Asma pediatrico, metanalisi Cochrane: autogestione in ambito scolastico riduce le ospedalizzazioni

L'apprendimento di interventi di autogestione degli attacchi d'asma in ambito scolastico sembra ridurre il numero di ospedalizzazioni pediatriche nonché quello dei giorni nei quali i bambini sofferenti di asma sperimentano i sintomi della malattia. Non solo: l'autogestione degli attacchi d'asma in ambito scolastico riduce anche le visite al Pronto Soccorso, e si associa più spesso a piccoli miglioramenti della qualità di vita legata all'asma. Queste le conclusioni di una metanalisi Cochrane, che chiama in causa la scuola come ambiente terzo (dopo le strutture sanitarie e lo spazio domestico) per lo sviluppo di interventi che possono migliorare gli outcome di questi piccoli pazienti e l'utilizzo delle risorse sanitarie disponibili, ottimizzandole.

L’apprendimento di interventi di autogestione degli attacchi d’asma in ambito scolastico sembra ridurre il numero di ospedalizzazioni pediatriche nonché quello dei giorni nei quali i bambini sofferenti di asma sperimentano i sintomi della malattia. Non solo: l’autogestione degli attacchi d’asma in ambito scolastico riduce anche le visite al Pronto Soccorso, e si associa più spesso a piccoli miglioramenti della qualità di vita legata all’asma.

Queste le conclusioni di una review Cochrane della letteratura sull’argomento, di recente pubblicazione online, che chiama in causa la scuola come ambiente terzo (dopo le strutture sanitarie e lo spazio domestico) per lo sviluppo di interventi che possono migliorare gli outcome di questi piccoli pazienti e l’utilizzo delle risorse sanitarie disponibili, ottimizzandole.

Razionale e obiettivi della review
I bambini asmatici possono essere in grado di gestire più efficacemente la loro condizione se migliorano la tecnica di inalazione e riconoscono e rispondono tempestivamente al primo manifestarsi della sintomatologia asmatica.

La scuola potrebbe rappresentare, in teoria, un ambiente potenzialmente utile e ideale, per sua vocazione e missione intrinseca, alla veicolazione di messaggi relativi all’adozione di interventi atti a migliorare l’autogestione del controllo asmatico nei bambini, là dove la Medicina primaria non riesce ad arrivare a soddisfare questi obiettivi.

Fino ad ora, però, non era stata effettuata una rassegna sistematica della letteratura al fine di recensire l’evidenza su un possibile beneficio della veicolazione, da parte dell’ambiente scolastico, di messaggi corretti sull’autogestione dell’asma da parte dei bambini affetti dalla malattia.

La review Cochrane implementata si è proposta di rispondere alle due domande seguenti:
-    Quali interventi di autogestione dell’asma in ambiente scolastico hanno maggiori probabilità di successo?
-    Che efficacia hanno tali interventi sul controllo dell’asma, la riduzione delle assenze a scuola e sul numero di visite ambulatoriali in MMG o in ospedale

Disegno dello studio
I ricercatori hanno passato al setaccio i principali database bibliografici biomedici alla ricerca di trial clinici randomizzati sull’argomento pubblicati fino al 2017.

I partecipanti ai trial identificati dalla ricerca di letteratura erano rappresentati da bambini delle scuole primarie che erano stati sottoposti ad intervento di educazione e sensibilizzazione all’autogestione della sintomatologia asmatica in ambito scolastico.

E’ stata condotta, in primis, un’analisi comparativa qualitativa (QCA) allo scopo di identificare le caratteristiche d’intervento che hanno condotto ad un’implementazione efficace delle misure atte a migliorare l’autogestione dell’asma. In particolare, i ricercatori hanno misurato il successo derivante dall’implementazione di queste misure mediante rassegna dei report di dosaggio e di aderenza al trattamento prescritto, indipendentemente dagli esiti del trattamento.

Per misurare, invece, l’efficacia dell’implementazione di questi interventi sull’efficacia nell’asma, i ricercatori hanno combinato i dati degli studi individuati al fine di valutare le variazioni degli outcome seguenti: ospedalizzazione, visite in Medicina d’Urgenza, assenze scolastiche, giorni di riduzione del rendimento scolastico in ragione della presenza di sintomi asmatici.

Tra gli outcome secondati valutati, invece, vi erano il numero non programmato di visite mediche a causa di asma, la sintomatologia diurna e notturna, l’impiego di terapie al bisogno, nonché la qualità della vita legata all’asma, misurata dal questionario AQLQ (the Asthma Quality of Life Questionnaire).

Sintesi dei risultati principali
La ricerca esperta di letteratura ha portato all’inclusione di 55 studi. Trentatre studi, condotti su 14.174 bambini, hanno fornito informazioni per l’analisi comparativa qualitativa (QCA), mentre 33 trial condotti su 12.623 bambini hanno misurato gli effetti di tali interventi sugli outcome legati all’asma. Undici studi hanno contribuito, invece, tanto alla QCA che alla metanalisi di efficacia.

La maggior parte degli studi identificati era stata condotta in Nord America in gruppi di popolazione socialmente svantaggiati. Tutti gli interventi scolastici identificati miravano a migliorare la conoscenza dell’asma, i suoi fattori scatenanti e a sottolineare l’importanza di effettuare periodicamente, visite mediche di controllo.

Andando ai risultati, la QCA ha sottolineato l’importanza di un intervento scolastico di sensibilizzazione al tema basato sulla teoria, insieme all’attenzione ad altri fattori non meno rilevanti - quali il coinvolgimento dei genitori, la soddisfazione dei bambini e l’effettuazione di tali misure al di fuori del tempo libero del bambino - che fungono da “driver” per un’implementazione di successo di queste misure.

Rispetto all’assenza di intervento scolastico, l’autogestione dell’asma “insegnata a scuola” riduce probabilmente la media delle ospedalizzazioni in ragione di circa 0,16 ricoveri per bambino in un anno (evidenza di qualità moderata).

Si ritiene, inoltre, in base ai dati disponibili, che l’intervento scolastico a supporto/promozione dell’autogestione dell’asma, potrebbe ridurre il numero di visite in Pronto Soccorso dal 7,5% al 5,4% in un anno (evidenza di bassa qualità).
E’ inoltre probabile la riduzione, con questo intervento, di visite mediche programmate, dal 26% al 21%, rispettivamente, a 6 e a 9 mesi (evidenza di qualità moderata).

Gli interventi di promozione scolastica dell’autogestione dell’asma potrebbero dimezzare il numero di giorni con scarso rendimento scolastico in un periodo di due settimane (evidenza di qualità moderata).

Non si è stati in grado, invece, di determinare gli effetti degli interventi scolastici sul numero di assenze a scuola in ragione dell’ampio margine di variazione rilevato negli studi considerati al riguardo, come pure non è stato possibile verificare se il ricorso a farmaci al bisogno sia stato influenzato da queste misure.

Da ultimo, è emerso che tali interventi a supporto dell’autogestione dell’asma potrebbero migliorare, sia pure di un po', la qualità di vista legata all’asma espressa mediante il questionario AQLQ (evidenza di qualità moderata).

Riassumendo
Pur di qualità non eccelsa, gli studi recensiti nella metanalisi suggeriscono che l’adozione di interventi scolastici di promozione dell’autogestione dell’asma potrebbero migliorare alcuni outcome di questi bambini asmatici, quali il numero di ospedalizzazioni, quello delle visite al Pronto Soccorso, nonché la qualità della vita legata alla malattia.

Un numero più piccolo di studi, inoltre, ha riferito un miglioramento del numero di visite non programmate e la riduzione dei giorni di scarso rendimento scolastico a causa dell'asma.

Gli interventi scolastici in questione, invece, non sono stati in grado di ridurre le assenze da scuola, la sintomatologia o il ricorso ai farmaci al bisogno.

Da ultimo, hanno avuto maggiori possibilità di successo gli interventi scolastici mirati al coinvolgimento dei genitori dei bambini asmatici, al miglioramento dell’accettazione di questi interventi da parte del bambino e al loro svolgimento durante l’orario scolastico (e non nel tempo libero del bambino).

Nicola Casella

Bibliografia
Harris K et al. School‐based self‐management interventions for asthma in children and adolescents: a mixed methods systematic review. Cochrane Database of Systematic Reviews 2019, Issue 1. Art. No.: CD011651. DOI: 10.1002/14651858.CD011651.pub2.
Leggi