Pneumologia

Asma, l'allenamento migliora la forma fisica e la qualità della vita di pazienti asmatici adulti

L’esercizio fisico, attraverso un programma di allenamento costante di moderata intensità, migliora la forma fisica e la qualità della vita di pazienti asmatici adulti. Lo dimostra uno studio controllato su pazienti asmatici sottoposti a un programma di allenamento di intensità moderata per un periodo massimo di un anno e pubblicato su BMC Pulmonary Medicine.

L’asma è una malattia cronica caratterizzata da ostruzione dei bronchi, dispnea e aggravata da limitate capacità fisiche. Il peggioramento della forma fisica nei pazienti asmatici è il risultato di un circolo vizioso che impedisce di distinguere tra cause ed effetti della propria condizione patologica e che costringe i pazienti a una vita sedentaria.

Numerosi sono gli studi che dimostrano che la regolare attività aerobica migliora la funzionalità cardiovascolare e apporta benefici fisici e psicologici per una più sana conduzione di vita. Come nei pazienti sani, l’esercizio fisico migliora la condizione patologica dei pazienti asmatici, tanto che le attuali linee guida suggeriscono l’inclusione di programmi di allenamento nella terapia per i pazienti che soffrono di asma.

Con l’obiettivo di testare l'ipotesi che un programma di formazione a lungo termine migliori la funzionalità cardiorespiratoria e la qualità della vita negli adulti con asma ed eventualmente incoraggiare le persone inattive a iniziare a praticare esercizio fisico, gli autori dello studio hanno sviluppato un programma ambulatoriale di allenamento con sedute settimanali.

Lo studio retrospettivo è stato condotto su 21 pazienti adulti con diagnosi di asma che non avevano partecipato a programmi riabilitativi negli ultimi 12 mesi. I pazienti sono stati suddivisi in due classi: gruppo di controllo e sottoposto ad allenamento. Il programma prevedeva sessioni settimanali di 60 minuti in una struttura adeguata con il supporto di personale tecnico e medico.

La funzionalità cardiopolmonare e la qualità di vita, mediante questionari specifici (Short Form-36 and Asthma Quality of Life Questionnaires), sono state valutate dopo 12 mesi di allenamento relativamente ai livelli basali registrati all’arruolamento.

I risultati dell’analisi rivelano che, dopo 12 mesi, i pazienti che hanno partecipato al programma di allenamento sono migliorati per diversi parametri funzionali: massima capacità di lavoro muscolare (p=0,005), massimo consumo di ossigeno (p<0.005), saturazione di ossigeno (p<0.05), volume massimo di ventilazione (p<0.005). Anche le risposte ai questionari mostrano un miglioramento della qualità di vita dei pazienti asmatici sottoposti ad allenamento, mentre nessuna differenza si osserva nel gruppo di controllo.

Questo studio dimostra che l’attività fisica condotta attraverso un allenamento constante e regolare comporta miglioramenti rilevanti dello stato di salute, della forma fisica e della qualità di vita dei pazienti adulti asmatici.

Gli autori dell’articolo si augurano che i risultati dello studio siano da incentivo perché i pazienti asmatici inattivi intraprendano programmi di allenamento fisico idonei a supportare i risultati ottenuti con la terapia standard.

Maddalena Donzelli

SEZIONE DOWNLOAD