Sospetto polmonite pediatrica, antibiotici non necessari con referto radiografico torace negativo

E' possibile escludere la presenza di malattia nella maggior parte dei bambini con sospetta diagnosi di polmonite ma referto radiografico del torace negativo, stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su Pediatrics. Lo studio in questione ha anche dimostrato che è possibile monitorare la maggior parte di questi bambini senza necessitare di trattamento antibiotico.

E' possibile escludere la presenza di malattia nella maggior parte dei soggetti pediatrici con sospetta diagnosi di polmonite ma referto radiografico del torace negativo, stando ai risultati di uno studio recentemente pubblicato su Pediatrics.

Lo studio in questione ha anche dimostrato che è possibile monitorare la maggior parte di questa popolazione di pazienti senza necessitare di trattamento antibiotico.

Razionale e disegno dello studio
In letteratura non esiste unanimità di vedute in merito all'efficacia della radiografia toracica di escludere la diagnosi di polmonite pediatrica. Obiettivo di questo studio, pertanto, è stato quello di determinare il valore predittivo negativo della radiografia toracica in soggetti pediatrici con sospetto di polmonite.

A tal scopo, i ricercatori hanno condotto un'analisi prospettica che ha incluso individui di età compresa tra i 3 mesi e i 18 anni, accettati in un dipartimento di Emergenza Pediatrica e sottoposti a radiografia del torace per sospetto di polmonite. Sono stati esclusi dallo studio solo i soggetti già in terapia antibiotica e quelli con condizione medica sottostante.

Risultati principali
Nel corso di 2 anni di conduzione dello studio, sono stati sottoposti a radiografia toracica 683 individui di età pediatrica. La maggior parte di questi (72,8%) ha ricevuto un referto radiografico del torace negativo.
Di questi, l'8,9% aveva avuto una diagnosi di polmonite.

Per quanto una piccola percentuale di pazienti sottoposti a radiografia toracica avesse ricevuto diagnosi di polmonite, un numero maggiore di pazienti pediatrici è stato sottoposto a terapia antibiotica – il 9,3% - per altri sintomi batterici.

I ricercatori hanno anche notato che, sul totale dei piccoli pazienti con referto radiografico del torace negativo e mancato ricorso all'antibioticoterapia, 5 hanno avuto diagnosi successiva di polmonite fino a 2 settimane dall'esecuzione dell'esame radiografico (valore predittivo negativo della radiografia: 98,8%; IC95%=97-99,6%).

Riassumendo
“Mentre il ricorso all'antibioticoterapia, a fronte di una radiografia del torace negativa, possa essere appropriato in certi sottogruppi di pazienti pediatrici, compresi quelli molto malati, la maggior parte di quelli con radiografia negativa e assenza di altre infezioni batteriche identificabili non necessita di antibiotici – scrivono i ricercatori nella discussione del lavoro”.

“Il ricorso agli antibiotici nel set di pazienti con referto radiografico negativo del torace potrebbe dar luogo ad un incremento dei fenomeni di antibiotico-resistenza e di effetti collaterali pericolosi. Nel nostro studio, la maggior parte dei soggetti non sottoposti ad antibioticoterapia ha recuperato pienamente entro 2 settimane dall'ammissione in Medicina d'Urgenza”.

NC

Bibliografia
Lipsett SC, et al. Pediatrics. 2018;doi:10.1542/peds.2018-0236.
Leggi