Fibrosi cistica neonatale, aerosol di soluzione salina ipertonica sicuro ed efficace

Il trattamento di neonati affetti da fibrosi cistica con aerosol di soluzione salina ipertonica sembra essere un intervento sicuro ed efficace per migliorare la funzione respiratoria in questi piccoli pazienti, Lo studio, pubblicato su American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine, è di notevole rilevanza ai fini clinici per due motivi: è il primo trial clinico randomizzato controllato ad avere esaminato l'effetto di questo trattamento in neonati con malattia progressiva. In secondo luogo, il trial pubblicato è il primo a documentare la possibilità di utilizzare due misure di outome quantitativo - l'indice di clearance polmonare (LCI) e l'imaging a risonanza magnetica (MRI) del torace - in trial clinici condotti in pazienti molto piccoli con FC.

Il trattamento di neonati affetti da fibrosi cistica (FC) con aerosol di soluzione salina ipertonica sembra essere un intervento sicuro ed efficace per migliorare la funzione respiratoria in questi piccoli pazienti, stando ai risultati promettenti di uno studio clinico tedesco di recente pubblicazione sulla rivista  American Journal of Respiratory and Critical Care Medicine. Lo studio appena pubblicato è di notevole rilevanza ai fini clinici per due motivi: è il primo trial clinico randomizzato  controllato ad avere esaminato l’effetto di un trattamento che si basa sulla somministrazione di una soluzione sterilizzata salina ipertonica nebulizzata (aerosol) in neonati con malattia progressiva (i benefici derivanti dall’impiego di soluzione salina ipertonica in bambini con FC molto piccoli o in età prescolare e scolare sono noti da tempo).

In secondo luogo, il trial pubblicato è il primo a documentare la possibilità di utilizzare due misure di outome quantitativo – l’indice di clearance polmonare (LCI) e l’imaging a risonanza magnetica (MRI) del torace – in trial clinici condotti in pazienti molto piccoli con FC.

Razionale e disegno dello studio
“Alcuni studi condotti da diverse equipe di ricerca dislocate in varie parti del globo, condotti in neonati e bambini in età prescolare affetti da FC (diagnosticata mediante screening neonatale), hanno dimostrato che la malattia polmonare associata a FC ha inizio sin dai primi mesi di vita, lasciando solo una ridotta “finestra di opportunità” per interventi terapeutici preventivi – scrivono i ricercatori nell’introduzione al lavoro”.

Nello studio PRESIS (Preventative Inhalation of Hypertonic Saline in Infants With CF), i ricercatori hanno voluto determinare la fattibilità, la sicurezza e l’efficacia di una somministrazione, a scopo preventivo, di soluzione salina ipertonica (HS=6%, bis die) vs. isotonica (IS=9%, bis die) in neonati con FC, Ciò è avvenuto previa somministrazione, previa randomizzazione secondo uno schema 1:1, di una delle due soluzioni in 42 neonati con FC aventi meno di 4 mesi di vita.

Al contempo, i ricercatori hanno esaminato se LCI e la RM del torace potessero essere utilizzate come misure di outcome in questa popolazione di pazienti molto piccoli.

Le ragioni sono state indicate dagli stessi autori dello studio:”I trial aventi l’obiettivo  di valutare sicurezza ed efficacia di alcune terapie preventive iniziate nel primi mesi di vita in neonati con FC sono stati ostacolati dalla mancanza di misure di outcome quantitativo della malattia polmonare in questi piccoli pazienti”.

D’altro canto, aggiungono, una serie di studi recenti suggerisce come LCI, che rappresenta una misura dell’omogeneità della ventilazione, potrebbe costituire una misura efficace della funzione polmonare, della progressione di malattia e della risposta alla terapia nei neonati.
Non solo: la RM del torace si è anche rivelata molto sensibile nell’individuare le anomalie precoci a carico delle strutture polmonare dei neonati con FC.

Risultati principali
I ricercatori sono stati in grado di documentare la buona tollerabilità della somministrazione per aerosol di HS e di IS nei piccoli pazienti dello studio. Inoltre, non è cambiato in modo significativo il numero di eventi avversi occorsi nei due gruppi.

Quanto alle misure di outcome quantitativo testate, è emerso che la variazione di LCI dal basale ad un anno è stata di entità maggiore nei neonati con FC trattati con soluzione HS (-0,6) rispetto ad IS (-0,1; p<0,05). Da ultimo, il guadagno ponderale è migliorato nei neonati con FC trattati con HS (p<0,05), mentre il numero di esacerbazioni polmonari e i punteggi ottenuti alla RM del torace sono risultati pressochè sovrapponibili tra i 2 gruppi.

Implicazioni dello studio
I risultati del trial PRESIS hanno sostanzialmente dimostrato come, ritardando l’insorgenza e la progressione della malattia polmonare associata con FC, l’aerosol HS potrebbe rappresentare una strategia terapeutica promettente nei neonati e nei bambini affetti dalla malattia.

“PRESIS – scrivono i ricercatori nella discussione del lavoro – è il primo trial clinico randomizzato e controllati ad aver testato fattibilità, sicurezza ed efficacia iniziale di un trattamento preventivo iniziato nei primi mesi di vita in neonati affetti da FC, utilizzando LCI e MRI come misure di outcome quantitativo di malattia polmonare all’esordio”.

“Questo studio – continuano – dimostra come l’effettuazione di trial clinici randomizzati sin dalla prima infanzia, comprendenti il ricorso a soluzioni per inalazione e la misurazione ripetuta di LCI e di MRI nell’arco di un anno, sia cosa fattibile e caratterizzata da un buon livello di accettabilità da parte dai genitori di questi piccoli pazienti”:

“I risultati ottenuti da questo trial – concludono – suffragano la sicurezza d’impiego del trattamento preventivo con aerosol di soluzione salina ipertonica sin dai primi mesi di vita, insieme a benefici terapeutici sulla funzione polmonare in questi piccoli pazienti”.

Nicola Casella

Bibliografia
Stahl M, et al “Preventative inhalation of hypertonic saline in infants with cystic fibrosis (PRESIS): A randomized, double-blind, controlled study” Am J Respir Crit Care Med 2018; DOI: 10.1164/rccm.201807-1203OC.
Leggi