Pneumologia

Virus respiratorio sinciziale, fase II positiva per vaccino sperimentale

Un vaccino sviluppato dal biotech americana Novavax ha mostrato per la prima volta di essere efficace nel prevenire le infezioni da virus respiratorio sinciziale (RSV) negli adulti di età superiore ai 65 anni.

L’infezione da RSV colpisce le vie respiratorie ed è potenzialmente letale nei neonati, negli anziani e nelle persone immunodepresse. Per quanto riguarda gli adulti, il virus causa circa 177mila ospedalizzazioni e 14mila decessi all’anno negli Stati Uniti, nelle persone sopra i 65 anni.

In uno studio di fase II il vaccino ha mostrato di prevenire il 64% dei casi di infezione severe da RSV e di essere efficace in modo significativo nel prevenire tutte le tipologie di malattia da RSV sintomatica (44%) e le infezioni con sintomi al tratto respiratorio inferiore negli adulti sopra i 65 anni (46%).

Il trial ha arruolato 1.600 adulti di età avanzata provenienti da 10 siti negli Stati Uniti. Lo studio ha confrontato l’efficacia di una dose da 135 microgrammi del vaccino adiuvato RSV F rispetto al placebo.

Secondo Novavax, l’efficacia del vaccino è stata osservata per la prima volta in tutte le popolazioni analizzate ed era simile o migliore a quella dei farmaci attualmente utilizzati in pazienti con età avanzata.

Secondo Gregory Glenn, a capo della ricerca e sviluppo dell’azienda, “il vaccino ha dato prova di essere efficace negli adulti più anziani, una popolazione nota per essere difficile da proteggere da queste infezioni. La riduzione delle infezioni sintomatiche, delle infezioni con sintomi al tratto respiratorio inferiore e delle infezioni associate a difficoltà respiratoria, è un risultato fortemente innovativo”.
La biotech americana si propone di iniziare un trial pivotal di fase III sul vaccino entro l’ultimo trimestre di quest’anno. Secondo alcuni analisti, se arriverà all’approvazione, il vaccino avrà le potenzialità per generare vendite pari a un miliardo di dollari negli Stati Uniti.

Novavax è un’azienda biotecnologica statunitense specializzata nello sviluppo di vaccini innovativi. Il suo programma in fase più avanzata di sviluppo consiste in un vaccino contro il virus respiratorio sinciziale (RSV), tuttora in fase di sviluppo anche per la vaccinazione delle donne in gravidanza.

Novavax ha ricevuto la “fast track designation” per il vaccino dall’Fda lo scorso novembre. Anche altre aziende come AstraZeneca stanno sviluppando vaccini contro RSV. Medimmune ha ricevuto la fast track designation per il suo vaccino lo scorso aprile. Attualmente non esistono vaccini o trattamenti specifici approvati per questo tipo di infezione. AstraZeneca sta commercializzando un anticorpo monoclonale utilizzato in casi limitati, che perderà la copertura brevettuale il prossimo ottobre.

La pipeline di Novavax comprende inoltre un programma per l’influenza stagionale nonché per l’influenza di tipo pandemico.

SEZIONE DOWNLOAD