Asma, quali fattori predicono la differente risposta ai corticosteroidi per via inalatoria?

Alcune misure basali della funzione polmonare e il controllo auto-riferito dell'asma predicono la risposta agli steroidi inalatori (ICS) mentre, al contrario, l'etnia di appartenenza non sembra avere alcun ruolo. Sono queste le conclusioni di uno studio USA, pubblicato sulla rivista J Allergy of Clinical Immunology, che ha analizzato il ruolo predittivo potenziale di alcuni fattori comportamentali, sociodemografici e genetici sulla risposta agli ICS in soggetti asmatici Afro-americani o discendenti americani di etnia Caucasica.

Alcune misure basali della funzione polmonare e il controllo auto-riferito dell'asma predicono la risposta agli steroidi inalatori (ICS) mentre, al contrario, l'etnia di appartenenza non sembra avere alcun ruolo.

Sono queste le conclusioni di uno studio USA, pubblicato sulla rivista Journal of Allergy and Clinical Immunology, che ha analizzato il ruolo predittivo potenziale di alcuni fattori comportamentali, sociodemografici e genetici sulla risposta agli ICS in soggetti asmatici Afro-americani o discendenti americani di etnia Caucasica.

“Gli steroidi inalatori (ICS) rappresentano la pietra miliare nella terapia dell’asma, ma ciò nonostante  circa il 20% dei pazienti è insensibile a questi farmaci e fallisce una risposta anche aumentano le dosi – ricordano gli autori nell'introduzione al lavoro”.

Di qui il razionale dello studio, che ha preso in considerazione 339 soggetti partecipanti allo studio SAPPHIRE (the Study of Asthma Phenotypes and Pharmacogenomic Interactions by Race-ethnicity), valutando alcuni fattori in relazione alla risposta di questi pazienti asmatici al beclometasone dipropionate a 6 settimane.

I partecipanti allo studio avevano un'età compresa tra i 12 e i 56 anni, con positività al test di broncodilatazione farmacologica (un test eseguito quando è stata rilevata un’ ostruzione bronchiale per verificarne la reversibilità e la possibilità di disostruzione tramite terapia farmacologica. Il test è considerato positivo se vi è un miglioramento di FEV1 del 12% o di 200 ml in valore assoluto). I pazienti selezionati per lo studio, inoltre, avevano una FEV1 predetta compresa tra il 40% e il 90%.

Sul totale dei partecipanti allo studio, 242 (pari al 71,4% del totale) erano di etnia Afro-americana mentre 97 pazienti (pari al rimanente 28,6%) erano di etnia Caucasica.

I ricercatori hanno osservato che alcuni fattori, come il punteggio iniziale riportato all'ACT (Asthma Control Test – un questionario di 5 domande somministrato ai pazienti e finalizzato a determinare il livello di controllo dell'asma), l'aderenza al trattamento con ICS, la percentuale di FEV1 predetta e la risposta al test di broncodilatazione farmacologica sono associati in maniera statisticamente significativa alla risposta dei partecipanti allo studio agli ICS.

In particolare, è stato notato che i pazienti partecipanti allo studio con punteggi ACT iniziali inferiori a 19 erano quelli aventi meno probabilità di rispondere agli ICS secondo la classica modalità dose-risposta.

Al contrario, invece, non sono state documentate associazioni di rilievo tra la risposta agli ICS e l'etnia di appartenenza né o la proporzione di pazienti appartenenti all'etnia Afro-americana.

Nel commentare i risultati, gli autori dello studio hanno sottolineato come “...nell'identificare i pazienti in grado di trarre il maggior beneficio dal trattamento con ICS, lo studio abbia suggerito come un numero di fattori banali come quelli sopracitati siano predittivi in maniera significativa della risposta agli ICS. (…) Pertanto, sebbene la farmacogenomica potrebbe aprire la strada ad un trattamento più mirato dell'asma, il non trascurare alcune caratteristiche fondamentali della severità e del controllo della malattia come i fattori appena discussi resta ancora oggi il fattore chiave per la selezione e l'ottimizzazione della terapia anti-asma”.

Nicola Casella

Bibliografia
Wells KE et al. Assessing differences in inhaled corticosteroid response by self-reported race-ethnicity and genetic ancestry among asthmatic subjects. JACI (2016); epub ahead-of-print
Leggi