Colesterolo alto, due anni di disponibilità dei farmaci anti PCSK9: che bilancio possiamo fare?

Per la terapia delle forme più gravi di ipercolesterolemia, cioè quelle famigliari e quelle resistenti ai farmaci di più comune impiego, da due anni sono disponibili anche nel nostro Paese i farmaci anti PCSK9. Si tratta di due molecole, evolocumab e alirocumab che agiscono bloccando le funzioni di una proteina (PCSK9) che impedisce ai recettori del colesterolo LDL di tornare in superficie per smaltire l'eccesso di colesterolo circolante. Ci siamo tracciare un bilancio dell'ingresso in terapia di questi farmaci dal Prof. Alberto Zambon.
Dipartimento di Medicina, Università degli Studi di Padova


Rimani aggiornato sui video di PharmaStar. Iscriviti ora al canale YouTube, basta un Click!