Pneumologia

BPCO, delude doxiciclina (in aggiunta a corticosteroidi orali) nelle esacerbazioni di malattia

Il trattamento con un antibiotico (doxiciclina), in aggiunta a corticosteroidi orali (CS) non allunga il tempo al successivo episodio di esacerbazione da BPCO, stando ad uno studio olandese presentato nel corso del congresso annuale dell'ATS (American Thoracic Society), recentemente tenutosi a S. Francisco, negli USA

Il trattamento con un antibiotico (doxyciclina), in aggiunta a corticosteroidi orali (CS) non allunga il tempo al successivo episodio di esacerbazione da BPCO, stando ad uno studio olandese presentato nel corso del congresso annuale dell'ATS (American Thoracic Society), recentemente tenutosi a S. Francisco, negli USA (1).

Sulla scorta dei risultati di una metanalisi Cochrane del 2012 (2) che aveva dimostrato come l'impiego di antibiotici nella BPCO fosse in grado di assicurare un beneficio consistente nei pazienti ammessi nei reparti di Medicina Intensiva, ma non in altri pazienti ospedalizzati e non ospedalizzati, gli autori del nuovo studio, parte del trial TEXACOLD, hanno sottoposto a valutazione 301 pazienti con esacerbazione da BPCO in trattamento con 30 mg di CS orali e assegnati, mediante randomizzazione, al trattamento con doxiciclina o con placebo.

Oltre ad aver messo a confronto il tempo necessario all'episodio successivo di esacerbazione tra i 2 gruppi, i ricercatori hanno fatto valutazioni comparative anche su altri outcome quali l'insuccesso terapeutico e la mortalità.

Nell'ammettere i pazienti nel trial, i ricercatori hanno escluso quei pazienti con BPCO che risultaveno essere anche febbricitanti. I pazienti del trial avevano un'età mediana di 66 anni, una FEV1 uguale o maggiore del 30% dopo broncodilatazione e un rapporto FEV1/capacità vitale forzata pari a 0,7 all'inizio dello studio.

I risultati del trial non hanno lasciato adito a dubbi: il tempo necessario all'episodio successivo di esacerbazione è risultato simile nei due gruppi in studio (148 giorni con doxiciclina vs 161 nel gruppo placebo; p<1,26), come pure l'insuccesso terapeutico a 21 giorni (21% vs 30%) e la mortalità a 2 anni (10 pazienti nel gruppo trattato con doxiciclina vs 8 pazienti nel gruppo placebo).

Inoltre, né la severità iniziale di BPCO né una storia pregressa di esacerbazione hanno alterato questi risultati negativi.

Nel commentare i risultati, gli autori del trial ipotizzano che il messaggio complessivo derivante dal loro studio è quello che gli antibiotici non sono necessari per gli episodi lievi-moderati di esacerbazione da BPCO, in assenza di febbre, a differenza di quanto da loro precedentemente osservato in un altro studio, condotto in pazienti con BPCO febbricitanti, che aveva documentato il contrario (3).

E' probabile, a tal riguardo, che anche la scelta dell'antibiotico possa avere contribuito all'osservazione di queste differenze di risultato, essendo noto come amoxicillina e clavulanato, utilizzati nello studio in pazienti con BPCO febbricitanti, abbiano un potere di penetrazione polmonare superiore a quello della doxiciclina.

Alle richiesta, venuta dalla platea del congresso, di spiegazioni relative alla scelta di impiego di doxiciclina in luogo degli antibiotici sopra-menzionati, i ricercatori hanno sostenuto di aver scelto doxiciclina perchè le esacerbazioni di BPCO sono maggiormente suscettibili a questo antibiotico, nonché per questioni di tollerabilità e di ampio impiego del farmaco come opzione di prima scelta nel trattamento dei pazienti extra-ospedalieri nel paese di conduzione dello studio (Paesi Bassi).

NC

Bibliografia
1. American Thoracic Society (ATS) 2016 International Conference: Abstract 1021. Presented May 15, 2016.

2. Vollenweider DJ et al. Antibiotics for exacerbations of chronic obstructive pulmonary disease. Cochrane Database Syst Rev. 2012 Dec 12
Leggi

3. Llor C et al. Efficacy of Antibiotic Therapy for Acute Exacerbations of Mild to Moderate Chronic Obstructive Pulmonary Disease. American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, Vol. 186, No. 8 (2012), pp. 716-723.
Leggi




SEZIONE DOWNLOAD