BPCO, combinazione a dosi fisse aclidinio bromuro-formoterolo fumarato efficace su sintomi ed esacerbazioni

Pneumologia

La somministrazione della combinazione a dosi fisse di aclidinio bromuro-formoterolo fumarato 400/12 μg in pazienti affetti da BPCO moderata-severa migliora in modo significativo il controllo dei sintomi a 24 ore rispetto a placebo o ai singoli farmaci. Il trattamento con il farmaco di combinazione a dosi fisse, inoltre, riduce la frequenza delle esacerbazioni rispetto al plabebo. Lo dimostra un'analisi in pool dei dati relativi ai sintomi e alle esacerbazioni di malattia provenienti dai due trial registrativi ACLIFORM a AUGMENT, pubblicata sulla rivista Respiratory Medicine.

La somministrazione della combinazione a dosi fisse di aclidinio bromuro-formoterolo fumarato  400/12 μg in pazienti affetti da BPCO moderata-severa migliora in modo significativo il controllo dei sintomi a 24 ore rispetto a placebo o ai singoli farmaci.
Il trattamento con il farmaco di combinazione a dosi fisse, inoltre, riduce la frequenza delle esacerbazioni rispetto al plabebo.

Questi i risultati di un'analisi in pool dei dati relativi ai sintomi e alle esacerbazioni di malattia provenienti dai due trial registrativi ACLIFORM a AUGMENT, pubblicata sulla rivista Respiratory Medicine (1).

Come è noto, la combinazione di aclidinio bromuro – un farmaco anticolinergico a lunga durata d'azione – e di formoterolo fumarato – un agonista  beta 2  a lunga durata – è in grado di determinare miglioramenti della funzione polmonare superiori a quelli ottenuti con i 2 farmaci in monoterapia in pazienti con BPCO.

Per queste ragioni, la Commissione Europea ha approvato alla fine dello scorso anno l’associazione precostituita LAMA- LABA per i pazienti con BPCO, sulla base dei risultati di 11 studi clinici, condotti in 29 paesi di tutto il mondo (2).

Meno dettagliati, invece, risultavano ad oggi gli effetti di questa combinazione farmacologica sui sintomi e le esacerbazioni di BPCO.

Per colmare questo gap, è stata condotta una valutazione più approfondita di questi outcome attraverso un'analisi pre-specificata dei dati in pool provenieni da due trial multicentrici e randomizzati di Fase III, controllati vs placebo e per gruppi paralleli (studi ACLIFORM e AUGMENT).

A tal scopo, pazienti di età superiore ai 40 anni, affetti da BPCO di grado moderato-severo sono stati randomizzati, rispettivamente, negli studi ACLIFORM (2:2:2:2:1) e AUGMENT (1:1:1:1) al trattamento bis die con  aclidinio bromuro-formoterolo fumarato  (400/12 μg o 400/6  μg ), aclidinio (400 μg), formoterolo 12 μg  o placebo.

Gli outcome considerati sono stati i seguenti:
- Dispnea (mediante indice TDI – Transition Dyspnoea Index)
- Sintomi giornalieri (mediante EXACT - EXAcerbations of Chronic pulmonary disease Tool)
- Sintomi respiratori (mediante questionaeio [E-RS])
- Sintomatologia notturna e al primo mattino
- Esacerbazioni (in base alle definizioni HCRU - Healthcare Resource Utilisation - ed EXACT)
- Impiego farmaci di emergenza


La popolazione intent-to-treat dei due trial sopra menzionati ha incluso 3.394 pazienti.

L'analisi in pool dei dati ha mostrato che il trattamento con la combinazione LAMA-LABA ha determinato un miglioramento significativo del punteggio TDI (quindi della dispnea) rispetto al placebo e alle singole monoterapie a 24 settimane dall'inizio del trattamento (p<0,05 per tutti).

Oltre la 24esima settimana di trattamento, sono stati documentati, ancora una volta nel gruppo trattato con la combinazione LAMA-LABA, miglioramenti significativi del punteggio E-RS (quindi della sintomatologia respiratoria), della severità della sintomatologia complessiva notturna e mattutina nonché dello svolgimento delle attività mattutine rispetto al placeco e alle singole monoterapie (p<0,05 per tutti).

Il tasso delle esacerbazioni moderate-severe (secondo la definizione HCRU) si è ridotto in modo significativo con il trattamento di associazione a dosi fisse vs placebo (p<0,05) ma non rispetto alle singole monoterapie). Considerando, invece, la definizione di esacerbazione in base ad EXACT, la frequenza di questi eventi si è ridotta in modo significativo anche nei confronti della monoterapia con aclidinio.

Lo studio ha documentato anche un allungamento del tempo necessario alla manifestazione del primo episodio di esacerbazione (definita sia in base ad HCRU che ad EXACT) nel gruppo sottoposto a trattamento di combinazione LAMA-LABA rispetto al placebo ma non rispetto alle singole monoterapie.

Inoltre, l'impiego di farmaci di emergenza si è ridotto sensibilmente con la terapia di associazione LAMA-LABA vs placebo e aclidinio (p<0,01).

In conclusione, i risultati di questa analisi sono consistenti con i miglioramenti della broncodilatazione osservati nei singoli studi e confermano come la combinazione a dosi fisse di aclidinio bromuro e formoterolo fumarato possa rappresentare una nuova opzione di trattamento efficace nei pazienti con BPCO moderata-severa.

Nicola Casella
 
 
Bibliografia
1. Bateman ED et al. Aclidinium Bromide and Formoterol Fumarate as a Fixed-Dose Combination in COPD. Respiratory Research. 2015;16(92) 
Leggi

2. https://www.pharmastar.it/index.html?cat=search&id=16702