Studio USA, concentrazione allergeni murini nelle scuole associata ad asma pediatrico

Pneumologia

Una ridotta funzionalità polmonare e l'aumento della sintomatologia asmatica in età pediatrica si associano a livelli elevati di allergeni murini presenti nelle scuole primarie e medie, stando ai risultati di un recente studio USA pubblicato su Jama Pediatrics.

Una ridotta funzionalità polmonare e l'aumento della sintomatologia asmatica in età pediatrica si associano a livelli elevati di allergeni murini presenti nelle scuole primarie e medie, stando ai risultati di un recente studio USA pubblicato su Jama Pediatrics.

Negli USA il problema dell'asma affligge una parte considerevole della popolazione pediatrica, concentrandosi soprattutto nelle minoranze e nei gruppi socialmente svantaggiati che risiedono in aree urbane degradate, ricordano gli autori nell'introduzione allo studio.

Ad oggi, tuttavia, non esistevano, a conoscenza degli autori, studi dettagliati sugli outcome legati all'asma dovuti all'esposizione ad allergeni dentro le mura scolastiche, dove i bambini e gli adolescenti passano la maggior parte della loro giornata.

Di qui il nuovo studio (the School Inner-City Asthma Study), che si è proposto di valutare il ruolo degli allergeni indoor specifici dell'ambiente scolastico sulla morbilità asmatica nelle aree urbane.

Nello specifico, lo studio ha incluso bambini di età compresa tra i 4 e i 13 anni, che frequentavano le scuole pubbliche di aree urbane disagiate della regione nord-orientale degli USA.

I bambini/ragazzi inclusi nello studio, della durata di 5 anni, erano 284 (148 di sesso maschile) provenienti da 37 scuole, con diagnosi di asma da almeno un anno.

I pazienti reclutati sono stati sottoposti a valutazione clinica iniziale prima dell'inizio dell'anno scolastico e poi osservati, per quanto riguarda gli outcome clinici, per un anno.

Nel corso dello stesso anno scolastico, sono stati raccolti ed analizzati campioni di polvere proveniente dall'ambiente scolastico e domestico frequentato dai singoli studenti per individuare la presenza di comuni aero-allergeni.

E' stata valutata, quindi, l'associazione tra l'esposizione agli aero-allergeni scolastici e gli outcome legati all'asma, previo aggiustamento dei dati in base all'esposizione agli allergeni domestici.

L'attenzione sugli aero-allergeni indoor si è concentrata su quelli di ratto, topo, blatta, gatto, cane e acato della polvere.

Outcome primario dello studio era rappresentato dal numero massimo di giorni con sintomatologia asmatica osservati nelle ultime 2 settimane. Tra gli outcome secondari, invece, vi era la valutazione di marker ben noti di morbilità asmatica, compreso il ricorso a presidi sanitari associati all'asma e la funzione polmonare, misurata mediante spirometria (FEV1).

Su 284 studenti, aventi un'età mediana di 8 anni, è stata documentata l'esposizione ad allergeni murini in 441 campioni di polvere raccolta in ambiente scolastico su 443 (99,5%). L'esposizione ad allergeni di gatto e di cane è stata rilevata, invece, in 420 (94,8%) e 366 campioni (82,6%) di polvere.

I livelli di allergene murini rilevati nella polvere raccolta nelle scuole era significativamente più elevati di quelli rilevati nell'ambiente domestico degli studenti.

Inoltre, l'esposizione a livelli più elevati di questi allergeni in ambiente scolastico è risultata associata ad una probabilità maggiore di andare incontro ad almeno un giorno di sintomatologia asmatica  (OR=1,27; IC95%=1,05-1,54; P = 0,02) e ad una riduzione percentuale pari al 4% della FEV1.

Questo effetto è risultato indipendente dallo stato di sensibilizzazione; inoltre nessuno degli altri aero-allergeni indoor è risultato associato ad un peggioramento degli outcome legati all'asma.

In conclusione, i risultati di questo studio dimostrano come l'ambiente scolastico rappresenti un fattore chiave nel determinismo dell'asma pediatrico. Di conseguenza, lo studio suggerisce come l'adozione di interventi di bonifica ambientale di questi edifici possa essere utile ai fini della salute pubblica.

NC

Bibliografia
Sheehan WJ, et al. Association Between Allergen Exposure in Inner-City Schools and Asthma Morbidity Among Students. JAMA Pediatr. 2016;doi:10.1001/jamapediatrics.2016.2543.
Leggi