Asma, uso long term di reslizumab sicuro e migliora qualità di vita

Pneumologia

L'anticorpo monoclonale sviluppato da Teva per la terapia delle forme gravi di asma, reslizumab, ha dimostrato di migliorare la qualità della vita (QOL) nei pazienti con asma ed è anche risultato ben tollerato nel lungo termine. Sono questi i principali dati di studio presentato alla assemblea annuale del 2015 della American College of Allergy, Asthma & Immunology (ACAAI).

L’anticorpo monoclonale sviluppato da Teva per la terapia delle forme gravi di asma, reslizumab, ha dimostrato di migliorare la qualità della vita (QOL) nei pazienti con asma ed è anche risultato ben tollerato nel lungo termine. Sono questi i principali dati di studio presentato alla assemblea annuale del 2015 dell'American College of Allergy, Asthma & Immunology (ACAAI).

Reslizumab è un anticorpo monoclonale sperimentale umanizzato progettato per contrastare l’interleuchina-5, che ha un ruolo importante nella maturazione, crescita e chemiotassi degli eosinofili, impicati in numerose malattie allergiche.

In tre recenti studi di Fase III, controllati con placebo studi, reslizumab ha ridotto le riacutizzazioni e ha migliorato la funzione polmonare e i sintomi dei pazienti con asma non adeguatamente controllato e con elevati livelli di eosinofili nel sangue (≥400 / mL). I dati provvisori di uno studio di estensione in aperto di questi trial hanno mostrato il mantenimento fino a 2 anni dei benefici sulla funzione polmonare e sul controllo della sintomatologia asmatica.

Al congresso americano, Joshua Jacobs, Asthma & Allergy Medical Group a Berkley in California, ha effettuato una relazione sugli effetti di reslizumab sulla qualità di vita correlata all’asma durante lo studio di estensione in aperto di questi trial.

A seguito della partecipazione a un precedente studio di fase III (16-52 settimane di durata), i pazienti reslizumab naïve e reslizumab -experienced di età compresa tra i 12 ei 75 anni arruolati nello studio di estensione hanno ricevuto reslizumab 3,0 mg / kg una volta ogni 4 settimane per un massimo di due anni.

Dei 1.052 pazienti arruolati nello studio di estensione, 1.051 hanno ricevuto almeno una dose di reslizumab (480 reslizumab naïve, 571reslizumab con esperienza). Il punteggio medio al basale dell’ Asthma Quality of Life Questionnaire  è risultato migliore nei pazienti  già trattati con  reslizumab (5.491) che nei naïve reslizumab-naive (5.156).

I pazienti già trattati con reslizumab hanno mantenuto i loro punteggi basali durante il trattamento, con un piccolo miglioramento di 0,310 alla settimana 96. I pazienti reslizumab naïve hanno mostrato un miglioramento del punteggio (0,395) per la prima valutazione on-trattamento (24 settimane), con un miglioramento clinicamente significativo (≥ 0,5 unità) di 0,540 alla settimana 96.

I pazienti hanno anche mostrato miglioramenti clinicamente importanti a settimana 96 per i singoli domini di qualità di vita, come la funzione emotiva (0,843) e i sintomi (0,596). Gli eventi avversi più comuni sono stati asma, nasofaringite, e infezioni del tratto respiratorio superiore.

Il farmaco  ha dimostrato chiari livelli di efficacia nel ridurre la frequenza delle esacerbazioni asmatiche (CAE, clinical asthma exacerbations) nei pazienti con asma, non adeguatamente controllato, da moderato a grave.

Questi risultati sono stati ottenuti nei quattro studi registrativi di Fase III che fano parte del programma di sviluppo clinico BREATH che ha arruolato oltre 1.700 persone. In questi studi clinici, reslizumab ha dimezzato i tassi di riacutizzazione di asma e ha fornito un miglioramento significativo della funzione polmonare quando aggiunto ad una terapia a base di ICS.

Long-term Effect of Reslizumab on Asthma-Related Quality of Life (AQLQ) in Asthma Patients (Pts) Previously Enrolled in Reslizumab Safety and Efficacy Studies. Abstract P62
SEZIONE DOWNLOAD