor domestica. Quest’ultima correlava con l’insorgenza di sintomatologia respiratoria (compresi asma e rinite), con valori di odd ratio compresi tra 1,21 e 1,52.

Anche la presenza di umidità indoor sul posto di lavoro è risultata associata alla presenza di asma e riniti, con valori di odd ratio compresi tra 1,31 e 1,50.

Da ultimo, la combinazione di umidità indoor domestica e sul posto di lavoro ha aumentato il rischio di riniti e di sintomatologia respiratoria, mentre l’esposizione concomitante a muffe e ad umidità indoor è risultata associata a tassi ridotti di remissione nei soggetti con rinite e sintomatologia respiratoria.

NC

Bibliografia
Wang J et al. Dampness, mould, onset and remission of adult respiratory symptoms, asthma and rhinitis [published online March 17, 2019]. Eur Respir J. doi:10.1183/13993003.01921-2018
Leggi