Asma, suoni polmonari predicono effetto steroidi inalatori in etÓ neonatale e pediatrica

L'effetto degli steroidi inalatori pu˛ essere efficacemente misurato mediante il ricorso all'analisi dei suoni polmonari, tramite un indice della parete toracica a 700 Hz e un'intensitÓ del suono a 700 Hz, noto come ic700 score. Stando ai risultati di uno studio pubblicato su Respirology, l'utilizzo di questo score Ŕ utile anche per predire i sintomi di attacco asmatico e identificare i bambini asmatici asintomatici a rischio elevato di attacchi asmatici.

L'effetto degli steroidi inalatori può essere efficacemente misurato mediante il ricorso all'analisi dei suoni polmonari, tramite un indice della parete toracica a 700 Hz e un'intensità del suono a 700 Hz, noto come ic700 score. Questo il risultato principale di uno studio pubblicato su Respirology.

Razionale dello studio
Le linee guida relative alla gestione e al trattamento dell'asma raccomandano il ricorso all'impiego degli steroidi inalatori (ICS) come trattamento di prima linea in età pediatrica, comprendendo anche i bambini in età prescolare, con asma persistente.

“Una valutazione accurata ed obiettiva degli effetti degli ICS è di notevole importanza per l'impiego appropriato degli ICS – scrivono gli autori nell'introduzione al lavoro”.

“Il monitoraggio giornaliero effettuato mediante ricorso al PEF (picco di flusso espiratorio) è utile in quanto riflette la sintomatologia asmatica e correla bene con la FEV1 sia negli adulti che nella tarda età pediatrica – continuano i ricercatori. - Ciò premesso, il ricorso al monitoraggio del PEF e ai test di funzione polmonare può risultare particolarmente difficoltoso nei bambini in età prescolare o neonatale”.

L'analisi dei suoni polmonari rappresenta un metodo non invasivo che non richiede la cooperazione attiva dei piccoli pazienti.
Alcuni recenti sviluppi dei metodi di processamento dei segnali hanno migliorato le capacità di estrapolazione di informazioni rilevanti, a livello fisiologico e a livello clinico, da questi segnali polmonari.

Su queste premesse metodologiche è stato concepito il nuovo studio, che ha valutato l'effetto degli ICS in bambini asmatici mediante ricorso ad una nuova tecnologia che utilizza un indice della parte toracica a 700 Hz e dell'intensità del suono a 700 Hz (ic700) per esaminare i suoni polmonari di questi piccoli pazienti.

A tal scopo, i ricercatori hanno raccolto i suoni polmonari relativi a 70 bambini e neonati in stato asintomatico. Tutti i suoni sono stati raccolti prima dell'impiego di ICS e dopo il loro utilizzo a 1, 2, 4, 6 e 8 settimane. A 10 settimane, invece, è stato valutato il controllo dell'asma a seguito del trattamento farmacologico.

I punteggi raccolti attraverso ic700 a 4, 6 e a 8 settimane sono stati valutati contro la presenza di un attacco asmatico nelle 2 settimane successive. I 70 bambini dello studio sono stati successivamente allocati in gruppi non controllati e ben controllati.

Sintesi dei risultati principali
Dopo 8 settimane di trattamento con ICS, i punteggi medi ic700 relativi a tutti i bambini reclutati nella sperimentazione erano ridotti in modo statisticamente significativo.

La situazione cambiava, invece, se si consideravano i gruppi in studio (asma controllato e non) in maniera separata: i punteggi medi rilevati nel gruppo con asma non controllato erano significativamente più elevati rispetto a quelli del gruppo ben controllato a 4, 6 e a 8 settimane dall'inizio del trattamento.

Il valore di cut-off di ic700 per predire gli attacchi di asma nel corso delle prime 2 settimane dalla valutazione era fissato pari a zero. Dopo 6 settimane di trattamento, l'area sotto la curva è stata pari a 0,92 ± 0,04 mentre sensitività, specificità, valore predittivi positivo e negativo sono stati pari, rispettivamente, all'83%, 88%, 88% e 84%.
I ricercatori hanno osservato, inoltre, trend simili sia a 4 che a 6 settimane di trattamento.

Riassumendo
La gestione a lungo termine dell'asma pone non pochi problemi nei bambini in età prescolare e neonatale. Di qui la necessità di ricorrere ad un nuovo metodo non invasivo con il quale valutare gli effetti degli ICS e predire gli attacchi d'asma nella gestione a lungo termine di questa condizione.

I risultati di questo studio dimostrano come il ricorso all'analisi dei suoni polmonari, mediante ricorso a ic700, possa rivelarsi utile nel valutare gli effetti del trattamento con ICS, predire gli attacchi d'asma e identificare i bambini asmatici asintomatici a maggior rischio d'asma.

NC

Bibliografia
Habukawa C et al.
Treatment evaluation using lung sound analysis in asthmatic children.  Respirology (2017) doi: 10.1111/resp.13109