16 febbraio 2020
  
6

Dermatologia| Italia| Ema| Fda| Cardio| Diabete| Gastronterologia| Dolore| Neurologia| Oncologia-Ematologia| Ortopedia e Reumatologia| Pneumologia| Altri Studi| Business| Contattaci


SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

» PRIMO PIANO
Emofilia e Atrofia muscolare spinale, la Fondazione Roche premia la ricerca innovativa e no profit
» INTERVISTE
Biopharma Network, la rete dei professionisti del pharma e del biotech
Emofilia e SMA: Fondazione Roche premia 11 associazioni a sostegno di innovazione e solidarietà
Emofilia e Sma: Fondazione Roche e Sodalitas insieme per i servizi rivolti ai pazienti
Emofilia: nuovi servizi dalle associazioni di pazienti grazie al bando della fondazione Roche
SMA: nuovi servizi dalle associazioni di pazienti grazie al bando della Fondazione Roche
Epidemiologia: chi sono i pazienti a rischio?
Progetto NTM-DARE: Obiettivi e modalità di realizzazione
Diagnosi clinica di malattia polmonare sostenuta da NTM
La fisioterapia respiratoria e la malattia da NTM-PD - Tiziana Iacomussi
Pazienti con Fibrosi Cistica: diagnosi e screening

To treat or not to treat? I fattori da considerare nella scelta

Terapia delle malattie polmonari da micobatteri non tubercolari

Sport nell’adolescenza: perchè è importante. Ruolo della Società Italiana Medicina dell’Adolescenza
Asma e attività sportiva di alto livello: una combinazione possibile. L'esempio di Carlo Mornati
L'attività fisica fa bene a tutte le persone con asma. Parte la campagna "#Ho l'asma e faccio sport"
3 motivi per cui lo sport migliora il benessere fisico di chi soffre di asma
3 motivi per cui lo sport fa bene alla mente di chi soffre di asma
dr. Bottalico: MyHospitalHub, una piattaforma per far comunicare meglio medici e pazienti

Andrea Vaccari: Amiloidosi, cosa cambia per i pazienti con l'arrivo del primo farmaco biotech specifico per la malattia

prof. Zambon: Arriva il primo farmaco specifico per l'amiloidosi, ecco come funziona il patisitran


» DERMATOLOGIA
Perché alcune creme e cosmetici possono causare un'eruzione cutanea?
I pazienti con ittiosi hanno maggiori probabilità di avere depressione e ansia
Idrosadenite suppurativa, talvolta l’anticamera di un’artrite
Acne, quali nuove soluzioni terapeutiche per i pazienti?
» ITALIA
18 nuovi farmaci in commercio
3 cessate commercializzazioni
11 variazioni di prezzo
4 farmaci revocati
» EMA
Malattie virali gravi, arriva la designazione PRIME dall'Ema per una immunoterapia a base di cellule T
» CARDIO
Ipercolesterolemia familiare, conferme di sicurezza per evolocumab con un trattamento di oltre 4 anni
Cosa fare quando convivono ipertensione e ipercolesterolemia? Arrivano le single pill combination
Terapia ormonale in menopausa, da estrogeni orali e transdermici effetti diversi su depositi di grasso cardiaco
Warfarin, qual è l'orario migliore di assunzione? Quello più comodo per il paziente. Studio canadese
Prevenzione cardiovascolare, chi inizia l'uso di statine o antipertensivi adotta anche stili di vita più sani?
» DIABETE
Il grasso viscerale influisce sulla funzione cognitiva degli anziani con diabete?
Diabete di tipo 2, sottoanalisi dello studio CARMELINA conferma  sicurezza cardiovascolare e renale di linagliptin negli anziani 
Future mamme con il diabete, minor aumento di peso con metformina
Obesità, rischio cardiometabolico legato alla circonferenza della vita più che al peso
La terapia ormonale sostitutiva può ritardare l'insorgenza del diabete?
» GASTRONTEROLOGIA
Epatite C , €71,5 milioni stanziati per screening gratuiti. Approvato emendamento al mille proroghe
Epatite C, l'Italia arretra nella lotta all'infezione. Bisogna aggredire il sommerso
Encefalopatia epatica, trattare tempestivamente per ridurre i numeri
Malattie infiammatorie croniche intestinali, alti livelli di vedolizumab post induzione prevedono risultati positivi
Dieta nei bambini con celiachia, poco equilibrata. Serve una consulenza dietetica
Dal Policlinico Gemelli una nuova formula nutrizionale per pazienti con Crohn e colite ulcerosa
» DOLORE
Dipendenza da oppiacei: in Italia 350mila casi. In arrivo farmaci più “smart”
Cefalea a grappolo, raddoppia i giorni di assenza dal lavoro
Come scegliere l'antidolorifico adatto? Una revisione americana mette sul piatto della bilancia rischi e benefici
Dolore cronico, cosa succede se aumentiamo la dose di oppiacei?
Carenza di vitamina D in post-menopausa associata a degenerazione del disco intervertebrale e dolore lombare
» NEUROLOGIA
Parkinson e disturbi correlati, assistenza standard e cure palliative ambulatoriali a confronto
Sclerosi multipla, qual è la migliore frequenza di somministrazione per glatiramer acetato?
Depressione post-ictus, ancora poche prove per la scelta della migliore opzione terapeutica
Amiloidosi ereditaria da transtiretina, patisiran rimborsabile per il paziente italiano. La parola all'esperto, il prof. Claudio Rapezzi
» ONCOLOGIA-EMATOLOGIA
I giovani sopravvissuti al cancro avranno più problemi di salute in età avanzata
Tumore della prostata resistente alla castrazione non metastatico, enzalutamide allunga la vita
Sarcomi dei tessuti molli, la radioterapia potrebbe passare da 5 settimane a 5 giorni senza perdita di efficacia
Linfomi e leucemie: in Humanitas una CAR T unit per la nuova terapia cellulare
Cancro al seno triplo negativo, pembrolizumab centra l'end point in fase III
Cancro del polmone, Novartis deposita la domanda di registrazione per l’anti MET capmatinib
» ARTHRITIS
Vasculiti ANCA-associate, plasmaferesi davvero utile?
Lupus, impiego antimalarici associato anche a riduzione rischio diabete di tipo 2
Artrite reumatoide, che impatto ha sulla guida di un'auto?
Artrite reumatoide e misurazione della fatigue nei trial clinici: verso un nuovo indice?
» PNEUMOLOGIA
Tabagisti: in Italia 11 milioni e mezzo con 80 mila morti per anno. Arrivano le linee guida per trattare la dipendenza dal fumo
Bronchiettasie, nuovo strumento per individuazione e caratterizzazione riacutizzazioni malattia
Tubercolosi anno di grazia 2019: i progressi relativi ai vaccini e alla terapia
Tosse, linee guida Usa per la sua gestione
L’attività fisica fa bene a tutti, agli asmatici ancora di più. Parte la campagna “#Ho l'asma e faccio sport”
Bpco, deficit vitamina D associato a peggioramento funzione polmonare
» ALTRI STUDI
Hiv, singola dose di anticorpi monoclonali impedisce trasmissione del virus da madre a figlio. Studio su animali
Hai un partner ottimista? Avrai una vita più sana
» BUSINESS
Daniela Poggio entra in Angelini Pharma come Global Communications Head
» VARIE
In Italia l’alcol uccide 40 mila persone l’anno. Per la disintossicazione ci sono dei farmaci, ma alto rischio ricadute
Coronavirus, Johnson & Johnson collabora con agenzia americana per accelerare lo sviluppo di un vaccino
Coronavirus: tra numeri ufficiali e incognite vietato abbassare la guardia



PRIMO PIANO

Emofilia e Atrofia muscolare spinale, la Fondazione Roche premia la ricerca innovativa e no profit

Sono stati premiati oggi, presso la prestigiosa Accademia Nazionale di San Luca a Roma, gli otto vincitori del Bando “Fondazione Roche per le persone con emofilia”, e i tre vincitori del Bando “Fondazione Roche per le persone con atrofia muscolare spinale (SMA)”.
leggi l'articolo »


INTERVISTE

Biopharma Network, la rete dei professionisti del pharma e del biotech

Promuovere la divulgazione della cultura, delle conoscenze e dei cambiamenti del pharma e del settore biotech. Sono questi i principali obiettivi del BioPharma Network, l'associazione che riunisce i manager dei settori farmaceutico e biotech e che vanta tra le sue fila una rete di più di 800 professionisti del settore.
L'abbiamo voluta conoscere da vicino attraverso la voce dei 3 fondatori: Domenico Guajana (Presidente di BioPharma Network e Country Commercial Lead di Alnylam), Michele Barletta (Vicepresidente di BioPharma Network; Sales & Marketing Lead presso Sanofi Genzyme) e Luca Simonato (Tesoriere e Segretario di BioPharma Network; General Manager di Inrete).
Li abbiamo intervistati a Milano durante il primo meeting annuale dell'associazione, un incontro ricco di spunti e che ha avuto una folta partecipazione.

guarda il video »


Emofilia e SMA: Fondazione Roche premia 11 associazioni a sostegno di innovazione e solidarietà

Fondazione Roche “vuole essere un ponte tra le Associazioni di pazienti e le istituzioni”, spiega la sua presidente, Mariapia Garavaglia, nel corso della cerimonia di premiazione delle undici realtà No-Profit che hanno vinto 200mila euro per realizzare servizi assistenziali dedicati alle persone con emofilia e Sma (atrofia muscolare spinale). L'abbiamo incontrata a Roma durante la cerimonia di premiazione all'Accademia di San Luca.
guarda il video »


Emofilia e Sma: Fondazione Roche e Sodalitas insieme per i servizi rivolti ai pazienti

E’ stata la Fondazione Sodalitas a valutare i migliori progetti per i servizi socio- assistenziali dedicati a persone con emofilia e SMA (atrofia muscolare spinale) presentati da Associazioni di Pazienti e No-Profit nell’ambito dei due bandi promossi dalla Fondazione Roche e premiati con 200mila euro. Ne parliamo con il responsabile marketing associativo dell’Ente indipendente, Massimo Ceriotti. Lo abbiamo incontrato durante la cerimonia di premiazione all’Accademia di San Luca, a Roma.

guarda il video »


Emofilia: nuovi servizi dalle associazioni di pazienti grazie al bando della fondazione Roche

Sono otto le Associazioni di pazienti ed Enti del No-Profit che si sono divisi i 120mila euro messi a disposizione dalla Fondazione Roche con il bando per realizzare servizi socio-assistenziali innovativi dedicati alle persone con emofilia. Ecco quattro dei progetti premiati all’Accademia Nazionale di San Luca, a Roma.
Ne abbiamo parlato con Marco Denaro (Associazione Emofilici Veronesi APS), Felicita Lucioni (Aves odv), Anna Fragomeno (Associazione regionale ligure affiliata alla federazione emofilici), Giovanni Filippozzi (Associazione Emofilici e Trombofilici del Friuli, Venezia Giulia Onlus) e Samanta Gallo (Associazione Bambini e Giovani con Emofilia ed altre Coagulopatie).

guarda il video »


SMA: nuovi servizi dalle associazioni di pazienti grazie al bando della Fondazione Roche

Tre Associazioni di Pazienti e realtà del No-Profit si sono aggiudicate il contributo di 80mila euro che la Fondazione Roche ha messo a disposizione con il bando per realizzare servizi sociosanitari-assistenziali rivolti alle persone con atrofia muscolare spinale. Ecco i progetti vincitori del bando SMA checi siamo fatti spiegare da Andrea Fabac (Associazione SMAILE Onlus), Simona Spinoglio (Associazione Famiglie SMA) e Nicoletta Madia (Fondazione Serena Onlus).
guarda il video »


Epidemiologia: chi sono i pazienti a rischio?

Qual è la prevalenza stimata delle infezioni sostenute da micobatteri non tubercolari (NTM) rispetto a quelle tubercolari e quali sono i pazienti a rischio? Lo abbiamo chiesto al dott. Pavilio Piccioni, Direttore della Struttura Complessa di Pneumologia presso l’ASL Città di Torino, che ha tenuto una relazione su questi temi in occasione di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)
guarda il video »


Progetto NTM-DARE: Obiettivi e modalità di realizzazione

Che cosa è il progetto NTM-DARE? Quali sono i suoi obiettivi e come si articola il progetto nelle sue fasi? Lo abbiamo chiesto a Stefano Aliberti, professore di Malattie dell'apparato respiratorio presso l’Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Policlinico, che abbiamo incontrato a Torino in occasione del primo degli eventi educativi macroregionali previsti nell’ambito del progetto.
guarda il video »


Diagnosi clinica di malattia polmonare sostenuta da NTM

Che cosa si intende per diagnosi clinica di malattia polmonare sostenuta da NTM e in quali pazienti bisogna sospettare la presenza di malattia? Lo abbiamo chiesto a Fulvio Braido, professore di Malattie Respiratorie presso l’Università degli Studi di Genova, che ha parlato di questi temi a Torino, in occasione di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)

guarda il video »


La fisioterapia respiratoria e la malattia da NTM-PD - Tiziana Iacomussi

Che cosa è la fisioterapia respiratoria ed è possibile ricorrervi in presenza di infezione sostenuta da NTM? Abbiamo approfondito l’argomento con al dr.ssa Tiziana Iacomussi, Direttrice della Struttura Complessa di Recupero e Rieducazione Funzionale di Torino, che ha parlato di questi temi in occasione di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)
guarda il video »


Pazienti con Fibrosi Cistica: diagnosi e screening

Perché è importante effettuare la diagnosi e lo screening per la presenza di micobatteri non tubercolari nei pazienti con fibrosi cistica? Lo abbiamo chiesto al dott. Federico Cresta, del Centro Fibrosi Cistica presso l’Istituto Giannina Gaslini di Genova, che ha parlato di questi temi in occasione di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)
guarda il video »


To treat or not to treat? I fattori da considerare nella scelta

Quali specie di NTM sono più frequentemente coinvolte nella malattia polmonare sostenuta da micobatteri non polmonari? E quanto sono importanti la condizione dell’ospite, la resa terapeutica, il timing e la qualità della vita nella scelta di trattamento di queste condizioni? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Paola Castellotti del Centro Regionale di Riferimento per la Tubercolosi e le micobatteriosi non tubercolari presso Villa Marelli, Ospedale Niguarda di Milano, che ha parlato di questi temi a Torino, in occasione di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)
guarda il video »


Terapia delle malattie polmonari da micobatteri non tubercolari

Abbiamo fatto il punto sulle opzioni terapeutiche attualmente disponibili per le malattie polmonari sostenute da micobatteri non tubercolari (terapia di prima linea, terapia delle recidive e delle forme resistenti) con Andrea Calcagno professore di Malattie Infettive presso l’Università di Torino, nel corso di uno degli eventi educativi macroregionali, denominati NTM-Dare Days, tenutosi nel capoluogo piemontese, nell’ambito del progetto NTM-Dare, finalizzato a creare prima e a migliorare poi, le conoscenze sulla malattia polmonare sostenuta da NTM (PD-NTM)
guarda il video »


Sport nell’adolescenza: perchè è importante. Ruolo della Società Italiana Medicina dell’Adolescenza

L’adolescenza è una delle fasi più critiche della vita nella quale lo sport ha un ruolo importantissimo non solo dal punto di vista fisico ma anche per facilitare lo sviluppo psicologico dei ragazzi. Ne abbiamo parlato con Dr.ssa Gabriella Pozzobon, Pediatra, presidente Società Italiana Medicina dell’Adolescenza (SIMA) e Dirigente Medico Senior Unità Operativa di Pediatria e Neonatologia, Ospedale S. Raffaele di Milano.
L’abbiamo incontrata a Roma presso il Ministero della Salute per un evento organizzato per promuovere la campagna informativa “Ho l'asma e faccio sport”.

guarda il video »


Asma e attività sportiva di alto livello: una combinazione possibile. L'esempio di Carlo Mornati

Carlo Mornati è un ex canottiere italiano, medaglia d'argento nel quattro senza ai Giochi olimpici di Sydney 2000 ed è l’attuale Segretario Generale del CONI. Avere l’asma non gli ha impedito di praticare sport ad altissimo livello e il suo è dunque un bellissimo esempio per tutti i giovani colpiti da questa patologia per affrontare la loro vita senza porsi dei limiti. Lo abbiamo incontrato a Roma presso il Ministero della Salute per un evento organizzato per promuovere la campagna informativa “Ho l'asma e faccio sport”.

guarda il video »


L'attività fisica fa bene a tutte le persone con asma. Parte la campagna "#Ho l'asma e faccio sport"

Anche nelle persone con asma, lo sport deve essere inteso come momento di salute e socializzazione. E' questo il messaggio che vuole promuovere la campagna social “Ho l'asma e faccio sport” (holasmaefacciosport.it) per sostenere il ruolo dell'attività fisica al fine di migliorare l'andamento clinico e la qualità di vita delle persone con asma.
Ne abbiamo parlato con Simona Barbaglia, presidente dell’associazione Respiriamo insieme, che abbiamo incontrato a Roma presso il Ministero della Salute per un evento organizzato per promuovere la campagna informativa.

guarda il video »


3 motivi per cui lo sport migliora il benessere fisico di chi soffre di asma

L’attività fisica ha un effetto positivo anche in chi è affetto da asma perché aumenta il consumo di ossigeno, riduce l’infiammazione bronchiale e riduce l’ipereattività brochiale. In una parola, lo sport migliora la qualità di vita delle persone con asma e le fa stare meglio.
E’ questo il messaggio di fondo della campagna social “Ho l'asma e faccio sport” (holasmaefacciosport.it) che intende promuovere per sostenere il ruolo dell'attività fisica per migliorare l'andamento clinico e la qualità di vita delle persone con asma. Ne abbiamo parlato con Gianna Camiciottoli, professoressa di malattie respiratorie Università degli Studi di Firenze che abbiamo incontrato a Roma presso il Ministero della Salute per un evento organizzato dall’ dell'Associazione Respiriamo Insieme per promuovere la campagna informativa.

guarda il video »


3 motivi per cui lo sport fa bene alla mente di chi soffre di asma

I risultati di numerosi studi mostrano come svolgere in maniera regolare un’attività sportiva, anche a basso impatto, migliori l’interazione sociale aumenti il senso di controllo, l’autostima, il livello di consapevolezza: si tratta di fattori psicologici che favoriscono sia l’adattamento a una malattia cronica come l’asma, sia la sua gestione a lungo termine.
Ce lo spiega Ilaria Baiardini, psicologa e psicoterapeuta, che abbiamo incontrato a Roma presso il Ministero della Salute per un evento organizzato dall'Associazione Respiriamo Insieme per promuovere la campagna informativa.

guarda il video »


MyHospitalHub, una piattaforma per far comunicare meglio medici e pazienti

Fissare le visite ambulatoriali, ricevere la terapia e gli aggiornamenti, comunicare con il proprio medico. E' questo l'obiettivo di MyHospitalHub una piattaforma che consente un costante contatto tra ospedali, medici e pazienti. Ne abbiamo parlato con il dr. Davide Bottalico Digital Healthcare & Innovation Director Takeda Italia

guarda il video »


Amiloidosi, cosa cambia per i pazienti con l'arrivo del primo farmaco biotech specifico per la malattia

Ci sono ancora diverse mancanze nella gestione dei pazienti con amiloidosi ereditaria da transtiretina. L'arrivo di una terapia innovativa come patisiran, che è oggi rimborsabile in Italia, potrà sicuramente migliorare la vita dei pazienti. Ne abbiamo parlato con Andrea Vaccari, presidente fAMY Onlus, Associazione Italiana Amiloidosi Familiare che abbiamo incontrato a Bologna durante la conferenza stampa "L'innovazione terapeutica per il trattamento delle malattie rare".

guarda il video »


Arriva il primo farmaco specifico per l'amiloidosi, ecco come funziona il patisitran

Patisiran è il primo agente terapeutico approvato a livello mondiale basato sulla tecnologia dell'RNA interference. Ha da pochi giorni ricevuto la rimborsabilità dal Servizio Sanitario Nazionale Italiano. Abbiamo cercato di capire come funziona questa innovativa terapia con il prof. Alberto Zambon, Dipartimento di Medicina-Università degli Studi di Padova che abbiamo incontrato a Bologna in occasione della conferenza stampa "L'Innovazione terapeutica per il trattamento delle malattie rare".

guarda il video »


DERMATOLOGIA

Perché alcune creme e cosmetici possono causare un'eruzione cutanea?
Le reazioni allergiche della pelle possono essere causate da molti diversi composti presenti nelle creme, nei cosmetici e altri prodotti a uso topico, ma secondo uno nuovo studio appena pubblicato sulla rivista Scienze Immunology alcune sostanze chimiche sostituirebbero i lipidi naturali cutanei per scatenare una dermatite allergica da contatto.
leggi l'articolo »

I pazienti con ittiosi hanno maggiori probabilità di avere depressione e ansia
L'effetto dell'ittiosi sulla salute mentale dei bambini e degli adulti, considerato il suo impatto sulla qualità di vita dei pazienti, porta a una maggiore prevalenza di depressione e ansia, secondo uno studio appena pubblicato sul Journal of American Academy of Dermatology.
leggi l'articolo »

Idrosadenite suppurativa, talvolta l’anticamera di un’artrite
I pazienti con idrosadenite suppurativa, una malattia dermatologica che può portare a enormi sofferenze fisiche e psicologiche, hanno un maggior rischio di sviluppare una artrite infiammatoria, secondo i risultati di uno studio di coorte basato sulla popolazione appena pubblicato sulla rivista JAMA Dermatology.
leggi l'articolo »

Acne, quali nuove soluzioni terapeutiche per i pazienti?
Per il trattamento dell'acne esistono già un gran numero di terapie più o meno efficaci, ma vi sono alcune importanti novità, alcune mutuate da trattamenti già utilizzati per altre condizioni, altre di nuova concezione e in fase di sviluppo. Se ne è parlato durante il 18th Annual South Beach Symposium (SBS) che si è da poco concluso a Miami, in Florida.
leggi l'articolo »

ITALIA

18 nuovi farmaci in commercio
Nuove specialità medicinali: Maoris. 16 nuovi farmaci equivalenti
leggi l'articolo »

3 cessate commercializzazioni
leggi l'articolo »

11 variazioni di prezzo
leggi l'articolo »

4 farmaci revocati
leggi l'articolo »

EMA

Malattie virali gravi, arriva la designazione PRIME dall'EMA per una immunoterapia a base di cellule T
L'Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha concesso oggi la designazione PRIME (PRIority MEdicines) ad una terapia a base di cellule T multi-virus specifiche allogeniche e pronte all'uso (ALVR105) per il trattamento di infezioni gravi da virus BK, citomegalovirus, herpesvirus umano 6, virus di Epstein Barr e/o adenovirus in pazienti sottoposti a trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (HSCT). 
leggi l'articolo »

CARDIO

Ipercolesterolemia familiare, conferme di sicurezza per evolocumab con un trattamento di oltre 4 anni
In giovani pazienti con ipercolesterolemia familiare, la sicurezza dell'avvio di un trattamento con evolocumab è stata confermata da dati relativi a un periodo superiore a 4 anni, il più esteso fino ad oggi mai pubblicato per qualsiasi inibitore del PCSK9 in questa popolazione di pazienti. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul “Journal of American College of Cardiology”.
leggi l'articolo »

Cosa fare quando convivono ipertensione e ipercolesterolemia? Arrivano le single pill combination
Trattare con la stessa compressa ipertensione e ipercolesterolemia. Oggi è possibile con le nuove single pill combination, associazioni di più principi attivi che vanno a curare due patologie diverse, come ipertensione e ipercolesterolemia che, quando associate, contribuiscono ad aumentare di molto il rischio cardiovascolare individuale del singolo paziente. 
leggi l'articolo »

Terapia ormonale in menopausa, da estrogeni orali e transdermici effetti diversi su depositi di grasso cardiaco
Differenti vie di somministrazione della terapia ormonale (HT) in menopausa possono influire sulla salute del cuore in modi differenti. È quanto emerge da uno studio pubblicato online su “Menopause”, la rivista della North American Menopause Society. In particolare, l'accumulo di grasso cardiaco è risultato più lento con l'impiego di estrogeni equini coniugati orali (o-CEE) rispetto all'uso di 17β-estradiolo transdermico (t-E2) in donne da poco entrate in menopausa.
leggi l'articolo »

Warfarin, qual è l'orario migliore di assunzione? Quello più comodo per il paziente. Studio canadese
L'ora del giorno in cui i pazienti assumono warfarin non ha alcun impatto statisticamente significativo né clinicamente importante sulla stabilità dell'effetto anticoagulante del farmaco, secondo i risultati di uno studio clinico randomizzato pubblicato su “Annals of Family Medicine”.
leggi l'articolo »

Prevenzione cardiovascolare, chi inizia l'uso di statine o antipertensivi adotta anche stili di vita più sani?
Nel momento in cui un paziente apprende di avere un rischio cardiovascolare sufficientemente elevato da dover iniziare un trattamento con una statina o un antipertensivo, spesso non si determina alcun impatto sulle sue scelte in termini di sani stili di vita. È quanto emerge dai risultati di uno studio – pubblicato sul “Journal of American Heart Association” – condotto su oltre 40.000 residenti in Finlandia seguiti per almeno 4 anni dopo l'avvio di un regime farmacologico di prevenzione primaria. 
leggi l'articolo »

DIABETE

Il grasso viscerale influisce sulla funzione cognitiva degli anziani con diabete?
Gli anziani con diabete di tipo 2 possono essere maggiormente a rischio di declino cognitivo se presentano un'area grassa viscerale elevata, anche se hanno un indice di massa corporea nella norma, secondo quanto emerso da uno studio su pazienti asiatici pubblicato sulla rivista Clinical Obesity.
leggi l'articolo »

Diabete di tipo 2, sottoanalisi dello studio CARMELINA conferma  sicurezza cardiovascolare e renale di linagliptin negli anziani 
I risultati di una sottoanalisi dello studio CARMELINA, pubblicati su Diabetes Obesity and Metabolism, dimostrano come linagliptin non aumenta il rischio di eventi avversi cardiovascolari, né di ipoglicemia, rispetto a placebo, nei pazienti anziani con diabete di tipo 2.
leggi l'articolo »

Future mamme con il diabete, minor aumento di peso con metformina
Le donne in gravidanza con diabete di tipo 2 o prediabete avevano un aumento di peso gestazionale significativamente inferiore se erano state esposte alla metformina in qualsiasi momento della loro gravidanza, senza differenze nel peso alla nascita del bambino o nell'ipoglicemia infantile postnatale, secondo una ricerca presentata al congresso della Society for Maternal-Fetal Medicine che si è tenuto a Las Vegas, in Nevada.
leggi l'articolo »

Obesità, rischio cardiometabolico legato alla circonferenza della vita più che al peso
Per una valutazione ottimale dei rischi cardiometabolici nei pazienti obesi, la misurazione della circonferenza della vita sembra essere anche più importante dell'indice di massa corporea, e dovrebbe far parte della pratica medica di routine. E' quanto emerge da un consensus statement pubblicato sulla rivista Nature Reviews Endocrinology.
leggi l'articolo »

La terapia ormonale sostitutiva può ritardare l'insorgenza del diabete?
Anche se la terapia ormonale sostitutiva durante la menopausa non è approvata per la prevenzione del diabete di tipo 2 a causa del suo complesso equilibrio di rischi e benefici, non dovrebbe essere negata alle donne che hanno un maggior rischio di sviluppare la malattia e che cercano un trattamento per i sintomi della menopausa.
leggi l'articolo »

GASTRONTEROLOGIA

Epatite C , €71,5 milioni stanziati per screening gratuiti. Approvato emendamento al mille proroghe
L'emendamento al mille proroghe, a prima firma di Elena Carnevali, è passato. Con questo provvedimento vengono stanziati 71,5 milioni di euro nel biennio 2020-2021 per introdurre lo screening gratuito necessario a individuare i potenziali malati di epatite C per l'eradicazione dell'HCV.
leggi l'articolo »

Epatite C, l'Italia arretra nella lotta all'infezione. Bisogna aggredire il sommerso
L'Italia finora si è distinta per risultati importanti nell'eliminazione dell'epatite C. Sono stati trattati più di 200mila soggetti ma resta ancora tanto da fare per l'eliminazione dell'infezione da HCV in Italia. E' in corso al Senato della Repubblica il convegno finale del progetto “CCuriamo” che ha riunito in un network più stretto gli attori coinvolti nella lotta all'Epatite C per fotografare la realtà italiana e dare una spinta a nuove strategie di identificazione del “sommerso”.
leggi l'articolo »

Encefalopatia epatica, trattare tempestivamente per ridurre i numeri 
Nonostante i super Farmaci anti Epatite, ancor oggi in Italia circa 200mila persone convivono con la Cirrosi Epatica e di questi ogni anno circa l'8% muore a causa di questa malattia. Il “Progetto Tiberino”, la nuova iniziativa ideata da Fadoi, la Federazione che riunisce gli Internisti Ospedalieri, con il contributo non condizionante di Alfasigma, si propone di realizzare Corsi in dieci città italiane che permettano all'Internista Ospedaliero migliore gestione clinica e un appropriato counseling quando il paziente cirrotico, in particolare con encefalopatia epatica, viene dimesso dall'Ospedale.
leggi l'articolo »

Malattie infiammatorie croniche intestinali, alti livelli di vedolizumab post induzione prevedono risultati positivi 
Elevati livelli di vedolizumab dopo l'induzione sono associati ad outcomes positivi dopo un anno di terapia. E' quanto evidenziano i risultati di uno studio italiano che ha coinvolto due centri nazionali di riferimento per le malattie infiammatorie croniche intestinali (IBDO) e che è stato pubblicato sulla rivista United European Gastroenterology Journal.
leggi l'articolo »

Dieta nei bambini con celiachia, poco equilibrata. Serve una consulenza dietetica.
Uno studio italiano mostra che la dieta dei bambini con celiachia è nutrizionalmente meno equilibrata rispetto a quella di bambini senza questa problematica, con un maggiore apporto di grassi e un minore apporto di fibre. Ciò evidenzia la necessità di una consulenza dietetica. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nutrients.
leggi l'articolo »

Dal Policlinico Gemelli una nuova formula nutrizionale per pazienti con Crohn e colite ulcerosa
Un prodotto concepito e studiato per le specifiche esigenze nutrizionali di chi è affetto da malattie infiammatorie croniche intestinali. Parliamo di un Alimento a Fini Medici Speciali (AFMS), denominato Gemelli Health MICI/IBD, che è stato presentato nei giorni scorsi a Roma e che è appositamente formulato per la gestione dietetica dei pazienti con rettocolite ulcerosa o malattia di Crohn che sono spesso soggetti a riduzione dell'appetito, malnutrizione, sindromi da malassorbimento e diarrea. 
leggi l'articolo »

DOLORE

Dipendenza da oppiacei: in Italia 350mila casi. In arrivo farmaci più “smart”
Pur in presenza di servizi e trattamenti adeguati, su 1,5 milioni di pazienti, in Europa, sofferenti da dipendenza da oppiacei, il 50% non riesce ad accedere alle cure. In Italia l'utenza arriva ai servizi con una latenza di, addirittura, otto anni. Troppo tempo perso, visto che la prognosi (vale a dire la previsione sul decorso e l'esito del quadro clinico) è legata in modo direttamente proporzionale all'accesso ai percorsi di cura: più l'intervento è precoce migliore è la prognosi.
leggi l'articolo »

Cefalea a grappolo, raddoppia i giorni di assenza dal lavoro
Uno studio recentemente pubblicato su Neurology evidenzia che le persone con cefalea a grappolo richiedono il doppio del numero di giorni di malattia e quindi assenza dal lavoro rispetto alle persone senza questo disturbo doloroso e invalidante. E’ quanto riportato su Neurology, la rivista dell'American Academy of Neurology.
leggi l'articolo »

Come scegliere l'antidolorifico adatto? Una revisione americana mette sul piatto della bilancia rischi e benefici
Circa 29 milioni di americani usano farmaci antinfiammatori non steroidei da banco (FANS) per curare il dolore. Ogni anno negli Stati Uniti, al'uso di FANS sono attribuiti circa 100.000 ricoveri e 17000 decessi. Inoltre, la Food and Drug Administration ha recentemente rafforzato il suo avvertimento sui rischi da FANS non aspirinici su infarti e ictus. Ogni antidolorifico da banco e su prescrizione presenta benefici e rischi, decidere quale utilizzare è complicato per gli operatori sanitari e i loro pazienti. In una revisione sistematica della letteratura pubblicata su Journal of Cardiovascular Pharmacology and Therapeutics sono stati evidenziati i pro e i contro di vari farmaci antidolorifici sottolineando che questi farmaci spesso migliorano la qualità generale della vita grazie alla diminuzione del dolore o delle sindromi dolorose muscoloscheletriche.
leggi l'articolo »

Dolore cronico, cosa succede se aumentiamo la dose di oppiacei?
Aumentare le dosi di oppiacei nei pazienti con dolore cronico non sembra migliorare il dolore. E' quanto evidenziano i risultati di uno studio americano sui veterani pubblicato su Pain. I ricercatori dei sistemi sanitari centrali del Veteran Affairs dell'Arkansas e di Minneapolis e di tre Università hanno esaminato i dati di prescrizione di oltre 50.000 pazienti che assumevano oppioidi. 
leggi l'articolo »

Carenza di vitamina D in post-menopausa associata a degenerazione del disco intervertebrale e dolore lombare
Un nuovo studio dimostra che la carenza di vitamina D, il fumo, l'alto indice di massa corporea (IMC) e l'osteoporosi sono fattori di rischio per la lombalgia. I risultati dello studio sono stati pubblicati online su Menopause, la rivista della North American Menopause Society (NAMS).
leggi l'articolo »

NEUROLOGIA

Parkinson e disturbi correlati, assistenza standard e cure palliative ambulatoriali a confronto
Uno studio pubblicato online su “JAMA Neurology” evidenzia che le cure palliative (PC) ambulatoriali sono associate a benefici nei pazienti con malattia di Parkinson e disturbi correlati (PDRD) rispetto alla sola terapia standard.
leggi l'articolo »

Sclerosi multipla, qual è la migliore frequenza di somministrazione per glatiramer acetato?
Pubblicati online su “Multiple Sclerosis and Related Disorders”, i dati della fase di estensione dello studio CONFIDENCE su pazienti con sclerosi multipla recidivante remittente (RRMS) mostrano che i benefici associati al trattamento con glatiramer acetato 40 mg/mL tre volte alla settimana (GA40 TIW) in termini di soddisfazione per il farmaco, percezione della comodità del trattamento, cambiamenti sintomatici nell'impatto della fatigue e nello stato di salute mentale, e adesione al trattamento sono stati mantenuti nel corso di un periodo osservazione di 12 mesi.
leggi l'articolo »

Depressione post-ictus, ancora poche prove per la scelta della migliore opzione terapeutica
La scelta della migliore opzione terapeutica per la depressione post-ictus rimane più empirica che scientifica, essendoci poche prove a supporto di un approccio terapeutico rispetto a un altro nelle ricerche più recenti, secondo una nuova revisione Cochrane.
leggi l'articolo »

Amiloidosi ereditaria da transtiretina, patisiran rimborsabile per il paziente italiano. La parola all'esperto, il prof. Claudio Rapezzi
L'amiloidosi ereditaria da transtiretina è una malattia genetica che in passato si pensava avesse solo natura neurologica. Oggi sappiamo che il fenotipo misto (neurologico più cardiologico) è il più diffuso e che è necessario diagnosticare più precocemente possibile la malattia per iniziare subito un trattamento con terapie innovative. Anche il paziente italiano, infatti, ha la possibilità di essere trattato con patisiran, terapia basata sull' RNA interference che è ora anche rimborsabile dal Servizio Sanitario Nazionale. Abbiamo cercato di capire meglio a cosa è dovuta la malattia, come si manifesta e come oggi è possibile bloccare la sua evoluzione grazie a questa nuova molecola con il prof. Claudio Rapezzi dell'Università di Ferrara che abbiamo incontrato a Bologna durante la conferenza stampa “L'innovazione terapeutica per il trattamento delle malattie rare”.
leggi l'articolo »

ONCOLOGIA-EMATOLOGIA

I giovani sopravvissuti al cancro avranno più problemi di salute in età avanzata
I sopravvissuti a un cancro diagnosticato durante l'adolescenza o nella prima età adulta (tra i 15 e i 20 anni) sono a maggior rischio di morte prematura rispetto alla popolazione generale. E' quanto emerge da uno studio osservazionale condotto su oltre 10mila pazienti affetti da cancro provenienti da 27 istituzioni accademiche negli Stati Uniti e in Canada, pubblicato su The Lancet Oncology che conferma come essi presentino un rischio elevato di condizioni gravi o pericolose per la vita rispetto a un gruppo di controllo di fratelli e sorelle. 
leggi l'articolo »

Tumore della prostata resistente alla castrazione non metastatico, enzalutamide allunga la vita
L’antiandrogeno enzalutamide aggiunto alla terapia di deprivazione androgenica (ADT) migliora in modo significativo la sopravvivenza globale (OS) rispetto alla sola ADT (più un placebo) nei pazienti con cancro alla prostata non metastatico resistente alla castrazione. Lo dimostrano i risultati dell'analisi finale dell’OS dello studio di fase 3 PROSPER.
leggi l'articolo »

Sarcomi dei tessuti molli, la radioterapia potrebbe passare da 5 settimane a 5 giorni senza perdita di efficacia
Un nuovo studio condotto dai ricercatori dell'UCLA Jonsson Comprehensive Cancer Center ha scoperto che il trattamento del sarcoma dei tessuti molli con radioterapia somministrata per un periodo di tempo significativamente più breve è probabilmente altrettanto efficace quanto un ciclo di trattamento convenzionale molto più lungo.
leggi l'articolo »

Linfomi e leucemie: in Humanitas una CAR T unit per la nuova terapia cellulare
Un team multidisciplinare composto da professionisti altamente specializzati e  uno sportello dedicato ai pazienti per una valutazione dei candidati al trattamento con l’innovativa terapia cellulare.
leggi l'articolo »

Cancro al seno triplo negativo, pembrolizumab centra l'end point in fase III
I risultati di un'analisi intermedia dello studio di Fase III KEYNOTE-355 hanno dimostrato che l'aggiunta di pembrolizumab alla chemioterapia ha significativamente prolungato la sopravvivenza libera da progressione (PFS), uno dei due endpoint primari dello studio, rispetto alla sola chemioterapia in pazienti con tumore al seno metastatico triplo negativo (TNBC) i cui tumori esprimevano PD-L1 con un punteggio positivo combinato (CPS) di almeno 10. 
leggi l'articolo »

Cancro del polmone, Novartis deposita la domanda di registrazione per l’anti MET capmatinib
Novartis ha annunciato che l’Fda ha concesso la revisione prioritaria alla domanda presentata da Novartis per l'approvazione del farmaco sperimentale capmatinib come trattamento di prima linea per i pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato o metastatico che presentano una mutazione dell'esone 14 di MET (METex14) e precedentemente trattati.
leggi l'articolo »

ARTHRITIS

Vasculiti ANCA-associate, plasmaferesi davvero utile?
La plasmaferesi non riduce l'incidenza di morte o progressione a nefropatia allo stadio finale in pazienti con vasculiti ANCA-associate, complicate da disfunzione renale o emorragia polmonare. Questo uno dei messaggi principali provenienti da uno studio clinico randomizzato multicentrico, pubblicato su NEJM (1), che probabilmente avrà ripercussioni sulla pratica clinica di questi pazienti. Lo studio ha anche dimostrato la non inferiorità di un trattamento con glucocorticoidi a dosi ridotte in luogo delle dosi standard.
leggi l'articolo »

Lupus, impiego antimalarici associato anche a riduzione rischio diabete di tipo 2
I pazienti con lupus che seguono un trattamento a base di farmaci antimalarici per curare questa condizione, mostrano anche un rischio più basso (-39%) di sviluppare diabete di tipo 2 rispetto a quelli che interrompono il trattamento con questi farmaci. E’ questa la conclusione di uno studio pubblicato su Arthritis Care & Research che, a detta degli autori, è il primo ad aver valutato l’associazione esistente tra la mancata aderenza ai farmaci antimalarici nel lupus e un outcome clinico, il diabete di tipo 2 nello specifico.
leggi l'articolo »

Artrite reumatoide, che impatto ha sulla guida di un'auto?
Stando ad una review pubblicata su Arhtritis Care and Research che ha recensito la letteratura esistente sull'argomento, i pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) soffrono spesso di difficoltà alla guida e necessitano di ausili ad hoc. La conclusione dei ricercatori è che la guida dell'auto rappresenta uno dei tanti problemi che limitano l'indipendenza funzionale dei pazienti affetti dalla malattia, con tutte le conseguenze in termini di qualità della vita, produttività lavorativa e fattori correlati, che andrebbero tenuti presenti anche nella progettazione ergonomica degli autoveicoli.
leggi l'articolo »

Artrite reumatoide e misurazione della fatigue nei trial clinici: verso un nuovo indice?
Un recente studio ha documentato la possibilità di convertire le misure dell'astenia in pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) dall'indice attualmente in uso FACIT-F (the Functional Assessment of Chronic Illness Therapy-Fatigue) al nuovo indice validato PROMIS (the Patient-Reported Outcomes Measurement Information System Fatigue), in grado di intercettare meglio il percepito del paziente relativo a questo sintomo comune nell'AR. Lo studio, pubblicato su Arthritis Care & Research, ha dimostrato la facilità di conversione tra le due misure in pazienti trattati con baricitinib per l'AR.
leggi l'articolo »

PNEUMOLOGIA

Tabagisti: in Italia 11 milioni e mezzo con 80 mila morti per anno. Arrivano le linee guida per trattare la dipendenza dal fumo
Poco dopo l'entrata in vigore della Legge Sirchia, che nel gennaio di quindici anni fa vietava il fumo nei luoghi pubblici chiusi e privati aperti al pubblico, i fumatori in Italia erano diminuiti sensibilmente, ma oggi i tabagisti sono ancora 11 milioni e 600 mila, contro i 12 milioni e 570 mila del 2005: circa un milione in meno. Le stime arrivano da un rapporto Doxa, commissionato dall'Istituto Superiore di Sanità. 
leggi l'articolo »

Bronchiettasie, nuovo strumento per individuazione e caratterizzazione riacutizzazioni malattia
E' individuato con l'acronimo BEST (the Bronchiectasis Exacerbation and Symptoms Tool), ed è un nuovo diario messo a punto per intercettare e caratterizzare gli episodi di riacutizzazione di bronchiettasie. Ora, uno studio pubblicato su Respiratory Research ha dimostrato la validità di questo diario in concomitanza con altri questionari validati per la valutazione dello stato di salute, risultando responsivo sia all'insorgenza che nella fase di recupero da un evento di riacutizzazione.
leggi l'articolo »

Tubercolosi anno di grazia 2019: i progressi relativi ai vaccini e alla terapia
Il 2019 verrà ricordato come un anno importante nella lotta senza sosta al debellamento della tubercolosi. Ne è convinto il prof. Anthony Fauci, Direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), che ha supervisionato un editoriale pubblicato sulla rivista The Journal of Infectious Diseases.
leggi l'articolo »

Tosse, linee guida Usa per la sua gestione
Sono state pubblicate su CHEST le nuove raccomandazioni dell'American College of Chest Physicians (ACCP) relative alla misurazione non invasiva dell'infiammazione a carico delle vie aeree respiratorie e alla gestione della tosse associata ad asma o a bronchite non asmatica eosinofilica.
leggi l'articolo »

L’attività fisica fa bene a tutti, agli asmatici ancora di più. Parte la campagna “#Ho l'asma e faccio sport”
Nel mondo sono circa 300 milioni e in Italia superano i 2 milioni e mezzo le persone che soffrono di asma, E' rivolto proprio a loro il messaggio che la campagna social “Ho l'asma e faccio sport” (holasmaefacciosport.it) vuole promuovere per sostenere il ruolo dell'attività fisica per migliorare l'andamento clinico e la qualità di vita delle persone con asma.
leggi l'articolo »

Bpco, deficit vitamina D associato a peggioramento funzione polmonare
Livelli deficitari di 25(OH)D nel sangue di pazienti affetti da Bpco si associano a peggioramento della funzione polmonare e a riacutizzazione di malattia. Lo ribadiscono i risultati di uno studio recentemente pubblicato su CHEST che sembrerebbero suggerire un vantaggio del ricorso alla supplementazione vitaminica D di questi pazienti.
leggi l'articolo »

ALTRI STUDI

Hiv, singola dose di anticorpi monoclonali impedisce trasmissione del virus da madre a figlio. Studio su animali
Una singola dose di un trattamento a base di anticorpi può impedire la trasmissione del virus dell’HIV da madre a figlio. E’ quanto emerge da un recente studio americano che ha scoperto che i cuccioli di rhesus macachi non sviluppano SIV (Virus di immunodeficienza delle scimmie) se ricevono una singola dose di un cocktail di anticorpi neutralizzanti (bNAbs), entro 30 ore dall’esposizione al virus. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Nature Communications
leggi l'articolo »

Hai un partner ottimista? Avrai una vita più sana
Una ricerca della Michigan State University ha scoperto che coloro che sono ottimisti contribuiscono alla salute dei loro partner, e, quando invecchiano insieme, possono ridurre i fattori di rischio che portano al morbo di Alzheimer, alla demenza e al declino cognitivo. Progetto: PHARMASTAR Lista Nuovo Utente: Danilo Magliano Gruppo: Admin Pharmastar Lingua: Italiano Ora: 0:54.03 Ultimo login: 10.02.2020, 22:37.32 La scienza ora sostiene il detto: "moglie felice, vita felice". Una ricerca della Michigan State University ha scoperto che coloro che sono ottimisti contribuiscono alla salute dei loro partner, e, quando invecchiano insieme, possono ridurre i fattori di rischio che portano al morbo di Alzheimer, alla demenza e al declino cognitivo.
leggi l'articolo »

BUSINESS

Daniela Poggio entra in Angelini Pharma come Global Communications Head 
Daniela Poggio entra in Angelini Pharma nel nuovo ruolo di Global Communications Head, a diretto riporto del CEO Pierluigi Antonelli, con l'obiettivo di potenziare le attività di comunicazione esterna, i rapporti con la stampa, i social network, e la comunicazione interna sia in Italia che nelle geografie in cui Angelini Pharma è presente. Nel suo ruolo, Daniela Poggio farà parte del “Leadership Team”, il comitato esecutivo di Angelini Pharma.
leggi l'articolo »

VARIE

In Italia l’alcol uccide 40 mila persone l’anno. Per la disintossicazione ci sono dei farmaci, ma alto rischio ricadute
Sono 35 milioni gli italiani dagli 11 anni in poi che consumano bevande alcoliche (78,1% sono uomini, 35,5% donne) e di questi 8,6 milioni con una modalità a «forte rischio». A preoccupare di più i minorenni, i giovani fino a 24 anni e gli anziani. 
leggi l'articolo »

Coronavirus, Johnson & Johnson collabora con agenzia americana per accelerare lo sviluppo di un vaccino
Johnson & Johnson ha reso noto martedì che sta collaborando con la US Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA), un'agenzia del Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani, per accelerare lo sviluppo di un vaccino contro il coronavirus, che è anche conosciuto come 2019-nCoV ed è ora denominato COVID-19. 
leggi l'articolo »

Coronavirus: tra numeri ufficiali e incognite vietato abbassare la guardia
La fondazione GIMBE analizza i casi confermati dall'Organizzazione mondiale della sanità e con alcune infografiche offre un quadro aggiornato e completo a decisori, professionisti sanitari, cittadini e media. ad oggi l'epidemia appare confinata in Cina e la sua diffusione nel resto del mondo è ben controllata: per ogni 1.000 casi in Cina, 8 nel resto del mondo di cui 1 in Europa. Sull'affidabilità dei numeri ufficiali pesano però alcune incognite: sottostima dei casi in Cina, assenza di segnalazioni dall'Africa per mancanza dei kit diagnostici, inquietante silenzio dal Sud-America. Cruciale mantenere tutte le misure di massima precauzione perchè la tutela della salute viene prima di tutto.
leggi l'articolo »



PharmaStar Registrazione al Tribunale di Milano n° 516 del 6 settembre 2007 Direttore Responsabile: Danilo Magliano;
Copyright ©MedicalStar™ via San Gregorio, 12 20124 Milano tel. 02 29404825 info@pharmastar.it P.Iva: 09529020019
Senza autorizzazione è vietata la riproduzione anche parziale. Condizioni di utilizzo | Privacy