Asma e sinusite cronica, terapia antifungina potenzialmente efficace

Pneumologia

I pazienti affetti da asma e sinusite cronica potrebbero trarre beneficio dal trattamento con farmaci anti-fungini. Queste le conclusioni di uno studio presentato nel corso del Congresso annuale dell'AAAAI (the American Academy of Allergy), tenutosi recentemente a Los Angeles.

I pazienti affetti da asma e sinusite cronica potrebbero trarre beneficio dal trattamento con farmaci anti-fungini.
Queste le conclusioni di uno studio presentato nel corso del Congresso annuale dell'AAAAI (the American Academy of Allergy), tenutosi recentemente a Los Angeles.

I dati attualmente disponibili sull'efficacia della terapia fungina nella terapia dell'asma e della sinusite cronica sono limitati, anche se ci sono alcune indicazioni secondo le quali questi farmaci sono efficaci nel trattare gli asmatici severi.

Obiettivo degli autori dello studio è stato, pertanto, quello di verificare l'ipotesi secondo la quale i sintomi dell'asma e della sinusite cronica sono guidati dalla presenza di miceti e potrebbero migliorare con la terapia antifungina.

A tal scopo, per determinare l'efficacia della terapia antifungina in queste popolazioni di pazienti, i ricercatori hanno raccolto i dati anamnestici relativi ai pazienti visitati in un centro USA di Allergologia Clinica dal 2012 al 2015 nonché campioni di escreato da utilizzare per colture fungine.

Nell'effettuare queste operazioni, gli autori dello studio hanno incluso 134 pazienti dai quali erano stati raccolti campioni dell'escreato, con diagnosi posta di asma, sinusite cronica o entrambe le condizioni cliniche.

I risultati hanno mostrato che l'80% di questi pazienti diagnosticati con le patologie sopra menzionate mostrava evidenza di crescita di funghi nell'escreato. Ciò era in contrasto con l'osservazione secondo la quale solo il 14-15% di questi pazienti era sieropositivo per la presenza di IgE, indicative di sensitività fungina.
Dei 112 pazienti con evidenza di crescita fungina, 75 sono stati trattati con voriconazolo, terbinafina, fluconazolo, da soli o in combinazione.

I dati di follow-up, disponibili per 62 pazienti (23 affetti solo da asma, 17 da sinusite cronica, 22 da entrambe le condizioni), hanno documentato un beneficio del trattamento antimicotico nell'87,1% dei casi, una riduzione della produzione di escreato nel 50%, un miglioramento del respiro nel 38,7%, una riduzione della tosse nel 32,2% e una riduzione della necessità di ricorso ad un broncodilatatore (salbutamolo).

Inoltre, i ricercatori hanno osservato come solo il 16% dei 62 pazienti seguiti nel corso del follow-up avesse anticorpi IgE indicativi di sensitività fungina.

In conclusione, lo studio suggerisce come i pazienti con asma e sinusite cronica potrebbero trarre beneficio dal trattamento con agenti antimicotici, indipendentemente dalla presenza di anticorpi IgE indicativi di sensitività fungina.

Tali risultati, provenienti da uno studio retrospettivo, necessitano di ulteriori conferme che potranno venire solo da trial clinici randomizzati e prospettici che chariscano l'utilità degli agenti antimicotici nell'asma.

NC

Bibliografia
Li E, et al. A Retrospective Study of the Effect of Antifungal Therapy on a Cohort with Asthma and Chronic Rhinosinusitis. 2016 AAAAI Annual Meeting, Los Angeles, 4-7 marzo 2016
Leggi
SEZIONE DOWNLOAD