17 gennaio 2021
  
2

COVID-19| Italia| Ortopedia e Reumatologia| Ema| Fda| Cardio| Dermatologia| Diabete| Gastroenterologia| Dolore| Neurologia| Oncologia-Ematologia| Pneumologia| Altri Studi| Business| Contattaci


SOMMARIO DI QUESTO NUMERO

» INTERVISTE
Prof. Saggese: Il decalogo della vitamina D per il pediatra
Prof. Matucci Cerinic: Interstiziopatia polmonare associata a malattia reumatica
» COVID-19
Pfizer riduce temporaneamente la produzione del vaccino Covid. Si prepara ad aumentarla a 2 miliardi di dosi
Vaccino COVID-19 di Janssen, sul Nejm i dati ad interim di Fase 1/2a. Con una sola dose induce risposta immunitaria
Coronavirus: risalgono tutte le curve. Vaccino non è soluzione immediata: serve lockdown
Ema ha ricevuto la richiesta di autorizzazione del vaccino COVID-19 di AstraZeneca
Vaccino Covid di Moderna: dai farmacisti ospedalieri le istruzioni di utilizzo
» ARTHRITIS
Fratture vertebrali e severità e prognosi Covid-19: studio italiano individua legame
Artrite reumatoide e rischio fratture osteoporosi, valutare i rischi benefici se in trattamento con glucocorticoidi e inibitori di pompa protonica
Artrite reumatoide, ruolo del microbioma nella risposta a metotressato
Lupus, livelli ematici elevati di idrossiclorochina e rischio trombotico: quale relazione?
Osteoporosi: denosumab, nel lungo termine, non peggiora funzione renale in pazienti nefropatiche
» FDA
L'Fda approva il trastuzumab deruxtecan per gli adenocarcinomi gastrici HER2+
» CARDIO
Insufficienza cardiaca a ridotta frazione di eiezione, una consensus aggiornata ACC inserisce sacubitril/valsartan e inibitori SGLT2 
Fibrillazione atriale con malattia renale cronica, apixaban può offrire migliori esiti renali a lungo termine rispetto a warfarin
Cardioprotezione da colesterolo-HDL associata a minor rischio di calcificazione aortica
Rischio di eventi cardiovascolari ridotto con colchicina in pazienti con diabete e recente infarto del miocardio
» DIABETE
Diabete di tipo 2, bimagrumab favorisce la perdita di peso e migliora i parametri metabolici
Covid-19 e diabete, metformina riduce il rischio di decesso
Dompé arruola primo paziente in studio di fase III con ladarixin. Potrebbe invertire esordio del diabete di tipo 1
» GASTROENTEROLOGIA
Gravità del Covid-19, importante ruolo del microbiota intestinale
Insufficienza epatica acuta su cronica, quanto è diffusa a livello globale?
Fumo attivo e passivo nei pazienti con Crohn e colite ulcerosa, rischio aumentato di cancerogenesi
» DOLORE
Stanchezza, mal di testa e malessere generale tra i sintomi più frequenti nei pazienti “long Covid”
Farmaci antinfiammatori non steroidei, quale effetto sulle infezioni da virus respiratori?
Fibromialgia, quali differenze tra i due sessi?
» NEUROLOGIA
Disturbo bipolare, la mancata risposta al litio è correlata al deficit di espressione di un gene specifico
Sclerosi multipla, effetti benefici su tasso di recidive e progressione della disabilità dall'esposizione ai farmaci immunomodulanti per oltre 15 anni
Alzheimer, promettenti i dati di donanemab di Lilly: rallenta di oltre il 30% il declino clinico
» ONCOLOGIA-EMATOLOGIA
Tumore del seno: la gravidanza dopo la malattia è sicura. Serve una rete di oncofertilità
Emofilia B, nuove speranze di cura da una terapia genica altamente efficace e sicura. #ASH20
Carcinoma mammario metastatico HER2+/HER2-low, promettente la combinazione trastuzumab deruxtecan-immunoterapia. #SABCS20
Tumori ginecologici: cosa chiedere al medico al momento della diagnosi. Scarica la guida di ACTO
Tumore al seno triplo negativo metastatico, beneficio di sacituzumab govitecan indipendente da espressione di Trop-2 e metastasi cerebrali. #SABCS20
Novartis si assicura tislelizumab, anti PD-1 della cinese BeiGene. Accordo da $1,55 mld
» PNEUMOLOGIA
Treprostinil per inalazione centra obiettivo in trial su pazienti con ipertensione polmonare pre-capillare associata a interstiziopatia polmonare
Asma, l'età alla diagnosi influenza la remissione di malattia
Fibrosi cistica e infezione da P. aeruginosa, bene aztreonam lisina per via inalatoria nelle riacutizzazioni polmonari
Saturimetri affidabili nelle persone di etnia afro-americana?
» ALTRI STUDI
Gestione clinica del Covid-19, utilità di remdesivir e realtà clinica lombarda #SIMIT2020
Covid-19, qual è l’impatto sulle persone con HIV dal punto di vista clinico e assistenziale?#SIMIT2020
Covid-19, quali pazienti possono beneficiare dell’uso di remdesivir? #SIMIT2020
HIV, ridurre il numero di nuove infezioni e trattare al meglio le esistenti. #SIMIT2020
Remdesivir nel trattamento del Covid-19, cosa dicono le linee guida? #SIMIT2020
Polmoniti e altre infezioni da batteri Gram negativi, il corretto place in therapy dei nuovi farmaci. #SIMIT2020
Rapid ART nell'HIV, un nuovo approccio terapeutico per accelerare la soppressione virale #SIMIT2020
HIV, quale trattamento per la rapid initiation della terapia? #SIMIT2020
Con remdesivir 17mila ricoveri COVID in terapia intensiva in meno e 7mila morti evitate in 5 mesi: simulazione di economisti italiani
Infezioni da batteri gram negativi, i punti caratterizzanti l'appropriatezza terapeutica #SIMIT2020
» BUSINESS
Gilead, con nuovo accordo punta alla cura funzionale dell'epatite B cronica 
Bluebird bio si fa in due e separa il business oncologico dalle terapie geniche
Sanofi si rafforza in immunologia e fa sua la biotech  Kymab. Accordo da $1,4 mld 
» VARIE
Trombocitopenia immune, monitoraggio emocromo a casa del paziente con progetto Novartis
Verso una ripresa della formazione ECM residenziale, servirebbe vaccinare anche i Provider
» DIGITAL MEDICINE
Terapie Digitali, un'opportunità per l'Italia. Il punto in volume di 208 pagine
Telemedicine R-evolution, un progetto per la digitalizzazione in sanità
Robotica per la salute, tre progetti per il recupero delle funzionalità motorie in persone amputate
Recovery Plan, Fondazione Italia in Salute: “Fondi siano usati per digitalizzare la sanità pubblica”
Sclerosi Multipla: Virtual Nurse, il servizio di supporto a distanza di Merck
Medicina digitale, la start up italiana PatchAi riceve fondi per €1,7 mln per espandersi a livello internazionale


INTERVISTE

Il decalogo della vitamina D per il pediatra

Il 60% dei bambini italiani presenta una una carenza di vitamina D. Una percentuale molto alta che deve far riflettere i clinici. Per questo motivo, la Società italiana di Pediatria preventiva e sociale (Sipps) ha elaborato il decalogo della Vitamina D, pensato come guida pratica e sintetica per il pediatra.

Ce lo spiega il Prof. Giuseppe Saggese, Ordinario di Pediatria all'Università di Pisa, già Presidente della Società Italiana di Pediatria.

guarda il video »


Interstiziopatia polmonare associata a malattia reumatica autoimmune: nuove cure in arrivo

Con il prof Marco Matucci Cerinic, Ordinario di reumatologia all'Università degli Studi di Firenze, abbiamo fatto il punto sul collegamento fra fibrosi polmonare e malattie reumatiche e ci siamo fatti spiegare la complessità nell'inquadramento diagnostico di questi pazienti.
Il clinico ci ha anche spiegato come si fa a fare una diagnosi precoce in quei pazienti che sviluppano una complicanza polmonare e ci ha parlato anche delle nuove cure in arrivo.

guarda il video »


COVID-19

Pfizer riduce temporaneamente la produzione del vaccino Covid. Si prepara ad aumentarla a 2 miliardi di dosi
L'azienda farmaceutica statunitense Pfizer ha confermato venerdì che ridurrà temporaneamente le consegne in Europa del suo vaccino COVID-19, perché sta aggiornando gli impianti per portare la sua capacità produttiva a 2 miliardi di dosi all'anno.
leggi l'articolo »

Vaccino COVID-19 di Janssen, sul Nejm i dati ad interim di Fase 1/2a. Con una sola dose induce risposta immunitaria
Pubblicati sul New England Journal of Medicine i dati ad interim di Fase 1/2a che dimostrano che il candidato vaccino sperimentale a dose singola contro il COVID-19 (JNJ-78436735) sviluppato da Janssen, azienda farmaceutica del gruppo Johnson & Johnson, ha fornito una risposta immunitaria di almeno 71 giorni, durata di tempo misurata in questo studio, su partecipanti di età compresa tra i 18 e i 55 anni. 
leggi l'articolo »

Coronavirus: risalgono tutte le curve. Vaccino non è soluzione immediata: serve lockdown
Il monitoraggio della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 6–12 gennaio l’incremento dei nuovi casi e la risalita delle curve di ricoveri con sintomi e terapie intensive, entrambe sopra soglia di saturazione in metà delle regioni. Salgono ancora i decessi. Rischioso puntare tutto sul vaccino: serve un’immediata e rigorosa stretta per evitare un anno di difficile convivenza con il virus, con ospedali ciclicamente al limite del collasso, continue strette e allentamenti e un aumento inesorabile dei decessi.
leggi l'articolo »

Ema ha ricevuto la richiesta di autorizzazione del vaccino COVID-19 di AstraZeneca. Decisione attesa entro il 29 gennaio
L'Ema ha ricevuto una richiesta di autorizzazione all'immissione in commercio condizionata (CMA) per un vaccino COVID-19 sviluppato da AstraZeneca e dall'Università di Oxford. La valutazione del vaccino procederà secondo una tempistica accelerata. Un parere sull'autorizzazione all'immissione in commercio potrebbe essere emesso entro il 29 gennaio durante la riunione del comitato scientifico per i medicinali per uso umano (Chmp) dell'Ema,
leggi l'articolo »

Vaccino Covid di Moderna: dai farmacisti ospedalieri le istruzioni di utilizzo e come contrastare usi illegittimi
Istruzioni per il nuovo vaccino di Moderna, appena approvato, e contrasto all'utilizzazione illegittima o criminosa dei vaccini in sinergia con l'Assessorato alla Sanità della Regione Lazio: sono i due messaggi che la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie – SIFO lancia oggi agli operatori e alle istituzioni del Servizio Sanitario.
leggi l'articolo »

ARTHRITIS

Fratture vertebrali e severità e prognosi Covid-19: studio italiano individua legame
Le fratture vertebrali potrebbero fungere da marker clinico utile di fragilità e di prognosi sfavorevole nei pazienti affetti da Covid-19. E’ quanto dimostrano i risultati di uno studio tutto italiano, coordinato dal prof. Andrea Giustina (IRCCS, Ospedale S Raffaele, Milano), recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista JCEM, che suggerisce una valutazione radiografica vertebrale morfometrica in tutti i pazienti con sospetto di malattia da infezione da SARS-Cov-2.
leggi l'articolo »

Artrite reumatoide e rischio fratture osteoporosi, valutare i rischi benefici se in trattamento con glucocorticoidi e inibitori di pompa protonica
Stando ad uno studio retrospettivo inglese pubblicato su ARD, assumere glucocorticoidi orali (GC) e inibitori di pompa protonica (PPI) esporrebbe ad un maggior rischio di sviluppo di fratture osteoporotiche pazienti affetti da artrite reumatoide (AR)
leggi l'articolo »

Artrite reumatoide, ruolo del microbioma nella risposta a metotressato
I risultati di uno studio pubblicato su Arthritis & Rheumatology suggeriscono la possibilità di predire la mancanza di risposta a MTX in pazienti con artrite reumatoide (AR) all'esordio, individuando nel microbioma intestinale un possibile strumento prognostico e un possibile target ulteriore della terapia dell'AR.
leggi l'articolo »

Lupus, livelli ematici elevati di idrossiclorochina e rischio trombotico: quale relazione?
Il mantenimento di livelli medi di idrossiclorochina nel sangue >1.068 ng/ml riduce in modo significativo il rischio trombotico in pazienti adulti con lupus eritematoso sistemico. Questi i risultati principali di uno studio osservazionale condotto su 739 pazienti e recentemente pubblicato su Arthritis & Rheumatology.
leggi l'articolo »

Osteoporosi: denosumab, nel lungo termine, non peggiora funzione renale in pazienti nefropatiche
Il trattamento con denosumab riduce l’incidenza di fratture e, nel lungo termine, non induce progressione del deterioramento della funzione renale in donne con osteoporosi affette anche da nefropatia cronica (CKD) di grado lieve-moderato. La conferma viene dall’analisi post—hoc dei dati provenienti dalla fase di estensione di uno studio di fase 3 FREEDOM, in doppio cieco, recentemente pubblicata su JCEM.
leggi l'articolo »

FDA

L'Fda approva il trastuzumab deruxtecan per gli adenocarcinomi gastrici HER2+
leggi l'articolo »

CARDIO

Insufficienza cardiaca a ridotta frazione di eiezione, una consensus aggiornata ACC inserisce sacubitril/valsartan e inibitori SGLT2 
L'American College of Cardiology (ACC) ha pubblicato una guida riveduta per ottimizzare il trattamento dei pazienti con insufficienza cardiaca (HF) con frazione di eiezione ridotta (HFrEF). Il testo – pubblicato online sul “Journal of the American College of Cardiology” (JACC) - aggiorna un documento di consenso simile del 2017, focalizzandosi sulle recenti acquisizioni scientifiche e sulle importanti questioni incentrate sul paziente.
leggi l'articolo »

Fibrillazione atriale con malattia renale cronica, apixaban può offrire migliori esiti renali a lungo termine rispetto a warfarin
Per i pazienti con fibrillazione atriale (AF) non valvolare, i risultati di uno studio - pubblicato online sull' “American Journal of Kidney Diseases” (AJKD) - hanno mostrato che il trattamento con apixaban era associato a un rischio inferiore di progressione della malattia renale cronica (CKD) rispetto al warfarin.
leggi l'articolo »

Cardioprotezione da colesterolo-HDL associata a minor rischio di calcificazione aortica, correlazione influenzata dai livelli di estradiolo in menopausa
Elevati livelli di colesterolo HDL da soli potrebbero non essere cardioprotettivi per le donne di mezza età in quanto l'estradiolo può influenzare il rischio di malattie cardiovascolari, secondo i dati dello studio SWAN Heart, pubblicati online su “Menopause”.
leggi l'articolo »

Rischio di eventi cardiovascolari ridotto con colchicina in pazienti con diabete e recente infarto del miocardio
I pazienti con diabete e infarto del miocardio recente hanno un ridotto rischio di primi eventi cardiovascolari ed eventi cardiovascolari totali con colchicina rispetto al placebo, secondo nuovi dati dello studio COLCOT, di cui è stata presentato un'analisi post-hoc nel corso delle sessioni scientifiche dell'American Heart Association (AHA).
leggi l'articolo »

DIABETE

Diabete di tipo 2, bimagrumab favorisce la perdita di peso e migliora i parametri metabolici
L’anticorpo monoclonale umano bimagrumab ha fallito nel trattamento della malattia da deperimento muscolare, ma potrebbe essere un farmaco utile contro obesità e diabete, visti i risultati di un trial clinico di fase II pubblicati sulla rivista JAMA Network Open.
leggi l'articolo »

Covid-19 e diabete, metformina riduce il rischio di decesso
Nei pazienti con Covid-19 che soffrono di diabete di tipo 2, l'assunzione di metformina prima della diagnosi di malattia virale è risultata associata a una riduzione di tre volte della mortalità. È quanto emerge da uno studio osservazionale statunitense pubblicato sulla rivista Frontiers in Endocrinology.
leggi l'articolo »

Dompé arruola primo paziente in studio di fase III con ladarixin. Potrebbe invertire esordio del diabete di tipo 1
Dompé Farmaceutici ha annunciato che è stato arruolato il primo paziente nel suo studio di fase 3 condotto per valutare l'efficacia e la sicurezza di ladarixin negli adolescenti e negli adulti con diabete di tipo 1 di nuova insorgenza (T1D). Ladarixin è una molecola sperimentale, orale, che può prevenire la distruzione mediata dall'infiammazione e dal sistema immunitario delle cellule β nelle isole pancreatiche che è un segno distintivo del T1D.
leggi l'articolo »

GASTROENTEROLOGIA

Gravità del Covid-19, importante ruolo del microbiota intestinale
La correlazione tra la composizione del microbiota intestinale, i livelli di citochine e altri marcatori infiammatori tra i pazienti COVID-19 ha mostrato che il microbioma intestinale è legato alla gravità del COVID-19, secondo uno studio pubblicato Gut.
leggi l'articolo »

Insufficienza epatica acuta su cronica, quanto è diffusa a livello globale?
A livello globale, un paziente su quattro ricoverato per cirrosi scompensata soffre di insufficienza epatica acuta su cronica. E' quanto evidenzia uno studio pubblicato su Gut. 
leggi l'articolo »

Fumo attivo e passivo nei pazienti con Crohn e colite ulcerosa, rischio aumentato di cancerogenesi
Secondo i risultati di uno studio pubblicati su Clinical Gastroenterology and Hepatology, i pazienti con malattia infiammatoria cronica intestinale (IBD) che fumano sigarette o che le hanno fumate in precedenza erano a maggior rischio di neoplasia del colon-retto.
leggi l'articolo »

DOLORE

Stanchezza, mal di testa e malessere generale tra i sintomi più frequenti nei pazienti “long Covid”
Stanchezza, malessere post-esercizio e disfunzione cognitiva (o annebbiamento cerebrale) sono i sintomi più comuni riportati nel lungo periodo (6 mesi dopo l’infezione) da chi ha contratto il COVID-19, secondo un nuovo studio di preprint pubblicato su MedRxiv. 
leggi l'articolo »

Farmaci antinfiammatori non steroidei, quale effetto sulle infezioni da virus respiratori?
Una recente review pubblicata su BMJ Open ha cercato di valutare gli effetti di farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) in pazienti con infezioni da virus respiratori, gli esiti avversi acuti gravi, l'utilizzo dell'assistenza sanitaria, la qualità della vita e la sopravvivenza a lungo termine. La review conclude che i lavori in merito sono scarsi e che quindi ad oggi non si può dire nulla su questo eventuale collegamento.
leggi l'articolo »

Fibromialgia, quali differenze tra i due sessi?
Secondo uno studio recentemente pubblicato dalla Mayo Clinic, le uniche differenze osservabili tra uomini e donne con fibromialgia stanno nel numero di tender point ma non in altre caratteristiche o manifestazioni di questa malattia come stanchezza, distubi del sonno e deficit cognitivi. 
leggi l'articolo »

NEUROLOGIA

Disturbo bipolare, la mancata risposta al litio è correlata al deficit di espressione di un gene specifico
Una diminuzione dell'attivazione di un gene specifico può spiegare perché molti pazienti con disturbo bipolare (BD) non rispondono al litio. È quanto suggerisce una nuova ricerca pubblicata online su “Molecular Psychiatry”.
leggi l'articolo »

Sclerosi multipla, effetti benefici su tasso di recidive e progressione della disabilità dall'esposizione ai farmaci immunomodulanti per oltre 15 anni
L'esposizione a lungo termine all'immunoterapia (intesa come immunomodulazione mediante farmaci modificatori della malattia) ha ridotto il tasso di recidive e progressione della disabilità in una grande coorte di pazienti con SM seguita per 15 anni, secondo i risultati di uno studio pubblicato su “Neurology”.
leggi l'articolo »

Alzheimer, promettenti i dati di donanemab di Lilly: rallenta di oltre il 30% il declino clinico
Eli Lilly ha reso noto che donanemab, un anticorpo sperimentale che mira a N3pG-beta amiloide, ha significativamente rallentato il declino in un test composito che prende in considerazione valutazioni cognitive e della funzione quotidiana in pazienti con malattia di Alzheimer precocemente sintomatici.
leggi l'articolo »

ONCOLOGIA-EMATOLOGIA

Tumore del seno: la gravidanza dopo la malattia è sicura. Serve una rete di oncofertilità
La gravidanza dopo il tumore della mammella è sicura sia per la mamma che per il bambino. Lo dimostra la metanalisi, cioè l’analisi combinata, dei dati di 39 studi, che fornisce la casistica più ampia al mondo di giovani donne con pregresso carcinoma mammario e successiva gravidanza. Sono state considerate 114.573 pazienti, di cui 7.500 hanno avuto un figlio.
leggi l'articolo »

Emofilia B, nuove speranze di cura da una terapia genica altamente efficace e sicura. #ASH20
Il trattamento di pazienti con emofilia B grave o moderata/grave con la terapia genica etranacogene dezaparvovec è risultato efficace e sicuro nello studio di fase 3 HOPE-B, presentato in una sessione orale del 62° congresso dell'American Society of Hematology (ASH).
leggi l'articolo »

Carcinoma mammario metastatico HER2+/HER2-low, promettente la combinazione trastuzumab deruxtecan-immunoterapia. #SABCS20
Nelle pazienti con tumore della mammella metastatico che esprime HER2 (HER2-positivo o HER2-low), il coniugato anticorpo-farmaco (ADC) trastuzumab deruxtecan, combinato con l'inibitore dei checkpoint immunitari nivolumab, ha un'attività antitumorale promettente e coerente con quella già evidenziata in studi precedenti, con un profilo di sicurezza accettabile. È quanto emerge da un'analisi ad interim di uno studio di fase 1b presentata di recente al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS).
leggi l'articolo »

Tumori ginecologici: cosa chiedere al medico al momento della diagnosi. Scarica la guida di ACTO
Non è facile fare domande quando ci viene diagnosticato un tumore ginecologico magari poco conosciuto come il tumore alle ovaie. Le parole del medico ci precipitano in un buco nero, la paura e l'angoscia ci frenano. Per questo l'associazione italiana Acto - Alleanza contro il Tumore Ovarico onlus insieme ad ENGAGE, il network europeo delle associazioni pazienti per i tumori ginecologici, hanno pubblicato la prima guida alle domande utili da fare al medico.
leggi l'articolo »

Tumore al seno triplo negativo metastatico, beneficio di sacituzumab govitecan indipendente da espressione di Trop-2 e metastasi cerebrali. #SABCS20
Il trattamento con il coniugato farmaco anticorpo (ADC) sacituzumab govitecan migliora i tassi di risposta e prolunga la sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto alla chemioterapia in pazienti con carcinoma mammario triplo negativo metastatico (mTNBC) con metastasi cerebrali stabili, pur senza migliorare la sopravvivenza globale (OS). Inoltre, il farmaco è di beneficio indipendentemente dall’espressione del suo bersaglio, la glicoproteina Trop-2, anche se l’efficacia maggiore si ha nei pazienti con espressione media o elevata del target.
leggi l'articolo »

Novartis si assicura tislelizumab, anti PD-1 della cinese BeiGene. Accordo da $1,55 mld
Arrivato sul mercato cinese alla fine del 2019, il tislelizumab di BeiGene si è guadagnato gli onori della cronaca per i suoi dati molto positivi e la sua ampia possibilità di sviluppo in nuove indicazioni. Ora, Novartis ha firmato un accordo per assicurarsi il farmaco di BeiGene al di fuori della Cina.
leggi l'articolo »

PNEUMOLOGIA

Treprostinil per inalazione centra obiettivo in trial su pazienti con ipertensione polmonare pre-capillare associata a interstiziopatia polmonare
L'impiego di treprostinil per via inalatoria in pazienti con ipertensione polmonare dovuta a malattia polmonare interstiziale migliora la capacità all'esercizio rispetto alle condizioni di partenza. Questo il messaggio proveniente dal trial INCREASE, recentemente pubblicato su NEJM, che fa ben sperare per il trattamento specifico di questa condizione per la quale, ad oggi non esistono ancora trattamenti approvati.
leggi l'articolo »

Asma, l'età alla diagnosi influenza la remissione di malattia
Una condizione asmatica diagnosticata tardivamente rappresenta il fattore di rischio indipendente di mancata remissione più significativo nei pazienti asmatici. E' quanto suggeriscono i risultati di uno studio recentemente pubblicato su The Journal of Allergy and Clinical Immunology: In Practice, con il quale gli autori auspicano l'inclusione nelle future linee guida dell'età alla diagnosi di malattia come indicatore di prognostico di questa condizione.
leggi l'articolo »

Fibrosi cistica e infezione da P. aeruginosa, bene aztreonam lisina per via inalatoria nelle riacutizzazioni polmonari
Aztreonam lisina, un antibiotico inalatorio avente come target specifico Pseudomonas aeruginosa, in combinazione con l'antibiotico colistimetato, è in grado di migliorare la funzione polmonare e la qualità della vita in pazienti con fibrosi cistica (FC) e infezione polmonare da P. aeruginosa durante le riacutizzazioni polmonari, rispetto alla terapia standard con antibiotici somministrati endovena. Queste le conclusioni di un trial recentemente pubblicato su the Journal of Cystic Fibrosis, che aprono la strada all'impiego futuro di antibiotici inalatori in presenza della condizione succitata.
leggi l'articolo »

Saturimetri affidabili nelle persone di etnia afro-americana?
Stando ai risultati di un piccolo studio pilota Usa, presentato sotto forma di “corrispondenza” sulla rivista NEJM, esisterebbe una sorta di “bias etnico” nelle misurazioni della saturaziine di ossigeno mediante pulsiossimteria, con letture delle percentuali di saturazione di ossigeno meno accurate nei pazienti di etnia afro-americana rispetto a quelli di etnia caucasica.
leggi l'articolo »

ALTRI STUDI

Gestione clinica del Covid-19, utilità di remdesivir e realtà clinica lombarda #SIMIT2020
I trial clinici più aggiornati hanno confermato l’utilità dell’impiego dell’antivirale redemsivir per la gestione di alcuni pazienti con malattia da Covid-19. Insieme al trattamento precoce, che ha consentito di ridurre gli accessi alla terapia intensiva, anche il corretto impiego di redemsivir ha contribuito al miglioramento della mortalità nella regione Lombardia. È quanto emerge da un’analisi presentata al congresso nazionale della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) 2020.
leggi l'articolo »

Covid-19, qual è l’impatto sulle persone con HIV dal punto di vista clinico e assistenziale?#SIMIT2020
L’HIV è un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia COVID-19 in forma severa? Qual è l’impatto della pandemia e soprattutto del lock down sulla gestione di questa infezione e cosa ci dicono le raccomandazioni internazionali in questo ambito? A queste domande ha cercato di rispondere il Prof. Andrea Antinori dell’Istituto Spallanzani di Roma, durante un simposio che si svolto in occasione del Congresso SIMIT2020.
leggi l'articolo »

Covid-19, quali pazienti possono beneficiare dell’uso di remdesivir? #SIMIT2020
L’antivirale remdesivir è l’unico approvato per il Covid-19. Tale farmaco risulta efficace nell’accelerare la guarigione e ridurre la probabilità di complicanze severe a livello polmonare se somministrato nei pazienti adatti e in specifici stadi della malattia. In un simposio del recente congresso nazionale della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) 2020 è stato fatto il punto della situazione.
leggi l'articolo »

HIV, ridurre il numero di nuove infezioni e trattare al meglio le esistenti. #SIMIT2020
“Il primo obiettivo dei prossimi anni è quello di ridurre il numero di nuove infezioni da HIV, questo è uno degli aspetti sicuramente più importanti” esordisce così la prof.ssa Antonella Castagna, Professore associato di Malattie Infettive, Università Vita-Salute San Raffaele; Responsabile Unità Funzionale Divisione Malattie Infettive, Istituto Scientifico IRCCS San Raffaele durante una presentazione al XIX congresso SIMIT2020. Già il 2019 ha evidenziato una tendenza positiva per il nostro Paese. La strada per il vaccino è ancora lunga ma intanto tra farmaci preventivi e curativi di nuova generazione si spera entro 10 anni di azzerare le nuove infezioni e trattare al meglio le esistenti.
leggi l'articolo »

Remdesivir nel trattamento del Covid-19, cosa dicono le linee guida? #SIMIT2020
L’utilità o meno di remdesivir nel trattamento di alcune categorie di pazienti con Covid-19 ha avuto sostenitori e detrattori, a seguito del rilascio di dati discordanti provenienti da studi clinici con caratteristiche diverse. Al recente congresso della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) si è cercato di fare il punto sulla situazione e valutare i reali benefici derivanti dal suo utilizzo.
leggi l'articolo »

Polmoniti e altre infezioni da batteri Gram negativi, il corretto place in therapy dei nuovi farmaci. #SIMIT2020
I batteri gram negativi non fermentanti rappresentano un gruppo eterogeneo di bacilli che nel corso del tempo hanno acquisito sempre più rilevanza clinica in particolare Pseudomonas, Acinetobacter, Burkhordelia, Elizabethkingia, Stenotrophomonas. Sono diventati importanti patogeni spesso con dei profili di resistenza anche peculiari, sia intrinseche che acquisite che rendono complessa la gestione di questo tipo di infezioni anche. Se ne è parlato durante il XIX congresso nazionale della SIMIT in cui sono stati illustrati i risultati che possiamo ottenere grazie a poche ma importanti arme terapeutiche che abbiamo a disposizione e che arriveranno anche nel prossimo futuro.
leggi l'articolo »

Rapid ART nell'HIV, un nuovo approccio terapeutico per accelerare la soppressione virale #SIMIT2020
La recente strategia di avvio rapido della terapia nei pazienti con HIV comporta una maggiore probabilità di soppressione virale a un anno e una più rapida riduzione del rischio di trasmissione, uno strumento importante per il controllo dell'epidemia. Di questo approccio se ne è discusso in occasione del congresso nazionale della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT) dello scorso dicembre.
leggi l'articolo »

HIV, quale trattamento per la rapid initiation della terapia? #SIMIT2020
L'introduzione della strategia di avvio rapido della terapia nei pazienti con HIV per migliorare il controllo dell'infezione a livello individuale e soprattutto per il controllo della viremia nella popolazione, comporta determinate scelte terapeutiche, soprattutto nei riguardi delle terapie e due o tre farmaci. Se ne è parlato nel congresso nazionale della Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT), che si è tenuto in forma digitale lo scorso dicembre.
leggi l'articolo »

Con remdesivir 17mila ricoveri COVID in terapia intensiva in meno e 7mila morti evitate in 5 mesi: simulazione di economisti italiani
L'adozione di remdesivir, il primo e finora unico farmaco approvato in Europa per il trattamento di Covid-19, è in grado di ridurre gli accessi in terapia intensiva di oltre 17.000 unità e potenzialmente evitare circa 7.000 decessi in soli 5 mesi. Grazie all'effetto della minore necessità di trattamento in terapia intensiva, infatti, si determinerebbe un risparmio per il SSN di oltre 430 milioni di euro.
leggi l'articolo »

Infezioni da batteri gram negativi, i punti caratterizzanti l'appropriatezza terapeutica #SIMIT2020
Nella lotta ai batteri gram negativi, soprattutto quelli legati all'insorgenza di polmoniti nosocomiali, è importante puntare all'appropriatezza terapeutica e quindi alla tipologia di somministrazione in base al patogeno e al farmaco utilizzato, al sito di infezione, alla posologia considerando anche la condizione renale del paziente e l'eventuale sviluppo di resistenze. Un farmaco che si presta molto a variazioni di posologia e di dosaggio per adeguarsi alle diverse situazioni è ceftolozane/tazobactam di cui si è discusso durante il XIX congresso della SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali).
leggi l'articolo »

BUSINESS

Gilead, con nuovo accordo punta alla cura funzionale dell'epatite B cronica 
Gilead Sciences ha iniziato una collaborazione con Vir Biotechnology per testare nuove strategie di combinazione volte a sviluppare una cura funzionale per il virus dell'epatite B cronica (HBV), con il primo studio pianificato per combinare approcci di immunomodulazione e soppressione dell'antigene. In particolare, lo studio di Fase II valuterà diverse combinazioni del selgantolimod agonista sperimentale TLR-8 di Gilead, del farmaco sperimentale siRNA VIR-2218 di Vir e di un antagonista PD-1 già in commercio.
leggi l'articolo »

Bluebird bio si fa in due e separa il business oncologico dalle terapie geniche
Bluebird bio ha annunciato un piano per separare le sue attività rivolte alla cura delle malattie genetiche da quelle in oncologia. Bluebird bio rimarrà focalizzata sulle malattie genetiche gravi e trasferirà il suo business oncologico in una nuova società il cui nome non è ancora stato ufficializzato. Anche la nuova società sarà quotata in borsa.
leggi l'articolo »

Sanofi si rafforza in immunologia e fa sua la biotech  Kymab. Accordo da $1,4 mld 
Inizia alla grande il 2021 per Sanofi che oggi ha comunicato di aver acquisito la biotech  Kymab, società con sede nel Regno Unito, per la somma di $1,4 mld, di cui $1,1 mld in cash e $350 mln al raggiungimento di determinate pietre miliari. Scopo dell'accordo è rafforzare la presenza dell'azienda francese nel settore dell'immunologia.
leggi l'articolo »

VARIE

Trombocitopenia immune, monitoraggio emocromo a casa del paziente con progetto Novartis
Spesso i pazienti che vivono con trombocitopenia immune durante il trattamento devono sottoporsi a monitoraggi costanti. Per questo motivo, il progetto “Emocromo a domicilio” nasce con l'obiettivo di fornire ai pazienti uno strumento che consenta di agevolarli nella vita di tutti i giorni, offrendo loro un servizio direttamente presso la loro abitazione ed evitando così gli spostamenti verso l'ospedale o il laboratorio di analisi.
leggi l'articolo »

Verso una ripresa della formazione ECM residenziale, servirebbe vaccinare anche i Provider
Con una circolare del 7 gennaio 2021 il Ministero della Salute definisce che nel rispetto delle norme e dei protocolli in essere, debba ripartire l'organizzazione dei corsi di formazione continua per l'emergenza (BLS-D) per operatori sanitari e laici anche durante l'attuale situazione pandemica. E' una prima presa di coscienza, da parte del Ministero che la formazione ECM dovrà ritornare ad essere residenziale e sul campo in funzione delle necessità di aggiornamento dei professionisti sanitari e sicuramente a breve sarà necessario riprendere numerosi corsi di formazione in presenza.
leggi l'articolo »

DIGITAL MEDICINE

Terapie Digitali, un'opportunità per l'Italia. 40 esperti fanno il punto in volume di 208 pagine
Pubblicato il numero monografico “Terapie Digitali, una Opportunità per l'Italia”. Il documento intende fornire una prima risposta alle varie domande che riguardano queste nuove tecnologie, e superare molte delle barriere che al momento ne hanno condizionato lo sviluppo nel nostro Paese, rappresentando un riferimento operativo per istituzioni, società scientifiche, organizzazioni di pazienti in merito alle modalità di introduzione delle terapie digitali nella pratica medica.
leggi l'articolo »

Telemedicine R-evolution, un progetto per la digitalizzazione in sanità
Sono passati ormai 8 anni dalla pubblicazione, da parte della Commissione Europea, dell'action plan 2012-2020 “eHealth” che sollecitava gli stati membri ad accelerare l'azione per sfruttare appieno il potenziale del digitale nella sanità. Nella realtà questo non è ancora un fatto compiuto, almeno in Italia, e si è dovuti arrivare all'epidemia di COVID-19 per tornare a parlare realmente dell'importanza della telemedicina e vedere qualche azione concreta, soprattutto per la gestione delle cronicità.
leggi l'articolo »

Robotica per la salute, tre progetti per il recupero delle funzionalità motorie in persone amputate
Caratterizzati dal forte approccio multidisciplinare i tre progetti puntano su soluzioni tecnologiche innovative e personalizzate per migliorare la vita delle persone amputate.
leggi l'articolo »

Recovery Plan, Fondazione Italia in Salute: “Fondi siano usati per digitalizzare la sanità pubblica”
“E’ necessario attivare un piano di comunicazione sulla sanità digitale e introdurre la digitalizzazione nei livelli essenziali di assistenza in modo che tutte le Regioni italiane possano adeguarsi uniformemente”, è l’appello della responsabile del Programma di Ricerca della Fondazione Italia in Salute, Fidelia Cascini, esperta di sanità digitale, ricercatrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e specialista in Medicina Legale e in Statistica e Programmazione Sanitaria.
leggi l'articolo »

Sclerosi Multipla: Virtual Nurse, il servizio di supporto a distanza di Merck
Adveva®, il programma di supporto di Merck per le persone con sclerosi multipla, si arricchisce di un nuovo servizio per rispondere alle emergenti esigenze legate alla pandemia da COVID-19
leggi l'articolo »

Medicina digitale, la start up italiana PatchAi riceve fondi per €1,7 mln per espandersi a livello internazionale
Il nuovo round di finanziamento, suddiviso in due tranche guidate rispettivamente da UV CAP e SFEM Italia, consentirà a PatchAi di supportare la ricerca clinica grazie al focus sul patient engagement e rafforzare il proprio posizionamento come player su scala internazionale.
leggi l'articolo »



PharmaStar Registrazione al Tribunale di Milano n° 516 del 6 settembre 2007 Direttore Responsabile: Danilo Magliano;
Copyright ©MedicalStar™ via San Gregorio, 12 20124 Milano tel. 02 29404825 info@pharmastar.it P.Iva: 09529020019
Senza autorizzazione è vietata la riproduzione anche parziale. Condizioni di utilizzo | Privacy