Bpco, associazione tiotropio/olodaterolo migliora la qualitą di vita

Pneumologia

Due sottoanalisi degli studi di fase III TONADO 1 e 2 mostrano che l'associazione tiotropio e olodaterolo migliora la qualitą di vita dei pazienti con Bpco rispetto ai due farmaci in monoterapie. I nuovi dati sono stati presentato al Congresso dell'American College of Chest Physicians.

Nuovi dati provenienti dagli studi di fase III TONADO 1 e 2 evidenziano un miglioramento della qualità di vita in pazienti con Bpco con l’associazione di tiotropio/olodaterolo rispetto a entrambi i farmaci presi singolarmente. I nuovi dati sono stati presentati in occasione del Congresso dell’American College of Chest Physicians.

Secondo i dati presentati, l’associazione dei due farmaci broncodilatatori, appartenenti alle classi LAMA (tiotropio) e LABA (olodaterolo) ha determinato un miglioramento statisticamente significativo e clinicamente rilevante della qualità di vita. Non essendoci nessuna cura definitiva per questa patologia, il miglioramento della qualità di vita assume un significato molto importante.

Le sottoanalisi di TONADO 1 e 2 hanno coinvolto 3.100 pazienti con Bpco, dei quali 1.033 assegnati a ricevere una dose giornaliera da 5 μg di tiotropio, 1.038 assegnati a ricevere 5 μg di olodaterolo e 1.029 assegnati a ricevere la combinazione dei farmaci per un periodo di 52 settimane.
“Le caratteristiche dei soggetti al basale erano ben bilanciate”, spiegano gli autori. Tre quarti dei partecipanti era di sesso maschile, con un’età media di 64 anni e circa un terzo era fumatore, con una FEV tra 1,3 e 1,4 L.

I partecipanti avevano compilato un questionario in corrispondenza delle settimane di trattamento 12, 24, 40 e 52 per una valutazione dello stato di salute globale misurato attraverso la scala a 7 valori di Likert.

Dalle valutazioni sono emersi risultati migliori con la combinazione dei farmaci rispetto alle monoterapie a 24 e 52 settimane (P<0,0001).
Il questionario respiratorio di St George (SGRQ) e stato usato per la valutazione della qualità della vita. Si tratta di un questionario che include tre aree di valutazione relative ai sintomi, all’attività e all’impatto della malattia. I risultati derivati dalla compilazione del questionario hanno mostrato un miglioramento significativo con la combinazione dei due farmaci rispetto alle monoterapie.

Tiotropio/olodaterolo Respimat è stato sviluppato a partire da tiotropio, la terapia di mantenimento della Bpco più prescritta al mondo, con un’esperienza d’uso clinico, in tutti i livelli di gravità della malattia, pari a oltre 40 milioni di anni-paziente in contesti di real life. E’ associato a olodaterolo, efficace beta2-agonista a lunga durata di azione, che agisce rapidamente ed è stato sviluppato come farmaco da poter associare a tiotropio.

Tiotropio + olodaterolo è somministrato attraverso il dispositivo Respimat l’unico dispositivo inalatore, privo di gas propellente, che  eroga il principio attivo con una fine nebulizzazione, che permette al farmaco di depositarsi più profondamente nei polmoni, inspirando naturalmente.
SEZIONE DOWNLOAD