GlaxoSmithKline e Theravance hanno annunciato l’inizio di uno studio di fase III disegnato per valutare la combinazione di fluticasone, umeclidinio e vilanterolo da somministrarsi una volta al giorno attraverso l’inalatore Ellipta, rispetto all’associazione budisonide/formoterolo da somministrarsi due volte al giorno attraverso l’inalatore Turbohaler, in pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva (Bpco).

Il trial, denominato FULFIL, valuterà le combinazione dei farmaci nel migliorare la funzione polmonare e la qualità della vita. Lo studio arruolerà in totale circa 1.800 pazienti con Bpco. Gli endpoint secondari dello studio includeranno il tasso di esacerbazioni e la sicurezza, con particolare attenzione agli eventi cardiovascolari e allo sviluppo di polmonite.

Lo scorso luglio era stato annunciato l’inizio dello studio IMPACT disegnato per valutare la combinazione di umeclidinio, fluticasone e vilaneterolo rispetto a umeclidinio/vilanterolo in pazienti con Bpco.

Dave Allen, a capo della ricerca e sviluppo dell’Unità di malattie respiratorie di GlaxoSmithKline ha affermato, “Le combinazioni di tre farmaci sono già una realtà per un terzo dei pazienti con Bpco. Spesso queste combinazioni vengono somministrate attraverso più inalatori e in diversi dosaggi. Avere a disposizione i tre farmaci da somministrarsi attraverso un singolo inalatore potrà rendere più facile la somministrazione dei prodotti, ridurre le esacerbazioni rispetto alla duplice terapia e contribuire a una migliore gestione di questi pazienti”.