Pneumologia

Polmonite da Covid-19, tocilizumab efficace nelle forme moderate-severe. Conferme da studio francese

Nei pazienti affetti da polmonite da Covid-19, il trattamento con tocilizumab - un antagonista del recettore di IL-6 impiegato da tempo con successo in Reumatologia e da poco utilizzato in diverse parti del mondo in via sperimentale contro la tempesta citochinica provocata dall'infezione virale - sembra essere efficace nelle forme moderate severe di malattia polmonare. E' quanto emerge dai primi risultati di un trial controllato e randomizzato in aperto (CORIMUNO-TOCI) condotto in Francia e reso noto in un comunicato alla stampa.

Nei pazienti affetti da polmonite da Covid-19, il trattamento con tocilizumab - un antagonista del recettore di IL-6 impiegato da tempo con successo in Reumatologia e da poco utilizzato in diverse parti del mondo in via sperimentale contro la tempesta citochinica provocata dall'infezione virale - sembra essere efficace nelle forme moderate severe di malattia polmonare.

E' quanto emerge dai primi risultati di un trial controllato e randomizzato in aperto (CORIMUNO-TOCI) condotto in Francia e reso noto in un comunicato alla stampa.

CORIMUNO-19 è una piattaforma di ricerca francese allestita per valutare l'efficacia e la tollerabilità di diversi immuno-modulatori e altri trattamenti in pazienti con infezione severa da SARS-Cov-2 e prevede una serie di trial controllati multicentrici in aperto partiti alla fine di marzo con lo scoppio della pandemia da nuovo Coronavirus.

Nello specifico, qui si parla di un trial clinico controllato e randomizzato in aperto (CORIMUNO-TOCI) che ha impiegato tocilizumab in pazienti con polmonite da Covid-19 di grado moderato-severo, non necessitanti di terapia intensiva all'ospedalizzazione.

L'endpoint primario composito dello studio era rappresentato dalla necessità del ricorso alla ventilazione (non invasiva o meccanica) o dall'esito fatale a 14 giorni.

I ricercatori hanno reclutato 129 pazienti che rispondevano ai criteri di eleggibilità e li ha randomizzati, secondo uno schema 1:1, a trattamento con standard terapeutico+ tocilizumab (n=65) o a trattamento con il solo standard terapeutico (n=64).

Quello che è emerso dai risultati che una proporzione significativamente più bassa di pazienti ha raggiunto l'outcome primario nel braccio di trattamento che prevedeva l'impiego di tocilizumab.

I risultati completi dello studio sono stati inviati ad una rivista medica peer-reviewed per la pubblicazione.

Nel frattempo, è auspicabile che tali risultati vengano confermati in maniera indipendente da altri studi. In ragione del contesto pandemico, sia i ricercatori che l'azienda farmaceutica che ha sponsorizzato lo studio si sono sentiti eticamente obbligati a rendere pubblica questa informazione, in attesa del completamento del processo di peer review dello studio.

Nell'ambito della piattaforma CORIMUNO-19 si segnala la realizzazione, in concomitanza con lo studio CORIMUNO-TOCI, di altri trial clinici che stanno sperimentando altri inibitori recettoriali di IL-6 ed altri immunomodulatori in funzione anti Covid-19.

Lo studio CORIMUNO-TOCI è frutto della collaborazione tra enti di ricerca accademici francesi (the Assistance Publique - Hôpitaux de Paris/Universities/INSERM-REACTing COVID-19 academic research collaboration)

NC

Fonte: comunicato stampa
https://www.aphp.fr/contenu/tocilizumab-improves-significantly-clinical-outcomes-patients-moderate-or-severe-covid-19


SEZIONE DOWNLOAD