La somministrazione di corticosteroidi per via inalatoria (inhaled corticosteroids, ICS) rappresenta il trattamento più efficace nella riduzione dei sintomi dell’asma sintomatica in età adulta e pediatrica. Quando la somministrazione di corticosteroidi non è sufficiente a controllare le manifestazioni sintomatiche dell’asma, altre terapie sono utilizzate in combinazione.

Gli antagonisti del recettore dei leucotrieni (leukotriene receptor antagonists LTRAs), in aggiunta ai corticosteroidi assunti per via inalatoria, rappresentano la terapia di cui i pazienti asmatici potrebbero beneficiare nel trattamento dei sintomi respiratori. È questo il risultato di una meta-analisi pubblicata su Journal of Thoracic Disease.

Gli autori della meta-analisi hanno scandagliato i database Pubmed, Embase, ScienceDirect, ClinicalTrials.gov, Chinese Biomedical Database e Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL) alla ricerca di articoli e studi rilevanti in conformità ad alcuni criteri di inclusione. Sono stati individuati otto studi clinici controllati randomizzati, di cui sei di pazienti adulti e due di individui con età compresa tra i 6 e i 14 anni.

Come esiti primari del trattamento sono stati valutati il picco espiratorio (PEF), rilevato alla mattina e alla sera, e il volume espiratorio massimo (FEV1). In generale, la combinazione di corticosteroidi e di antagonisti di recettori dei leucotrieni ha un effetto maggiore rispetto alla somministrazione combinata di teofillina con una differenza media del PEF rilevato al mattino uguale a 16,94 L/min (mean difference, MD=16,94 L/min; 95% CI: 11,49- 22,39 L/min; P<0.01) e del FEV1 (MD=0,09 L; 95% CI: 0,03-0,15; P=0.005). Nessuna differenza dei due trattamenti è stata invece osservata nei valori di PEF raccolti alla sera così il verificarsi di effetti avversi, la remissione del trattamento o la riacutizzazione dei sintomi di asma.

Gli autori commentano “La combinazione di ICS e LTRA, ma non di teofillina, migliora modestamente la funzionalità polmonare nel trattamento dell’asma sintomatica. Altri studi clinici a lungo termine sono richiesti per confermarne l’efficacia e la sicurezza terapeutica”.

Maddalena Donzelli


Addition to inhaled corticosteroids of leukotriene receptor antagonists versus theophylline for symptomatic asthma: a meta-analysis
Xin Chen1*, Ying-Bo Kang2*, Li-Qing Wang3*, Yun Li1, Yu-Wen Luo1, Zhe Zhu1, Rui Chen4
doi: 10.3978/j.issn.2072-1439.2015.04.12
http://www.jthoracdis.com/article/view/4259