“Esci dal tunnel non bruciarti il futuro”. Questo il titolo della campagna itinerante di prevenzione e informazione sui rischi legati al fumo e di sensibilizzazione sul tumore del polmone promossa da Walce Onlus (Women Against Lung Cancer in Europe), l’associazione europea dedita alle persone con tumore del polmone a i loro familiari, che farà tappa a Milano, in Piazza Cadorna il 19 e 20 Settembre prossimi. 

A dominare la piazza sarà uno stand a forma di mozzicone di sigaretta gigante. Un vero e proprio tunnel di struttura cilindrica alto 3 mt e lungo 14 mt costituito da tre parti: una che riproduce il filtro della sigaretta, una bianca intermedia e una finale annerita dalla combustione.
All’interno del tunnel è stato allestito un percorso che parte da un desk di accoglienza, una parte sanitaria dove sarà possibile effettuare un esame del respiro e richiedere il consulto di un medico specializzato in malattie dell’apparato respiratorio; nell’ultima parte, in corrispondenza dell’uscita dal tunnel, saranno consegnati materiali informativi e gadget.
“Sarà sempre presente un medico pneumologo e sarà possibile fare un test spirometrico gratuito: un esame semplice e veloce da eseguire, che misura la capacità respiratoria della persona” spiega Silvia Novello presidente WALCE Onlus e docente nel Dipartimento di Oncologia Polmonare all’Università di Torino. “Nel tunnel, il cittadino riceverà informazioni sui contenuti nocivi del fumo di sigaretta (sono ben 4000 le sostanze tossiche!) e sui reali danni che provoca; a partire dal tumore al polmone, che ha colpito solo in Italia 40mila persone nel 2014, con più di 33mila decessi”.
In prima fila fra i sostenitori dell’iniziativa, l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri (AIPO), che ha patrocinato l’iniziativa e ha dato il suo contributo stimolando la presenza volontaria di pneumologi e di personale sanitario grazie ai quali sarà possibile eseguire spirometrie a chiunque sia interessato e commentare i risultati.
“Si tratta di un’iniziativa di carattere educazionale di elevato impatto sulla salute pubblica” commenta Cristina Cinti, del Gruppo di Studio AIPO Educazionale, Prevenzione ed Epidemiologia che sarà presente come medico pneumologo ed effettuerà spirometrie all’interno dello stand. “La lotta al tabagismo è ormai una priorità per chi si occupa di salute pubblica e la campagna promossa da Walce Onlus e patrocinata da AIPO è un esempio di come le Associazioni possano collaborare in maniera sinergica per un obiettivo comune. Nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 settembre, dalle 10 alle 18.30, i cittadini avranno la possibilità di aumentare la loro conoscenza circa i danni del fumo di sigaretta, avere consigli su come smettere di fumare ed eseguire gratuitamente un esame spirometrico in grado di fotografare lo stato di salute dei loro polmoni. Un’occasione da non perdere” commenta la pneumologa.
“Non dimentichiamo inoltre l’imponente lavoro di allestimento dello stand che ha richiesto l’intervento di più figure professionali che consente di comunicare in maniera diretta e semplice con il cittadino che entra dalla parte del filtro ed esce da quella combusta. Durante il percorso, da un estremo all’altro della grande sigaretta spenta, il cittadino avrà la possibilità di visionare materiale educazionale e di comprendere i rischi correlati al fumo con migliori possibilità di uscire dal tunnel del tabagismo” conclude Cristina Cinti. 

Ufficio Stampa AIPO